in

Come confrontare le opzioni del riscaldatore di acqua calda solare

L’acqua calda solare non è una soluzione unica. Proprio come altri aggiornamenti della casa, ci sono alcune decisioni che devi prendere prima di fare una scelta finale sull’installazione di acqua calda solare. Dalle decisioni specifiche sulle apparecchiature alle garanzie, sapere cosa cercare tra i preventivi degli installatori di acqua calda solare può farti risparmiare denaro e assicurarti di avere il sistema giusto per la tua casa.

Confronto delle configurazioni del sistema di acqua calda solare

Ci sono tre scelte fondamentali che dovresti essere pronto a fare quando confronti le tue opzioni di acqua calda solare:

  1. Che taglia di acqua calda solare vuoi per la tua casa?
  2. Vuoi un sistema solare attivo o passivo per l’acqua calda?
  3. Se scegli un impianto solare attivo per l’acqua calda, vuoi che utilizzi il riscaldamento diretto o indiretto?

Dimensioni del sistema di acqua calda solare

Per capire quale dimensione del sistema dovresti installare, dovrai decidere quanta acqua calda utilizzare vuoi coprire con il solare. Nella maggior parte dei casi, non sarai in grado di trovare un sistema che copra tutto il tuo uso di acqua calda il 100% delle volte. Se sei disposto a investire un po ‘più di denaro in anticipo per avere una configurazione più grande con più raccoglitori o un serbatoio di stoccaggio più grande, un sistema di capacità maggiore potrebbe essere per te. Se invece vuoi integrare il tuo uso quotidiano con dell’acqua calda ad energia solare, puoi optare per un impianto con uno o due collettori.

Acqua calda solare attiva vs. passiva

I sistemi di acqua calda solare attivi e passivi si differenziano in base al modo in cui l’acqua si muove attraverso il sistema. 

Un sistema di acqua calda solare attivo ha una pompa di circolazione elettrica che muove l’acqua attraverso le tubazioni del sistema. I sistemi attivi costano leggermente di più e sono più complessi da far funzionare, ma la presenza di una pompa ti consente di far funzionare il tuo impianto solare per l’acqua calda per tutto l’anno, anche quando fuori fa freddo. Di conseguenza, offrono un’efficienza maggiore rispetto ai sistemi passivi. Per la maggior parte degli acquirenti statunitensi, un sistema attivo ti farà risparmiare più soldi sulla bolletta del riscaldamento dell’acqua a lungo termine.

L’acqua calda solare passiva, invece, non ha una pompa per spostare l’acqua. Invece, questi sistemi si basano sulla convezione e sulla tendenza dell’acqua più calda a salire. I pannelli del collettore per i sistemi passivi devono essere posizionati in alto e di solito devono essere supportati dal tetto. Per le case o le proprietà più vecchie con tetti che non possono sostenere un peso elevato, un sistema passivo non farà il lavoro. Tendono ad essere leggermente meno costosi dei sistemi attivi, ma non sono adatti per le proprietà in regioni con clima freddo.

Acqua calda solare diretta vs. indiretta

Se, come la maggior parte dei proprietari di impianti negli Stati Uniti, scegli di installare un sistema di acqua calda solare attivo, dovrai decidere tra una configurazione diretta e indiretta. I sistemi diretti riscaldano l’acqua direttamente dal sole, mentre i sistemi indiretti utilizzano un fluido diverso per trasferire il calore dai collettori prima di riscaldare l’acqua.

Un sistema di acqua calda solare diretto fa circolare l’acqua potabile attraverso i tuoi collettori, dove viene riscaldata dal sole e si muove in tutta la casa. I sistemi di acqua calda solare diretta funzionano bene nei climi caldi perché l’acqua riscaldata che si muove attraverso i tubi ha meno possibilità di perdere energia quando è circondata da aria calda.

In un sistema indiretto, un fluido di trasferimento simile all’antigelo viene fatto circolare attraverso i tubi nei collettori, catturando il calore e infine attraversando uno scambiatore di calore all’interno del serbatoio di stoccaggio, dove il calore catturato viene rilasciato per riscaldare l’acqua nel serbatoio. Questi sistemi tendono ad avere più successo negli Stati Uniti perché sono più resistenti al freddo, poiché l’acqua viene immagazzinata all’interno di un serbatoio di stoccaggio piuttosto che aspettare nei tubi per essere riciclata attraverso la tua casa.

Confronto tra le opzioni delle apparecchiature per l’acqua calda solare

Una volta deciso il tipo di impianto solare per l’acqua calda che intendi installare, hai altre due scelte da fare:

  1. Che tipo di collettori solari vuoi nel tuo impianto?
  2. Installerai un serbatoio di solo archiviazione, un sistema di backup indiretto o un sistema di backup diretto?

Collettori solari

Hai due opzioni quando si tratta di collettori solari: collettori a piastra piana e collettori a tubi sottovuoto.

I collettori a piastra piana sono una tecnologia solare per l’acqua calda comunemente utilizzata e sono in uso da decenni. Sono costituiti da una piastra assorbente fissata a tubi interni al pannello. Le piastre assorbenti sono solitamente costituite da un foglio di rame o alluminio verniciato o inciso chimicamente di nero per il massimo assorbimento di energia. Il loro principale vantaggio rispetto ai modelli a tubi sottovuoto è il prezzo: i collettori a piastra piatta sono generalmente meno costosi dei collettori a tubi sottovuoto. Non si comportano bene con il freddo, rendendoli i migliori per i proprietari di case nei climi meridionali.

I collettori a tubi sottovuoto sono un’innovazione più recente per l’industria dell’acqua calda solare e migliorano molti aspetti dei collettori a piastra piana circondando la piastra dell’assorbitore con tubi di vetro. Il vuoto all’interno dei tubi di vetro funge da potente isolante, rendendo la tecnologia dei tubi sottovuoto prestazioni migliori rispetto ai collettori a piastra piana con tempo più freddo. Inoltre raccolgono il calore in modo più uniforme durante il giorno e riscaldano l’acqua a una temperatura più elevata.

In generale, i collettori a piastra piana e i collettori a tubi sottovuoto possono essere paragonati in modo simile ai pannelli solari policristallini e monocristallini . Come i pannelli solari policristallini, i collettori piani sono meno costosi, ma meno efficienti. I collettori a tubi sottovuoto, come i pannelli solari monocristallini, sono più costosi all’inizio, ma risparmieranno di più a lungo termine grazie alla loro maggiore efficienza.

Serbatoi di stoccaggio e sistemi di backup

Sono disponibili tre opzioni principali quando si tratta del tipo di serbatoio di stoccaggio e sistema di backup da installare: serbatoi di solo stoccaggio, sistemi di backup indiretto e sistemi di backup diretto.

In poche parole, i sistemi di solo accumulo hanno un unico serbatoio con uno scambiatore di calore per l’acqua calda solare e sono solitamente installati accanto a un sistema idrico di riserva con un serbatoio separato. Questo tipo di installazione è più adatto per i proprietari di case che hanno già un sistema di acqua calda funzionale che può fungere da backup, ma desiderano aggiungere un elemento solare per l’acqua calda mantenendo bassi i costi di installazione.

I sistemi di backup diretto hanno la tua generazione di calore di backup integrata direttamente nel serbatoio, permettendoti di consolidare tutta la tua acqua calda in un’unica unità di stoccaggio, simile a un sistema indiretto. Hanno due scambiatori di calore all’interno del serbatoio (uno sul fondo e verso l’alto) e quando la radiazione solare non fornisce abbastanza energia termica, la fonte di acqua calda di backup integrata interviene per integrare l’energia solare. I sistemi di backup diretto sono ottimi per i proprietari di case che cercano di risparmiare spazio e riprogettare completamente la configurazione dell’acqua calda, poiché richiedono solo un’unità serbatoio.

I sistemi di backup indiretto hanno anche due scambiatori di calore, uno per l’energia solare e uno per la generazione di backup. Lo scambiatore collegato alla generazione di backup può immettere calore da una fonte come una caldaia, rendendo i sistemi indiretti popolari per i proprietari di immobili che già utilizzano una caldaia per il riscaldamento degli ambienti.

Anche il materiale di cui è composto il serbatoio può fare la differenza. Il materiale del serbatoio più comune è l’acciaio rivestito in vetro o smaltato, ma è possibile optare anche per serbatoi in acciaio inossidabile o rivestiti in pietra. I serbatoi in acciaio rivestito sono i più economici, ma non hanno una lunga durata nel tempo. I serbatoi in acciaio inossidabile hanno una garanzia più lunga e pesano meno, ma costano molto di più rispetto alle opzioni in acciaio rivestito. I serbatoi rivestiti in pietra hanno una durata maggiore rispetto ad altri modelli, ma pesano più dei serbatoi in acciaio rivestito, aumentando potenzialmente i costi di spedizione.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

L’acqua calda solare è giusta per te?

Produttori di sistemi solari per acqua calda