in

Suggerimenti per il risparmio energetico: sostituisci il frigorifero, il sistema di riscaldamento e lo scaldabagno

Ha senso finanziario farlo ora o più tardi?

Panoramica

La fornace (o caldaia), lo scaldabagno e il frigorifero sono i più grandi divoratori di energia nella maggior parte delle case. Può essere difficile da credere, ma sostituire le apparecchiature e gli apparecchi più vecchi ma ancora funzionanti con nuovi modelli qualificati Energy Star può davvero farti risparmiare un sacco di soldi. In alcuni casi, può dimezzare le bollette energetiche. Questo perché ciascuno di questi articoli ha due cartellini del prezzo: il costo iniziale dell’attrezzatura e il costo di funzionamento dell’attrezzatura nel corso della sua durata da 10 a 20 anni.

Questo articolo ti aiuterà a decidere quando ha senso dal punto di vista economico sostituire questi grandi consumatori di energia con nuovi modelli ad alta efficienza energetica. E ti forniremo anche un elenco di cose da cercare che possono farti risparmiare centinaia o addirittura migliaia di dollari quando inizi a fare acquisti.

# 1 Consumatore di energia: il tuo frigorifero

Il tuo frigorifero consuma ben il 13,7% dell’energia domestica. L’efficienza del frigorifero è notevolmente migliorata negli ultimi anni, quindi se non hai acquistato un nuovo frigorifero di recente, probabilmente ha senso sostituire il tuo. Se hai un secondo frigorifero più vecchio nel tuo garage o nel seminterrato, risparmierai molto sostituendolo con un modello più nuovo e più efficiente (o, ovviamente, sbarazzandoti di esso!).

Risparmierò sostituendo il mio frigorifero esistente?

  • Se ha 8 anni o più, sì. Un modello del 2009 farà risparmiare il 40 per cento di energia rispetto ai frigoriferi fabbricati nel 2001. Può sembrare folle sbarazzarsi di un frigorifero di 8 anni perfettamente funzionante, ma nella maggior parte dei casi è una mossa finanziaria intelligente.
  • Se ha 5 anni o meno, forse. Fare un po ‘di ricerca su energystar.gov può davvero ripagare. In “Prodotti”, scegli “elettrodomestici”, quindi “frigoriferi” e in “Per i consumatori” utilizza il “Calcolatore del risparmio pensionistico per frigorifero” per vedere quando ha senso acquistare un nuovo frigorifero. Se il tuo frigorifero necessita di riparazioni che costano più della metà del prezzo di un nuovo frigorifero, ha senso acquistarne uno nuovo, anche se il tuo ha solo 5 anni.

# 2 Consumatore di energia: il tuo sistema di riscaldamento

In un clima freddo, due terzi del budget energetico vengono spesi per il riscaldamento. Ridurre il consumo di energia per il riscaldamento è il modo più efficace per ridurre le bollette. Sostituire il forno o la caldaia è costoso, ma potrebbe essere l’investimento esentasse più intelligente che puoi fare. Le informazioni qui si applicano ai sistemi a propano, petrolio e gas naturale.

Risparmierò sostituendo il mio forno o caldaia?

  • Se ha 15 anni o più, sì. L’efficienza del forno e della caldaia è misurata dall’efficienza di utilizzo annuale del combustibile (AFUE). I sistemi più vecchi hanno un AFUE dal 55 al 65%, mentre i sistemi meno efficienti oggi sono efficienti almeno all’80%.
  • Se ha 5 anni o meno, no. Sostituire il forno o la caldaia ha senso solo se il tuo sistema necessita di una riparazione seria, stai cambiando tipo di combustibile o aggiungi aria condizionata.
  • Se ha dai 5 ai 15 anni, forse. Avrai bisogno di fare qualche ricerca. Scopri quanto è efficiente la tua unità attuale con una ricerca online o consultando il produttore. Quindi vai su energystar.gov o il rivenditore di forni e confronta i costi operativi annuali della tua attuale attrezzatura con quelli di un’unità qualificata Energy Star, che utilizza dal 6 al 15 percento in meno di energia rispetto a un nuovo modello standard. È possibile utilizzare gli elenchi di prodotti per confrontare specifiche apparecchiature classificate Energy Star in base a valutazioni di efficienza, nomi di marchi e numeri di modello.

Per vedere se la sostituzione dell’attuale apparecchiatura di riscaldamento ha senso, il passaggio finale è eseguire un semplice calcolo del ritorno sull’investimento (ROI) (vedere di seguito). Può sembrare un sacco di lavoro, ma un’ora del tuo tempo potrebbe farti risparmiare migliaia di dollari.

Quando il riscaldamento super efficiente ha senso:

se vivi in ​​un clima freddo in cui le temperature rimangono sotto lo zero per un periodo prolungato ogni inverno, ha senso primavera per un forno o una caldaia “a condensazione” ad alta efficienza con un AFUE del 90 percento o più alto. Ciò si aggiungerà sostanzialmente al prezzo iniziale di un forno o di una caldaia, ma durante la durata di quell’attrezzatura (in realtà il periodo di rimborso è compreso tra tre e sette anni), recupererai quei costi e altro ancora attraverso bollette più basse. Inoltre, sono disponibili sconti e crediti d’imposta che copriranno gran parte della differenza di costo iniziale.

E il calore elettrico?

Anche i sistemi di riscaldamento elettrico a efficienza minima (e gli scaldacqua) sono già efficienti dal 90 al 100 percento, quindi l’aggiornamento a un nuovo sistema probabilmente non ti farà risparmiare molto se hai un forno elettrico o una caldaia o unità elettriche a battiscopa. Il modo migliore per risparmiare sul riscaldamento elettrico è assicurarsi che la tua casa sia adeguatamente isolata e sigillata. L’utilizzo dell’elettricità non di punta è un altro ottimo modo per risparmiare. Contatta il tuo fornitore di energia per vedere se questa è un’opzione nella tua zona. In tal caso, è possibile ridurre i costi di riscaldamento del 40 percento o più installando un sistema di riscaldamento di riserva.

Pompe di calore

Se usi l’elettricità per riscaldare la tua casa e vivi in ​​un clima mite, considera una pompa di calore ad alta efficienza energetica, che fornisce tre volte più calore rispetto alla quantità equivalente di energia che consuma in elettricità. Durante la stagione di riscaldamento, la pompa estrae calore dall’aria esterna (pompa di calore aerotermica) o dal terreno (pompa di calore geotermica) e lo consegna all’abitazione. Durante l’estate, la pompa inverte il flusso di refrigerante e funziona come un normale condizionatore d’aria. Una pompa di calore efficiente può ridurre i costi dell’elettricità dal 30 al 40 percento. Valuta la possibilità di sostituire la tua pompa di calore se ha 10 o più anni. Le nuove pompe di calore utilizzano una frazione dell’energia utilizzata dai modelli precedenti.

Inoltre, chiedi all’installatore di controllare i livelli di refrigerante nella pompa di calore. Gli studi dimostrano che fino al 75 percento delle apparecchiature di raffreddamento installate può avere livelli di refrigerante errati, il che riduce l’efficienza energetica e aumenta la possibilità che i componenti della pompa di calore si guastino prematuramente.

Per i lettori in climi freddi, una pompa di calore “dualfuel” potrebbe essere un’opzione.

Visitare energystar.gov per ulteriori informazioni sulle pompe di calore.

# 3 Consumatore di energia: il tuo scaldabagno

Il tuo scaldabagno a gas naturale o propano utilizza circa il 17% dell’energia nella tua casa ed è notoriamente inefficiente. Anche uno scaldabagno convenzionale nuovo di zecca a prezzo medio in stile serbatoio è efficiente solo dal 57 al 59% perché perde calore attraverso la canna fumaria e attraverso le pareti del serbatoio di stoccaggio. I vecchi scaldacqua sono anche peggio, sprecano più della metà del calore. Quindi aggiornare il tuo vecchio scaldabagno a gas o propano a un modello ad alta efficienza può far risparmiare un sacco di soldi. Anche gli scaldacqua elettrici consumano seriamente l’energia, ma come con i sistemi di riscaldamento elettrico, l’aggiornamento a un modello elettrico più recente probabilmente non ridurrà di molto le bollette.

Risparmierò sostituendo il mio scaldabagno a gas o propano?

—Se ha 10 anni o più, sì. I modelli a gas prodotti prima del 1998 funzionano normalmente con un’efficienza inferiore al 50%.
—Se ha 5 anni o meno, no. La sostituzione ha senso solo se il sistema necessita di una riparazione seria.
—Se ha tra i 5 ei 10 anni, forse. Gli scaldacqua durano in media dai 10 ai 15 anni. Se il tuo sta invecchiando, vale la pena sostituirlo ora prima che fallisca. Controlla online le valutazioni di efficienza di diverse marche e modelli e utilizza il calcolo del ROI per vedere se la sostituzione ha senso.

Strumenti necessari per questo progetto

Gli unici strumenti di cui avrai bisogno sono una calcolatrice e un computer con accesso a Internet.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Passa alle lampadine fluorescenti compatte e risparmia energia

Prendi te stesso dai prickly plumbing predicament