in

Cosa sono i pesticidi organoclorurati?

Definizione ed esempi di OCP

I pesticidi organoclorurati (OCP) sono un tipo di pesticida sintetico un tempo ampiamente utilizzato in tutto il mondo. Sono noti per essere altamente tossici, lenti a degradarsi e inclini a accumularsi nell’ambiente.

Gli OCP sono stati ampiamente vietati negli Stati Uniti e in altri paesi sviluppati, ma sono ancora in uso in molti luoghi del mondo. Scopri di più su cosa sono queste sostanze chimiche e cosa le rende controverse.

Cosa sono i pesticidi organoclorurati?

I pesticidi organoclorurati sono sostanze chimiche sintetiche che condividono determinate proprietà che li rendono efficaci come pesticidi e tossici per l’ambiente. Esistono molti diversi OCP, inclusi DDT, Eldrin e Lindane. 1

Una delle sostanze chimiche note come  inquinanti organici persistenti (POPS), gli organoclorurati hanno legami estremamente forti tra i loro componenti di cloro e carbonio e sono attratti dai grassi. Sono anche altamente insolubili in acqua, il che significa che non si dissolvono e quando piove possono diffondersi ampiamente attraverso il deflusso. Il problema con questa forza è che una volta utilizzati i pesticidi organoclorurati, rimangono a lungo in giro, non solo nell’approvvigionamento idrico e nel suolo, ma anche nei corpi umani e animali.

  • Acronimo : OCP

La maggior parte dei pesticidi sono cattive notizie, ma i pesticidi organoclorurati sono pesticidi di lunga durata, il che li rende pessime notizie. La maggior parte delle nazioni industrializzate ha vietato la produzione e l’uso di molti o tutti gli OCP, ma molti sono ancora in uso nei paesi in via di sviluppo. 2

Come vengono utilizzati i pesticidi organoclorurati

La più grande applicazione per i pesticidi organoclorurati è come insetticida e sono stati ampiamente utilizzati dagli anni ’40 agli anni ’60 negli Stati Uniti e in Europa. 3  Probabilmente il più famigerato insetticida organoclorurato è il DDT. Era così efficace come un killer delle zanzare, consentendo a circa un miliardo di persone di vivere senza paura della malaria, che il chimico che ha scoperto i suoi poteri insetticidi ha ricevuto un premio Nobel.

Il DDT è stato ampiamente utilizzato negli Stati Uniti fino a quando la biologa Rachel Carson ha pubblicato il suo libro rivoluzionario “Silent Spring”, che metteva in guardia sulla tossicità delle sostanze chimiche. Gli scienziati hanno confermato che il DDT ha avuto effetti disastrosi sulle capacità riproduttive di uccelli, pesci e animali marini ed è stato vietato negli Stati Uniti nel 1972. 4

Quando è stato vietato, tuttavia, oltre 1,3 miliardi di libbre della sostanza chimica erano già state applicate in tutto il paese. 5  Trent’anni dopo, i test hanno ancora trovato prove della presenza di sostanze chimiche in aria, acqua e pioggia, suolo e polvere, piante, animali e esseri umani, comprese le persone nate molto tempo dopo l’entrata in vigore del divieto DDT. 6

Nel 2006, le Nazioni Unite hanno invertito la rotta e hanno iniziato a promuovere l’uso del DDT nei paesi che gli consentono di controllare le zanzare e combattere la malaria, che uccide più di un milione di persone ogni anno. 7

I pericoli dei pesticidi organoclorurati

Se utilizzati, i pesticidi organoclorurati possono filtrare nell’ambiente tramite applicazione diretta, smaltimento di rifiuti contaminati, emissioni di inceneritori o deflusso. Se ti trovi vicino a un’area in cui è stato recentemente applicato un pesticida organoclorurato, puoi effettivamente inalare le sostanze chimiche. Puoi anche ingerirli mangiando cibi contaminati, come pesce, latticini e altri alimenti con un maggior contenuto di grassi.

Poiché i pesticidi organoclorurati non si degradano facilmente nel tessuto adiposo, possono accumularsi negli animali e nell’uomo e persino essere trasmessi in questo modo. Ad esempio, gli studi dimostrano che quando un essere umano, un uccello o un altro pesce mangia un pesce contaminato da un pesticida organoclorurato, quel pesticida viene trasmesso al mangiatore.

L’esposizione a lungo termine nell’uomo può avere gravi effetti sulla salute, inclusi danni al fegato, ai reni, alla tiroide, alla vescica e al sistema nervoso centrale, nonché problemi riproduttivi potenzialmente gravi. 6

Sintomi dell’esposizione all’OCP

L’esposizione a lungo termine agli OCP può causare una varietà di sintomi nell’uomo, tra cui:

  • Mal di testa, confusione e vertigini
  • Problemi digestivi come dolore addominale, nausea, vomito e diarrea
  • Agitazione o senso di apprensione
  • Debolezza, perdita di controllo muscolare e tremori, persino convulsioni

Le persone possono anche soffrire di irritazione della pelle, dell’orecchio, del naso o della gola e problemi respiratori o tosse. Se qualcuno sospetta di soffrire di esposizione, dovrebbe consultare un medico. 8

Alternative agli organoclorurati

Trovare alternative efficaci ai pesticidi, in particolare gli organoclorurati, è una grande sfida globale. Gran parte dell’agricoltura moderna dipende dall’uso di pesticidi per una produzione agricola affidabile, e i funzionari lottano per contenere le minacce pubbliche come la malaria senza l’uso di organoclorurati come il DDT.

Questo non vuol dire che non esistano alternative, ma molte di esse richiedono un’istruzione più ampia affinché gli agricoltori o le comunità in via di sviluppo possano implementarle. In agricoltura, questi metodi includono la promozione della tolleranza delle colture, la piantagione di compagni, la considerazione del potenziale di malattie nelle colture e una varietà di tecniche di controllo dei parassiti. 9  Nella sanità pubblica, i metodi possono includere l’introduzione di insetti predatori, l’eliminazione della copertura vegetale e il drenaggio dell’acqua stagnante. 1

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

7 modi per trasformare la tua casa in una proprietà redditizia

COP21 per avvocati, ambientali o no