in

Attenzione al consumatore: dispositivi elettrici, elettronici e multimediali

Secondo il rapporto 2014 del
Global E-Waste Monitor
dell’Università delle Nazioni Unite, il peso dei rifiuti elettrici ed elettronici è di circa 42 milioni di tonnellate per il 2014, di cui solo il 16% viene riciclato. Un aumento di  2 milioni di tonnellate di rifiuti tra il 2013 e il 2014 …
 

Dovremmo superare la soglia di 50 milioni di tonnellate di rifiuti entro tre anni. L’Europa detiene il record mondiale di rifiuti pro capite: 15,6 kg / anno …

 Niente come  un’infografica  molto significativa per visualizzare lo stato della situazione planetaria.

Questioni ambientali, sanitarie e sociali

Tuttavia, la posta in gioco non è solo a livello di rifiuti ma anche della produzione stessa dei dispositivi: sfruttamento di terre rare e metalli preziosi, perdita di biodiversità e inquinamento con danni alla salute, asservimento delle popolazioni locali in miniere e fabbriche, movimenti mafiosi. e guerre legate allo sfruttamento e al traffico di minerali, per non parlare della dissolutezza energetica legata alla loro produzione, uso e riciclaggio.

Sebbene i paesi in via di sviluppo siano in prima linea nello smantellamento e nel riciclaggio dei rifiuti elettronici in tutto il mondo, spesso diventano anche la super pattumiera dei paesi ricchi di questa materia.

Una buona occasione per dare uno sguardo alle nostre abitudini di consumo, per razionalizzare i nostri usi e per fare un passo indietro rispetto alla gadgetizzazione della società dal tutto elettrico / elettronico, in un mondo sempre più connesso.

Nel menu del mese,

  • molte informazioni  su apparecchiature informatiche, telefoni cellulari, smartphone e altri tablet usati, incluso un file (che sarà pubblicato la prossima settimana) per aiutarti a scegliere il tuo dispositivo:
    • Per iniziare, prepariamo la scena per i nostri  dispositivi elettronici  !
    • Quale compagno digitale scegliere?
    • Case connesse: smartphone, smartgrid, ecc., Strumenti per controllare tutto a portata di mano
    • Cellulari e smartphone  : ambiente, salute, consigli di acquisto e utilizzo: facciamo il punto!
  • di  prodotti comparativi  :
    • l’asciugatrice
    • smartphone
    • telefoni fissi
  • l’ etichettatura energetica  degli elettrodomestici:
    • domande: sostituire o no una lavatrice che funziona ancora con una nuova, che consuma meno?, una lavastoviglie A +++ richiede meno energia?
    • trovare la strada attraverso l’etichettatura energetica
    • scegli elettrodomestici di lunga durata, lavatrice, lavastoviglie, frigorifero
  • le etichette da privilegiare  per un consumo più sostenibile:
Blauer Engel: garantisce il rispetto di rigide specifiche per le apparecchiature informatiche in materia di prestazione energetica, sostanze pericolose o durata della vita
Epeat: 23 criteri obbligatori e 28 opzionali che coprono tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto (laptop, desktop, notebook, display, unità centrali e thin client)

Energy Star: la garanzia come apparecchiature per ufficio (  o dispositivi per ufficio, laptop, server, workstation, monitor, stampanti, scanner, fax, fotocopiatrici …)  hanno un consumo energetico ridotto e la funzione di impostazione Standby. L’etichetta Energy Star si applica agli apparecchi con potenza operativa ridotta e una funzione di standby. Devono essere di prezzo equivalente e avere le stesse prestazioni dell’attrezzatura standard. Gli schermi dei computer in modalità di sospensione producono meno onde elettromagnetiche, meno calore e meno rumore!

Nota: l’accordo tra Stati Uniti ed Europa riguardante l’Energy Star è terminato nel 2018, quindi non ci sono più nuovi prodotti che possono portare questa etichetta in Europa. https://www.eu-energystar.org/index.html

TCO  : distingue apparecchiature elettroniche da ufficio ( schermi, computer, server, tablet e telefoni cellulari, stampanti, ecc.) Di  buona qualità, basso consumo di energia (conforme a Energy Star) e limitazione / eliminazione dei rischi per l’ambiente e la salute.

Ecolabel Europeo: distingue computer e telefoni a basso consumo energetico, riparabili e riciclabili, il cui ciclo di vita limita l’uso di sostanze nocive. Offre garanzie soprattutto in termini di  riduzione dei consumi energetici e la modalità standby (Energy Star),  u n livello sonoro non superiore a 40 dB in modalità idle e 45 dB utilizzando un valore basso radiazione elettromagnetica ed una maggiore durata, dalla disponibilità di ricambi almeno 3 anni dalla fine della produzione.

non proprio un’etichetta ma una marcatura obbligatoria,  l’etichetta energetica sui televisori  permette di confrontare più dispositivi in ​​base al loro consumo e quindi al loro costo di esercizio (dividere il kWh per 4 per ottenere il costo in euro).
  • consigli per consumare meno e meglio ,
    • Etichette senza problemi: dispositivi elettrici ed elettronici
    • dossier: green computing
    • Buon piano: attrezzatura informatica usata
  • E tu, cosa ne pensi?  un modo distaccato di affrontare le carenze della nostra era consumistica, un ammiccamento divertente per fare un passo indietro:
    • Che ne dici del pane in capsule?
    • E quando serve il piccolo burro connesso?
    • Nomofobia? Come si dice ?
    • Commercio equo e solidale fino alle tue orecchie
    • Il robot che pulisce i touch screen
    • il seggiolino i-baby popo

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Attenzione al consumatore: cosmetici

Stiamo ricostruendo il muro! Guida alle piccole ristrutturazioni ecologiche, salutari e accessibili – Brochure