in

Il buffer wireless (o quasi)

Perché scoprirai perché, non sono molto interessato al buffer alla base *

Trendy: questa è la parola.

Voglio anche osare un gioco di parole schifoso: ecco il primo pad wireless al mondo. Infine, wireless, questo non è del tutto vero, ma tornerò su questo. Siamo quindi di fronte a un tampone completamente tradizionale, tranne che contiene, oltre al solito cotone / viscosa, un sensore.

Un rapitore? Per che cosa ? Bene, per conoscere lo stato di saturazione del tampone, e quindi farti sapere quando è il momento perfetto per cambiarlo.

Ecco un’ottima idea! È vero, voi donne siete così distratte e frivole che non sapete come usare un assorbente interno tradizionale. La tecnologia viene in tuo soccorso. Ovviamente, per beneficiare di questo anticipo, dovrai andare in giro con un chip nella vagina che emetterà un segnale acustico sul tuo smartphone al momento opportuno (o meno, speriamo solo che la cosa non inizi la Marcia Imperiale come guida di avvertimento) .

Fortunatamente hanno avuto la buona idea di non alimentare il sensore in situ  : non avrete quindi una batteria o una batteria nel corpo, ma un filo collegato ad una sorta di scatoletta, a sua volta collegata via Bluetooth al vostro smartphone in modo che il l’app dedicata può avvisarti a tempo debito. E la piccola scatola, prenditi il ​​disturbo di riporla.

“Oh! Hai un nuovo tracker di attività alla cintura? “

“Uh, no, è, uh, un sensore di, uh”

Va bene va bene , si alzano diverse voci per dissacrare le regole, ma dubito che il modo per farlo sia portarsi in giro con un bitogno tech nelle parti intime in modo che possano comunicare direttamente con il proprio compagno (digitale, eh).

Soprattutto perché raccoglie informazioni su di te. Con forse, chissà, pubblicità mirata? ”  Gentile Signora, abbiamo notato nei mesi precedenti che … le stiamo quindi offrendo il nostro nuovo francobollo cosa-cosa …  “. In ogni caso ci sono le statistiche (quando c’è la concorrenza?)

Da un punto di vista prettamente ecoconsumo sappi che dovrai acquistare i francobolli del marchio, non si tratta di adattare la cosa ad un sistema che avresti scelto (ad esempio: meglio per la salute, per l’ambiente, più comodo per indossare …).

Un vento favorevole ci dice che starebbero lavorando a una versione con altoparlante. Per avvertirti di persona? Niente affatto: saper interpretare i monologhi della vagina, ovviamente (questo ultimo paragrafo è pura fantascienza eh, no ma specifico, perché a volte lo si potrebbe pensare).

Infine, aspetto la versione maschile, con sensore cablato da inserire dove puoi immaginare.

Perché ?

Perché gli uomini sanno perché.

È diabolicamente di stagione 😉

 

E tu, cosa ne pensi?

 

* Lo so, che crudele mancanza di curiosità. Ma le mie tante (e straordinarie) colleghe hanno saputo rileggere questo borbottio, una storia che non racconto proprio niente. E da allora ho letto il nostro ottimo file sull’argomento!

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

I cosmetici essenziali da scegliere per l’estate

Utilizzo di materiali da costruzione di recupero: i nostri consigli