in

L’oggetto inutile del mese: il latte in capsule, una certa idea di felicità.

Conosci Nespresso? Forse dovrei dire: conosci Georges Clooney? Conosci uno e conoscerai l’altro, le loro immagini sono così strettamente collegate.

Piccolo promemoria per chi non ha la TV da 10 anni e / o preferisce Richard Gere (che idea). La Nespresso è una macchina per fare il caffè. Ma non un caffè qualsiasi, no no, caffè venduto esclusivamente in capsule Nespresso e nient’altro .

È costoso, è pieno di pochi sprechi, devi comprare le capsule del marchio nei pochi negozi che esistono (o su Internet) e non c’è caffè biologico o equo e solidale nella gamma. Ma funziona come un incantesimo (vai a capire).

Ovviamente è facile. Ma è soprattutto particolarmente “selezionato”, dal design delle macchine al prezzo della cialda, compreso il luogo di commercializzazione. Eccoci davanti a un caffè da intenditori Madame, cosa non volgare alla portata di chiunque al supermercato.

Insomma, il marchio sta lavorando sulla sua immagine e sulla sua aura, regolarmente elogiata dal già citato bel Georges, attraverso sorrisi devastanti e cos’altro sentito.

Alla Nestlé l’hanno capito bene e poiché hanno molte idee, hanno appena rilasciato Babynes.

“Bambino”? L’orrore tra gli orrori, il massimo dell’infamia, spinge al crimine vergognoso, la suprema ignominia, la precoce dipendenza da caffeina: vorremmo abituare i nostri piccoli innocenti germogli al rito d’ufficio della tazzina di caffè? Strumentalizzati fin dalla tenera età, per adattarsi a una società preformattata, sotto l’influenza di consorzi che vendono caffè, tale sarebbe il loro inesorabile destino.

(Esagero un po ‘)

Affatto. Anche se.

La Babynes è il baby Nespresso, una macchina per fare biberon con latte in polvere venduto in capsule.

È così ridicolo che abbiamo bisogno di tutta la com ‘che va bene con esso per trasmettere la cosa a noi. Sul loro sito: belle immagini, frasi studiate, testimonianze propagandistiche, c’è tutto, compreso il piccolo logo “my Babynes experience” prima di ogni video di mamma felice. Mamme che lavorano principalmente alla Nestlé (non sei mai servito meglio di te stesso …). Non resisto a citarvi un passaggio: “Quando sente il suono della macchina, sa che la bottiglia sarà pronta. Ha assimilato il rumore della macchina alla bottiglia. “. Veritiero.

Non so voi, ma l’ultima volta che ho sentito che parlava di un certo Pavlov e del suo cane.

Insomma, non compriamo una macchina per fare biberon, ci atteniamo a un concetto. Steve Jobs ha capito bene, Nestlé e praticamente anche qualsiasi grande scatola moderna. Detto questo, a € 200 per macchina e € 40 per 26 capsule, devi. Infine, non affrettarti subito, questa è attualmente un’esclusiva per la Svizzera.

Particolare piccante per questa macchina il cui nome completo è “Babynes advanced Nutrition”: un avvertimento è onnipresente sul sito, indicando che l’allattamento al seno è la soluzione migliore. A volte devi anche fare clic su “Ho letto l’avviso importante” prima di continuare a navigare. Segnalazione automatica, disposizione legale o esplosione di buon senso? Non lo so. È come se una marca di soda avvertisse che l’acqua e i succhi di frutta sono migliori per te.

Ciò che è anche irritante di questa storia è questa piccola melodia che a volte sembra essere diventata la norma nell’industria alimentare. È semplicissimo, tutto quello che si mangia passa attraverso una piccola scatola, dalla bottiglia al caffè, attraverso il vassoio piccolo acquistato al locale Express e contenente un piatto già pronto (con una bella foto sopra altrimenti non lo compreremmo mai , vogliamo essere trattati, ma comunque con un po ‘di eleganza).

Quindi cosa fare da soli è così semplice e significativo! (vedi il nostro rapporto mensile su questo argomento, hop, un po ‘di pubblicità di passaggio …).

Infine, personalmente non vedo l’ora di (canticchiare …) possibili sviluppi futuri: sodane (con soda in capsule), zuppe (per una zuppa veloce), lochness (con whisky liofilizzato), eliotnes (con polvere da sparo), ecc.

Tuttavia, consiglierei a Nestlé di rilasciare una macchina che produce tutte le capsule, perché dovremo iniziare a investire nella cucina da sogno se continua. Perché tra il Nespresso di papà e la pompa della birra di mamma (o viceversa, a piacere), finiremo presto lo spazio. Vantaggio di una sola macchina: la possibilità di fare il caffè con il latte! (arf).

Ah Georges, sono impazziti.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

La mobilità di domani è già qui.

Ricetta: crea il tuo detersivo per bucato con sapone di Marsiglia (fai da te)