in

9 consigli per la scelta e l’utilizzo del baby monitor

Molti baby monitor sono ora ricchi di funzioni. La presa? Prezzi che decollano, un maggiore impatto ambientale e soprattutto elevate emissioni di onde. Ma i bambini sono più sensibili degli adulti alle onde elettromagnetiche. Allora come scegliere il baby monitor giusto?

Sommario:

  1. Scegli un modello analogico
  2. Preferisci un baby monitor solo audio
  3. Scegli un baby monitor digitale con modalità “eco” o “vox”
  4. Evita i baby monitor che necessitano di una rete WiFi
  5. Preferisci un baby monitor nel settore
  6. Acquista il tuo baby monitor di seconda mano
  7. Posizionare il baby monitor ad almeno un metro di distanza dal bambino
  8. Fai a meno di un baby monitor

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
 

1. Optare per un modello analogico

Ci sono ancora baby monitor analogici. Emettono onde non pulsate, meno problematiche per la salute. [1] D’ altra parte, sono soggetti a interferenze [2] e non sono dotati di video. Questa non è la scelta migliore se vivi in ​​un edificio con molti bambini perché rischi di sentire i bambini dei vicini. Tuttavia, alcuni modelli consentono di scegliere la frequenza di trasmissione, che limita i rischi. [3]
 

2. Preferisci un baby monitor solo audio

Se scegli un baby monitor digitale, puoi scegliere tra modelli solo audio o videocitofoni (con video quindi). Un videotelefono [4] emette più onde durante l’uso rispetto a un modello audio. [5] Preferiamo quindi un baby monitor solo audio. Altrimenti, se vuoi un baby monitor video, scegli un modello che non emette continuamente. (vedi punto successivo)
 

3. Scegli un baby monitor digitale con modalità “eco” o “vox”

Diverse marche di baby monitor digitali dotano i loro dispositivi di modalità “eco” o “vox”.

Queste opzioni riducono l’emissione di onde:

  • La modalità “vox” (o “attivazione vocale”) taglia le onde radio quando il baby monitor non è in uso. Il dispositivo “si sveglia” quando rileva un suono.
  • La modalità “eco” è utile quando il baby monitor e il ricevitore sono vicini. La potenza di trasmissione viene regolata in base alla distanza.

L’ideale è combinare le due cose.
 

5. Evita i baby monitor che necessitano di una rete WiFi

Alcuni dispositivi sono destinati all’uso con un’app e uno smartphone o un tablet. Svantaggio: richiede una rete Wifi accesa in modo permanente. Il che è contraddittorio se vuoi limitare l’esposizione alle onde ed essere in grado di disattivare la connessione di notte …
 

6. Dare la preferenza a un baby monitor sulla rete

Se il baby monitor è collegato alla rete elettrica, non sono necessarie né batterie né batterie.

Preferiamo una versione wireless? Quindi controlliamo:

  • se è una versione alimentata a batteria, che il baby monitor può funzionare con batterie ricaricabili;
  • se si tratta di una versione con batteria, che sia asportabile e che si possa trovare nei ricambi.

Infine, alcuni baby monitor possono funzionare sia a batterie che a rete. In questo caso, verificare che l’adattatore CA sia fornito con esso!
 

7. Acquista il tuo baby monitor di seconda mano

Un baby monitor non può essere utilizzato per molti, molti anni. Si trovano facilmente di seconda mano attraverso la loro conoscenza, sui siti di vendita online, nei negozi di seconda mano o anche durante le borse di studio della Family League.

È ecologico perché allunga la vita del dispositivo ed evita la fabbricazione di uno nuovo. È anche economico: c’è un baby monitor di seconda mano da 10 € mentre devi contare 45 € per uno nuovo.

> Consulta alcuni indirizzi utili per trovare attrezzature per bambini di seconda mano.
 

8. Posizionare il baby monitor ad almeno un metro di distanza dal bambino

Qualunque modello tu scelga, lasciamo un minimo di un metro tra il dispositivo e il bambino perché la radiazione diminuisce molto rapidamente con la distanza. 3 metri è l’ideale. I bambini sono più sensibili degli adulti alle onde elettromagnetiche. [6]
 

9. Fare a meno di un baby monitor

È anche possibile non utilizzare un baby monitor. Soprattutto se la camera del bambino è vicina alla camera dei genitori o al soggiorno.  
 

Più informazioni

  • Bambino naturale: quale materiale utile ed economico scegliere?
  • Come organizzare la stanza del bambino in modo naturale?
     
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

[1] I baby monitor digitali (DECT, come i telefoni cordless) funzionano con onde pulsate. Questo non è correlato al carattere digitale, ma il punto è che i baby monitor digitali utilizzano onde pulsate. Le onde pulsate inducono più effetti di quelle non pulsate.

[2] I dispositivi digitali si riconoscono a vicenda. Questo è, ad esempio, ciò che ti impedisce di ascoltare la conversazione GSM del tuo vicino con il tuo telefono. Con i baby monitor analogici, il suono viene trasmesso “in chiaro” e può quindi essere captato da altri dispositivi.

[3] Sperando che nessuno usi la tua stessa frequenza …

[4] Fondamentalmente una telecamera di sorveglianza per bambini.

[5] C’è un’emissione di onde più grandi perché ci sono più informazioni da trasmettere, proprio come guardare un video di Youtube consuma più dati di una canzone senza video, per esempio.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Voce inutile del mese: il cubetto di ghiaccio che non devi nemmeno fare da solo dici

Auto elettrica: i suoi vantaggi e svantaggi