in

Mangia meno carne: da dove cominciare?

È deciso, vuoi mangiare meno carne. Va detto che ci sono tanti buoni motivi per ridurre il consumo di carne.

Ma spesso non sappiamo davvero come farlo o da dove cominciare. Dovremmo comprare carne finta? Lenticchie? Solo un’insalata?

Niente panico. Diventare un flessitario non è così complicato. E questo è anche uno dei consigli per mangiare biologico senza costi aggiuntivi!

Ecco 9 idee per accompagnarti passo dopo passo …
 

1. Prendi in considerazione le abitudini

Cambiare le tue abitudini richiede tempo. Iniziare in piccolo e progredire gradualmente aumenta le tue possibilità di successo.

Se acquisti spesso piatti pronti, può essere utile continuare a comprare piatti pronti, ma senza carne. Allo stesso modo, se mangi spesso panini all’ora di pranzo, sarà più facile scegliere condimenti senza carne che iniziare a preparare un picnic o cambiare indirizzo per il pranzo.

Non c’è bisogno di passare durante la notte da un classico menu di carne + verdura a un piatto 100% vegano, locale e stagionale. Siamo qui per migliorare in modo sostenibile la nostra dieta, non per seguire una dieta rigorosa a cui rinunceremo dopo due settimane!
 

2. Ridurre le quantità

Il consumo di carne consigliato per la salute va da 75 a 100 g / giorno per persona (a seconda del sesso, dell’età e dell’attività fisica di ogni individuo). Questo è circa il 25% in meno di quello che mangiamo attualmente (121 g / giorno).

Innanzitutto, il modo più semplice è ridurre le dimensioni delle porzioni di carne:

  • scegli pezzi più piccoli (ad esempio una bistecca da 80 g);
  • mangiare solo una salsiccia e non due;
  • mettere meno carne macinata nel ragù alla bolognese;

Approfittiamo di questa economia per favorire la qualità della carne belga . Ad esempio un pollo biologico o un filetto di manzo di un allevatore locale. Alcuni indirizzi: comproprietario, contadini artigiani, GAC (gruppi di acquisto congiunto) o la guida biologica a Bruxelles o l’elenco degli indirizzi biologici in Vallonia. Il sito dei mercati belgi consente anche di cercare la parola chiave “biologico”.
 

3. Introduci una giornata senza carne

Come il giovedì vegetariano, perché non iniziare la stessa abitudine a casa? Non devi farlo di giovedì. Ma programmare un giorno specifico della settimana crea una nuova abitudine ed evita (troppo facilmente) di rimandare il pasto senza carne.
 

4. Prepara piatti vegani che conosci già più spesso

Ci sono sicuramente già dei piatti vegetariani che prepariamo e gustiamo. Probabilmente senza aver mai puntato sull’assenza di carne. Puoi iniziare preparandoli più spesso.

Tra i classici:

  • frittata;
  • un numero impressionante di ricette a base di pasta (con 3 formaggi, salsa di pomodoro piccante, funghi porcini, pesto, ecc.);
  • l’insalata mista gourmet;
  • raclette, fonduta (con formaggio);
  • la quiche di verdure;
  • il risotto;
  • pomodoro-mozzarella;

  •  

5. Pianta ciò che ci piace mangiare

Piuttosto che provare ogni giorno una nuova ricetta vegetariana, è più facile vegetare ciò che già ti piace mangiare:

Zucchine ripiene di riso, olive ed erbe aromatiche

  • Sostituire il trito alla bolognese con il trito di verdure.
  • Scambia la pancetta con semi di girasole tostati a secco, glassati con salsa di soia (per il lato poco salato da aggiungere alla preparazione).
  • Prova un panino con l’hummus a mezzogiorno, invece del tradizionale prosciutto e formaggio.
  • Optare per la lasagna di ricotta e spinaci, invece della lasagna alla bolognese.
  • Prepara (o ordina) una pizza senza carne.
  • Prepara le verdure farcite con riso ed erbe piuttosto che tritate.
  • Prova le polpette di Liegi in salsa di coniglio con tofu o seitan.

  •  

6. Evita i piatti in cui la carne non è usata molto.

Un panino con pollo al curry o una maionese di tonno ha un sapore particolarmente buono per la salsa che accompagna la carne. Meglio un buon pezzo di pollo ogni tanto che mangiare quello che a volte viene messo nelle “insalate” per i panini.

7. Sostituisci la carne con qualcosa che gli assomigli

Crocchette vegetariane con piatto ricco di verdure

Ogni supermercato ora ha una buona scelta di hamburger, carne macinata o pepite vegetariane. Questi sostituti della carne sono pratici : il piatto rimane uguale al solito, basta sostituire il pezzo di carne con un equivalente vegetale. È quindi una buona opzione per i principianti o per i giorni in cui c’è poco tempo.

Tuttavia, dovremmo evitare di consumarlo a tutti i pasti. La maggior parte di questi sono prodotti industriali , la cui qualità nutritiva varia notevolmente. Sono spesso ricchi di grassi, sale e additivi. Test-Achats ha compilato un elenco di “sostituti di qualità” e quelli che sono “troppo grassi, troppo salati, non abbastanza nutrienti”.
 

8. Scopri nuovi cibi

La cucina vegetariana è molto ampia e alcune culture hanno una grande tradizione di vegetarianismo. Perché non trarne ispirazione? La cucina indiana offre una moltitudine di variazioni su curry di verdure, lenticchie dhal (o dal), ceci fritti … Se le spezie fanno parte del divertimento, nulla impedisce di assaggiare il suo gusto. Che ne dici di un “chili sin carne” o un tabbouleh di quinoa?

> Guarda una ricetta di dhal di lenticchie.

Il piatto vegetariano è ovviamente generoso nelle verdure di ogni tipo. Sono preferibilmente scelti locali, stagionali e biologici .

Oltre alle verdure, c’è una vasta gamma di ingredienti gustosi , a volte sconosciuti. Possiamo approfittare di un pasto abituale per scoprire l’uno o l’altro. Quindi, secondo le sue preferenze, li uniremo per comporre deliziosi piatti vegetariani variegati:

  • ortaggi coltivati, conosciuti o meno conosciuti come polpette, bietole, pastinache …
  • verdure latto-fermentate e semi germogliati
    Insalata estiva con lenticchie e semi germogliati

  • piante selvatiche: ortiche, consolida maggiore, panace, cerastio …
  • alghe: lattuga di mare, alghe, wakame …
  • funghi
  • frutta fresca e secca: mele, pere, albicocche …
  • cereali: riso, frumento, mais, orzo, segale, avena, miglio, quinoa, grano saraceno …
  • legumi: piselli, ceci, lenticchie, fagioli e fagioli, soia …
  • semi oleosi: semi di sesamo, lino, zucca o girasole, chia … ma anche noci, nocciole, olive …
  • aromatici ed erbe: curry, paprika, peperoni, cumino, prezzemolo, basilico, origano …
  • latticini e uova

Internet è pieno di ricette per guidare i neofiti nelle prime preparazioni. Mangiare meno carne significa anche scoprire nuove ricette per variare i piaceri!
 

9. Prova un ristorante vegetariano

Cosa potrebbe esserci di più semplice che andare direttamente ad assaggiare ciò che i vegetariani stanno già facendo? Cosa scoprire nuovi sapori e un orizzonte lontano dal menù con l’insalata primaverile come unica alternativa alla carne.

  • Il menu Vegetik dei ristoranti “vegetariani”
  • 65 indirizzi vegetariani o con una buona scelta vegetariana in Vallonia e Bruxelles
  • Le tavole vegetali di Influences Végétales
     

Vai oltre: diventa vegetariano o vegano

Diventare vegetariani richiede un po ‘più di impegno che essere flessibili. Ma partendo dal suo slancio “meno carne”, si potrebbe essere tentati di spingere ulteriormente l’avventura. Molte persone praticano il vegetarismo senza preoccupazioni. È difficile essere veramente carenti da adulti se si segue una dieta ben variata. Ma sarà comunque necessario essere attenti all’equilibrio dei pasti.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

I migliori sconti del Cyber ​​Monday 2020 sui prodotti naturali

Come conservare le verdure sott’olio?