in

11 piccoli passi verso una casa a rifiuti zero (che fa risparmiare tempo e denaro!)

È chiaro che la plastica sta diventando un enorme problema nella nostra società e nell’ambiente. In quanto consumatori, a volte può sembrare che non ci sia nulla che possiamo fare per arginare il flusso di prodotti monouso sul mercato (e quindi nelle discariche). Il movimento zero rifiuti è un modo in cui possiamo fare la differenza nelle nostre case che può avere un grande impatto nel mondo.

Cos’è il Movimento Rifiuti Zero?

Il movimento zero rifiuti è una filosofia del riciclaggio dei rifiuti che supporta l’obiettivo di rifiuti zero (nessun rifiuto che va in discarica, inceneritore e oceano). La filosofia zero-spreco non è solo per i consumatori, ma include produzione, imballaggio e altro ancora responsabili.

Alcune aziende usano il termine “rifiuti zero in discarica” ​​per descrivere le loro pratiche commerciali sui rifiuti, ma questo termine può essere fuorviante. Ad esempio, incenerire i rifiuti in modo che non finiscano in discarica rientrerebbe in questo termine, ma non si adatta alla filosofia di ridurre i rifiuti attraverso un migliore utilizzo delle risorse.

Fondamentalmente, il movimento zero rifiuti mira a ridurre la creazione di rifiuti attraverso migliori pratiche di produzione e utilizzo delle risorse. Per gli individui, ciò significa supportare le aziende a basso consumo di rifiuti e fare anche scelte individuali per ridurre gli sprechi.

Posso davvero essere zero spreco?

In una società che ha ottenuto zero rifiuti nella produzione e nel governo, ad esempio, sarebbe facile anche per i consumatori essere zero rifiuti. Nella nostra attuale cultura monouso e usa e getta, è molto più impegnativo (per usare un eufemismo).

Significa che è impossibile? No! Alcune famiglie trovano un modo e io le ammiro. Allo stesso tempo, non scoraggiarti se non puoi essere zero rifiuti. Nella nostra famiglia, zero rifiuti è più un ideale che un obiettivo difficile. Ogni piccolo aiuto aiuta e più possiamo fare come individui, maggiore è la pressione sulle grandi aziende e sul governo per attuare cambiamenti in tutto il mondo.

Vantaggi di uno stile di vita a rifiuti zero

Il vantaggio più evidente di uno stile di vita a rifiuti zero è che riduce gli sprechi. Ciò significa che meno cose vanno in discarica, meno inquinamento e meno risorse utilizzate. Ma ci sono molti altri vantaggi oltre ad aiutare l’ambiente!

Risparmia denaro

Quando ti impegni in uno stile di vita a rifiuti zero, diventi più consapevole di ciò che entra nella tua vita e nella tua casa . Potresti pensarci due volte prima di acquistare alcuni articoli che inevitabilmente si trasformeranno in rifiuti o che vengono forniti con molti imballaggi.

Utilizzare le risorse in modo più saggio significa anche non sprecarle e dover acquistare nuovi articoli per sostituirle.

Quando si devia il cibo o si ricicla dalla spazzatura, è possibile ridurre anche il conto della spazzatura.

Risparmia tempo

Ridurre la quantità di cose che entrano in casa può aiutare a ridurre il tempo necessario per pulirla e riporla. Inoltre, essere più liberi di sprecare risorse e beni può significare meno viaggi al negozio e meno tempo per prendere decisioni di acquisto.

Promuove una sana alimentazione

È molto più probabile che il cibo spazzatura venga confezionato in imballaggi di plastica monodose rispetto al cibo reale. Evitare questo tipo di imballaggio inutile ti aiuterà anche a evitare quei cibi malsani. Gli alimenti che possono essere acquistati sfusi (con i tuoi contenitori) di solito sono cibi integrali che sono molto più sani (e possono essere anche meno costosi!).

Insegna ai bambini lezioni preziose

Durante un viaggio a rifiuti zero, probabilmente sarai molto più intenzionale su ciò che scegli di acquistare e portare a casa. Questa è una grande lezione per i bambini sul valore dei beni (o sulla loro mancanza). Con la cultura dello scarto in cui viviamo, i bambini spesso vedono tutto come sostituibile. Senza nemmeno sapere che lo stiamo facendo, potremmo mostrare loro che non vale la pena occuparsi di cose. Ma essendo più intenzionali su ciò che scegliamo di acquistare e mantenere, stiamo mostrando ai nostri figli che compriamo solo poche cose , quindi dovremmo prenderci cura di loro.

Riporta le abilità perse

I bambini imparano anche il valore della riparazione, del riutilizzo e della creatività con i materiali trovati. Se non sei disposto ad acquistare un sostituto economico in un grande negozio di scatole, potresti dover essere creativo con ciò che hai e imparare a risolverlo. Queste sono abilità preziose per i nostri figli.

10 piccoli passi verso una casa (vicina a) rifiuti zero

La vita a rifiuti zero può sembrare opprimente e impossibile, ma con pochi semplici cambiamenti puoi fare un’enorme differenza.

1. Adotta un approccio lento

Saltare in uno stile di vita a rifiuti zero causerà solo frustrazione e sopraffazione. Invece, fai un piccolo passo alla volta.

2. Condurre un controllo del cestino

Guarda tra i rifiuti domestici e prendi nota mentalmente di ciò che si presenta di più nella spazzatura. Questo può darti un’idea di dove iniziare a ridurre i rifiuti. Forse c’è un sacco di cibo avariato, sacchetti di plastica con cerniera o imballaggi di plastica.

3. Cucinare a casa

Cucinare a casa è un ottimo modo per ridurre gli sprechi. I cibi preparati e confezionati, così come il cibo da asporto, saranno sempre confezionati in un sacco di imballaggi dispendiosi. Preparare i pasti a casa elimina gli imballaggi necessari. Anche se acquisti i tuoi ingredienti al supermercato senza acquistare all’ingrosso o portare i tuoi contenitori, risparmierai comunque un sacco di imballaggi. Inoltre, cucinare a casa ha l’ulteriore vantaggio di essere molto più salutare. Ecco il mio piano di cottura in lotti preferito per famiglie impegnate.

4. Bere più acqua

Probabilmente potremmo tutti trarre vantaggio dal bere più acqua ogni giorno. Ma anche bere più acqua (da casa) può aiutare a ridurre gli sprechi. Le bottiglie di plastica monouso per bevande sono uno dei maggiori inquinanti. Le bevande nei tetrapak sono altrettanto cattive. Invece, procurati un filtro per l’acqua per la tua casa e porta la tua bottiglia d’acqua quando esci.

Ciò non significa che non puoi mai bere altro che acqua. Invece bevi tè fatto in casa con foglie sfuse o un po ‘di  kombucha fatto in casa.

5. Scambia i criminali più grandi

Fare alcuni semplici scambi può far risparmiare molti rifiuti e avvicinarti di un passo a uno stile di vita zero rifiuti. So che questa sembra un’altra cosa nella lista delle cose da fare, quindi ecco alcuni scambi facili e indolori (e potresti anche risparmiare un po ‘di soldi!).

  • Bottiglie d’acqua – Usa una bottiglia d’acqua riutilizzabile al posto di quelle usa e getta.
  • Tazzine da caffè – Anche le tazze da caffè in carta possono essere rivestite di plastica. Invece, porta la tua tazza. Mi piacciono i bicchieri per bevande calde o fredde in vetro e silicone ( questo è il mio preferito ). Portare il proprio caffè da casa può anche aiutare a risparmiare denaro ed è più salutare della maggior parte dei caffè delle caffetterie.
  • Cannucce : sono un enorme problema per l’ambiente ma sono anche uno dei luoghi più facili per apportare un cambiamento. Quando possibile, rifiuta semplicemente le cannucce di plastica. Se hai bisogno di una cannuccia, valuta di portarne una tua. Mi piacciono le  cannucce in acciaio inossidabile , le cannucce di vetro (fai attenzione solo con loro) e le cannucce di silicone.
  • Borse della spesa – Una volta che ti sei abituato a ricordare le tue borse di stoffa riutilizzabili quando fai la spesa (questa è la parte difficile!), È davvero facile ridurre il numero di sacchetti di plastica che porti a casa. Per prima cosa, un sacchetto della spesa riutilizzabile di qualità (come questi sacchetti della spesa riutilizzabili super resistenti ) può trasportare da 2 a 4 volte quello che può fare un sacchetto di plastica. Questi sono particolarmente utili nei mercati degli agricoltori poiché non tutti i venditori hanno borse per te.
  • Saponetta – Senza dover cambiare la tua routine, puoi ridurre l’uso della plastica. Scegli la saponetta rispetto a quella liquida conservata in contenitori di plastica. Le saponette durano più a lungo e sono buone quanto quelle liquide (se scegli il tipo giusto). Mi piacciono le barrette di sapone e shampoo fatte in casa , ma quando non ce la faccio, scelgo le saponette fatte con ingredienti biologici che posso pronunciare.
  • Tovaglioli di carta (non) – Invece di acquistare asciugamani di carta ogni settimana, considera di investire in alcuni panni riutilizzabili . Non ci vuole molto tempo per lavarli con il resto del bucato e risparmierai molta carta. In alternativa, puoi compostare i tovaglioli di carta per tenerli lontani dalla discarica.

Se sostituisci un solo contenitore di plastica con qualcosa di più sostenibile quando puoi, stai facendo enormi progressi. Un modo semplice per farlo è sostituire i flaconi di detersivo per bucato monouso con caraffe riutilizzabili tramite MyGreenFills .

6. Sbarazzarsi della posta indesiderata

La posta indesiderata non è solo un enorme spreco di carta, inchiostro, elettricità (per la stampa), ecc., È anche un’enorme perdita di tempo quando devi riciclarla. Iscriviti a  dmachoice.org , optoutprescreen.org e catalogchoice.org per ridurre quanto ti viene inviato. Puoi anche provare a contattare l’azienda che lo invia e chiedere loro di toglierti dalla loro lista.

7. Acquista prodotti di qualità

La cultura dello scarto in cui viviamo si estende dalla moda agli elettrodomestici da cucina e tutto il resto. Acquistando articoli di altissima qualità che possiamo permetterci, possiamo ridurre la quantità di materiale che entra nella spazzatura e nelle discariche. Gli articoli di qualità superiore durano molto più a lungo delle opzioni più economiche e spesso sono più economici nel lungo periodo!

8. Acquista di seconda mano

Un modo per ridurre gli sprechi è acquistare di seconda mano quando possibile. Cerca articoli di alta qualità nei negozi di seconda mano invece di acquistarne di nuovi. Riduci la quantità di imballaggi da buttare e dai una nuova vita a qualcosa di vecchio. Se hai poco tempo (non siamo tutti) ci sono negozi di seconda mano online come ThredUp dove puoi trovare cose davvero carine senza dover setacciare il negozio di spedizione.

9. Inizia il compostaggio

Secondo l’Environmental Protection Agency (EPA), il 22% dei rifiuti solidi che entrano nelle discariche è costituito da cibo . Deviare questo cibo in un cumulo di compost invece che nella spazzatura è un ottimo modo per ridurre lo spreco di cibo e il conto della spazzatura. Tutto ciò di cui hai bisogno è un contenitore per compost da appoggio (può essere semplice come una ciotola) e un punto nel tuo giardino per iniziare un cumulo di compost .

10. Passa ai prodotti per la cura femminile a spreco zero

Scegli assorbenti e coppette mestruali piuttosto che assorbenti e tamponi convenzionali. I tamponi e gli assorbenti convenzionali sono caricati con sostanze chimiche nocive e pesticidi che possono facilmente accumularsi con l’uso mensile. Una volta capito (c’è una leggera curva di apprendimento) una coppetta mestruale non è solo a basso consumo,  ma può farti risparmiare un sacco di soldi e proteggere la tua salute.

11. Abbandona il TP!

Molte parti del mondo usano un bidet al posto della carta igienica. I bidet consumano meno acqua ed energia rispetto a quella utilizzata nella produzione di carta igienica, e molti dicono che sia un’esperienza più pulita e fresca. Ecco cosa considerare prima di passare a un bidet .

Suggerimenti avanzati per una vita a rifiuti zero

Se hai le basi e desideri ridurre ulteriormente gli sprechi, prova alcuni di questi. Scommetto che ne fai già alcuni!

  • Salta la carta igienica. Usa invece dei panni o investi in un bidet.
  • Trova negozi locali per lo shopping all’ingrosso.
  • Crea i tuoi articoli per la cura personale (come deodoranti, lozioni e altre ricette di bellezza ).
  • Crea un giardino.
  • Pannolini di stoffa i tuoi bambini.
  • Passa dal dentifricio al dentifricio in polvere.
  • Scegli i fazzoletti sui tessuti.
  • Prepara dei panni con vecchi asciugamani e lenzuola.
  • Cambia carta regalo non riciclabile per idee ecologiche come sacchetti regalo di stoffa riutilizzabili.

Più pratichi la vita a rifiuti zero, più facile diventerà e più potrai fare a sprecare zero!

Baby Steps Matter!

L’obiettivo non è quello di diventare necessariamente una famiglia di barattoli della spazzatura (alcune persone possono contenere  la spazzatura di un anno in un solo barattolo di vetro !). Il punto è fare piccole cose per ridurre il nostro bisogno di prodotti e materiali ad alto spreco. Meglio facciamo e più chiediamo prodotti a scarto zero, prima le aziende si avvicineranno per soddisfare la domanda. Quando ci riuniremo per ridurre la produzione e il consumo dispendiosi, ne raccoglieremo tutti i benefici.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

I migliori oli essenziali da utilizzare in auto

Come provare la fermentazione nella tua cucina per i probiotici a buon mercato