in

Cura del prato biologica: come coltivare un bel prato in modo naturale

C’era una volta un paesaggista ben intenzionato si offrì di fare dei lavori per il nostro giardino. Ha suggerito di spruzzare il giardino con il glifosato per “sbarazzarsi di tutti gli antiestetici denti di leone e le erbacce (* ehm * come la piantaggine ) per far crescere un bel prato.

Il poveretto non capiva bene perché fossi così irremovibile che non sarebbe mai stato spruzzato il glifosato nel nostro cortile in nessuna circostanza. Ha insistito sul fatto che “è davvero non tossico e completamente sicuro non appena si asciuga”.

Ho anche dovuto spiegargli che in realtà ci piacciono quelle cosiddette “erbacce” nel nostro cortile e che le usiamo in vari modi . La nostra definizione di “buon prato” era diversa dalla sua!

È possibile coltivare naturalmente un bel prato?

In molti luoghi, un prato attraente e “buono” significa uno privo di erbacce con un tappeto rigoglioso di erba verde uniforme. In effetti, gli americani sono così ossessionati dai prati attraenti che ora è un’industria multimiliardaria.

Spendiamo soldi per uccidere le piante che stanno già crescendo e poi piantiamo o zolle con l’erba. Sostituiamo i rivestimenti naturali del terreno come trifoglio, piantaggine e dente di leone ( che sono ottimi per gli impollinatori ) con erba senza fiori per motivi di bellezza.

Capisco decisamente perché, e in molti quartieri con HOA, questi sono requisiti. La buona notizia è che ci sono molti modi per mantenere un prato attraente senza la necessità di prodotti chimici aggressivi.

Effettuare questo passaggio può effettivamente aiutare a risparmiare denaro. Migliorerà anche la crescita degli impollinatori e ridurrà l’uso e l’esposizione a sostanze chimiche. Creerà anche un prato più sicuro per far giocare i bambini e gli animali domestici!

Il problema con i prodotti chimici del prato

Molte persone presumono che i prodotti chimici del prato siano completamente innocui, ma non è così. Considera questo:

La nostra storia d’amore con i prati ha un costo. Ogni anno i proprietari di case statunitensi applicano più di 3 milioni di tonnellate di fertilizzanti sintetici per prati e 70 milioni di libbre di pesticidi ed erbicidi per prati. Queste sostanze chimiche rappresentano un serio pericolo per i nostri bambini, i nostri animali domestici e la fauna selvatica di ogni tipo. A peggiorare le cose, si stima che il 65% di queste sostanze chimiche finisca nei nostri laghi, fiumi e falde acquifere sotterranee. ( Gardeners.com )

La US Wildlife Federation riporta anche questi effetti ambientali delle nostre pratiche di cura del prato:

  • Il prato medio raggiunge fino a 10 volte l’uso di pesticidi chimici ed erbicidi rispetto ai terreni agricoli commerciali! Ciò significa che l’erba su cui i tuoi figli corrono a piedi nudi probabilmente contiene più sostanze chimiche rispetto ai raccolti di grano, mais e soia spruzzati commercialmente. (Ovviamente, anche questo non è ottimo per gli animali domestici!)
  • Quando queste sostanze chimiche vengono utilizzate fino al 90% della popolazione di lombrichi in un prato viene uccisa. Questo è molto dannoso per il suolo nel tempo.
  • Attrezzature da giardino come falciatrici e diserbatrici (o diserbatrici, a seconda di dove vieni), emettono molti più rifiuti nell’aria rispetto alle automobili e ai camion.
  • Il 25-60% del consumo idrico residenziale (a seconda della posizione) va all’irrigazione dei prati. Con la siccità in molte aree, questo è un notevole carico idrico.

Nozioni di base per la cura del prato naturale e biologico

Passare alla cura del prato naturale può essere uno degli interruttori più facili ed economici che puoi realizzare. È certamente un processo più semplice rispetto a cose come migliorare l’acqua di casa o persino rivedere i pasti con la pianificazione dei pasti (anche se consiglio anche quelli!) .

A partire dalla primavera, utilizza questi passaggi di base per creare un prato più naturale:

Migliora il suolo

Molti bei prati sono davvero belli in superficie. Un problema con l’irrigazione è che influisce sulla qualità del sistema radicale. (Fatto divertente: questo podcast spiega come l’irrigazione abbassa la qualità dell’uva coltivata per il vino.)

La maggior parte dei prati è abituata ad essere nutrita e annaffiata dall’alto mediante irrigazione e fertilizzante. Non hanno un sistema di radici profonde e quindi la siccità o altri problemi li influenzano facilmente.

Quando si tratta di coltivare qualsiasi cosa, compreso un prato, è bene iniziare dal basso verso l’alto. Migliorare prima il suolo darà alla tua erba una base per la crescita a lungo termine. Inoltre renderà l’erba più resistente e ridurrà la necessità di annaffiare e prodotti chimici.

I test del suolo ti aiutano a sapere cosa è necessario per il tuo prato. Test del suolo gratuiti o poco costosi sono disponibili in molti uffici di estensione della contea o negozi di giardinaggio locali. Trovane uno nella tua zona per fare un test del suolo.

Se non vuoi testare il suolo, usa una pala per rimuovere una sezione profonda 6 pollici di terreno ed erba. Il terreno sano dovrebbe essere scuro e sbriciolarsi facilmente e l’erba dovrebbe avere un forte apparato radicale. Un accumulo di materia morta alla base dell’erba (chiamato paglia) può anche indicare una scarsa qualità del suolo. Nell’erba sana, il paglia si verifica raramente poiché i microrganismi attivi in ​​un buon terreno lo scompongono.

Un buon terreno per l’erba ha anche un pH leggermente acido e poco inferiore a 7.

Passi per un terreno erboso migliore

  • In primo luogo, aerare in primavera, se necessario, per migliorare la consistenza del suolo.
  • Quindi, concimare una volta all’anno con il compost . Questo si chiama topdressing e viene fatto aggiungendo fino a un pollice di compost o terriccio e rastrellando l’erba.
  • Infine, aggiungere i regolatori di pH, se necessario, per ottenere il pH nell’intervallo ottimale.

Scegli l’erba buona

Chiedete a un ufficio 4-H locale o ad un esperto di cura del prato quali erbe sono originarie della zona. Scegli uno che sia resistente e non abbia bisogno di molta acqua extra.

Considera anche i requisiti di sole e ombra, quanto traffico riceve il tuo prato e quanta pioggia riceve la tua zona quando scegli un prato. L’Università della Georgia- College of Agricultural and Environmental Sciences suggerisce questi come i tempi massimi di attesa tra le annaffiature per diversi tipi di erba:

12-21 giorni: Bahia grass, Buffalo gass, Bermuda grass, St. Augustine grass, Centipede grass
8-12 giorni: Carpet grass, Fine festuca, Kikuyu grass, Seashore paspalum, Tall fescue, Zoysia
5-7 giorni: Ryegrass, Kentucky Bluegrass, Bentgrass

Questi tempi sono una buona misura di un’erba che cresce bene nella tua zona e una metrica utile nella selezione di un’erba.

Potresti non amare sentirlo, ma coltivare una singola pianta (come un tipo di erba) su una vasta area è innaturale. Ciò aumenta la possibilità di malattie e la domanda di nutrienti.

Aggiungi un raccolto come il trifoglio bianco all’erba per migliorare il contenuto di azoto del terreno e mantenere un prato denso e rigoglioso. Se ne hai la capacità, convertire parte del tuo prato in un’area di coltivazione di fiori selvatici per fiori locali è un ottimo modo per migliorare il suolo e rendere felici gli impollinatori.

Passi per la scelta dell’erba buona per un prato

  • Innanzitutto, assicurati che il terreno sia pronto.
  • Scopri quali varietà di erba crescono meglio nella tua zona.
  • Scegli un’erba che corrisponda alle condizioni del tuo giardino (ombra / sole, ecc.) E che non richieda molta annaffiatura.
  • Infine, semina in autunno. La semina eccessiva sta diffondendo 3-4 libbre di semi di erba per 1000 piedi di prato. Taglia l’erba a circa 2-2,5 pollici prima della semina per una crescita ottimale.

Falciare nel modo giusto

La maggior parte di noi falcia eccessivamente i propri cortili. Perché tutto quel lavoro extra senza una buona ragione?

Pensiamo che più corto sia meglio, ma non lo è! È molto meglio falciare spesso ma non così breve. Tagliare l’erba sotto i 2 pollici può stressare la pianta ed esporre le radici. Ciò causa anche l’eccessiva essiccazione e può esaurire le risorse del suolo più rapidamente.

Passi per falciare nel modo giusto:

  • Non falciare più corto di 3 pollici.
  • Falciare più spesso e non tagliare più di 1/3 della foglia alla volta.
  • Non falciare quando è troppo caldo o troppo secco.
  • Mantenere la lama del tosaerba affilata e impostarla al massimo.
  • Se hai un prato piccolo, considera l’utilizzo di un tosaerba a bobina (questo ci piace ) e fai un po ‘di esercizio!

Acqua con attenzione

L’irrigazione del prato rappresenta oltre la metà del consumo idrico residenziale in estate. L’utilizzo dei passaggi precedenti ridurrà la quantità di acqua necessaria e creerà un prato più resistente.

È anche importante annaffiare costantemente, ma non troppo spesso. Lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra costringe l’erba a far crescere le radici più profonde per trovare l’acqua. Quando fai l’acqua, innaffia profondamente.

Circa un centimetro alla settimana – e ricorda, questo include le piogge – dovrebbe mantenere un prato sano e verde.

Passi per innaffiare l’erba per un buon prato:

  • Innaffia meno frequentemente ma più profondamente.
  • Scegli l’erba più resistente alla siccità.
  • La maggior parte dei prati ha bisogno di circa 1 pollice a settimana.
  • Se piove più di 1 pollice a settimana, non è necessario annaffiare.

Fertilizzare naturalmente

Non c’è davvero bisogno di costosi fertilizzanti chimici. I fertilizzanti naturali come il compost funzionano altrettanto bene!

Le soluzioni naturali nutrono anche il terreno nel tempo, non solo nutrono l’erba dall’alto. Questo crea un prato più forte nel tempo.

Il top dressing è un modo per farlo. Spargi il compost da 1/2 pollice o il fertilizzante naturale sull’erba e rastrella. In alternativa, distribuisci fertilizzante naturale dopo l’aerazione o prima dell’irrigazione.

Aggiungi i nutrienti necessari determinati dai test del suolo. Il tuo prato migliorerà notevolmente se la tua erba ha bisogno di determinati nutrienti o di un pH diverso.

Passaggi per fertilizzare naturalmente:

  • Trasmetti un fertilizzante naturale in autunno o in primavera.
  • Topdress con 1/2 pollice di compost o fertilizzante naturale e rastrello nell’erba.
  • Usa un estratto di alghe come fertilizzante aggiuntivo.
  • Concentrati sulla qualità del suolo nel tempo invece di una soluzione rapida.

Stop alle erbacce senza sostanze chimiche nocive

Questa è la parte più difficile da fare naturalmente, ma puoi farcela!

Sapevi che le erbacce possono essere un’indicazione che la salute del prato non è ottimale? Migliora il terreno e sarai già un lungo cammino verso la riduzione della crescita delle erbe infestanti. Molti erbicidi sono dannosi anche per l’uomo e gli animali! Gli studi dimostrano che le sostanze chimiche nella cura del prato convenzionale contribuiscono ai problemi della tiroide e persino al linfoma non Hodgkin. Il glifosato è tutta un’altra storia e sicuramente non appartiene a un prato dove giocano bambini e animali domestici.

La soluzione organica per la cura del prato: lasciare l’erba più a lungo aiuta anche a controllare la popolazione di erbe infestanti lasciando una superficie più ampia per la fotosintesi dell’erba.

Passi per ridurre le erbacce naturalmente:

  • Molte erbacce sono in realtà erbe con molti benefici. Non rimuoverli affatto!
  • Lascia l’erba più a lungo in modo che resista alle erbacce in modo naturale.
  • Aggiungi una seconda pianta al tuo prato come il trifoglio bianco per competere con le erbacce e ricostituire il terreno.
  • Evita i diserbanti nocivi e usa invece metodi naturali.

Coltiva un giardino invece!

Ti senti davvero coraggioso?

Abbandona completamente il prato e coltiva un giardino !

Puoi coltivare verdure, erbe e frutta nel tuo giardino e renderlo anche bello! Incorporare verdure ed erbe in un letto da giardino esistente per una facile transizione.

O:

Fai di tutto e trasforma il tuo intero cortile in un rigoglioso orto. Gli orti urbani del cortile stanno diventando molto popolari. Sono un’ottima alternativa a un raccolto mono come l’erba e ottieni anche cibo!

Inoltre, il giardinaggio è più economico della terapia e ottieni pomodori!

Molti HOA non consentono giardini commestibili nei cortili anteriori, ma puoi lavorare piante commestibili nel tuo paesaggio. Se hai un orto urbano nel tuo cortile, condividi come l’hai fatto nei commenti!

Coltivare un bel prato naturalmente: linea di fondo

Puoi coltivare un prato sano e bello senza sostanze chimiche nocive!

Scegli un’erba nativa per la tua zona. Aggiungi una pianta in omaggio come il trifoglio bianco o persino i fiori di campo! Acqua quando necessario in modo coerente ma non così spesso. Fertilizzare naturalmente e aggiungere il compost per migliorare il terreno.

L’ambiente, i tuoi animali domestici e le api ti ringrazieranno!

Usi la cura del prato biologico? Quali metodi sostenibili hai trovato per coltivare un bel prato? Dimmelo qui sotto!

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Usi di amamelide e benefici naturali per la pelle

Come il microbioma domestico influisce sulla salute (e come migliorarlo)