in

Come usare gli oli essenziali per la pulizia?

Gli oli essenziali (ET) sono estratti vegetali molto potenti. Esistono più di 500 tipi 1 . Ognuno ha le sue proprietà … Sebbene opzionali, alcuni possono essere utili per la pulizia: dare un buon odore, disinfettare, igienizzare … Devi solo consultare le precauzioni d’uso prima di utilizzarli.

Sommario:

Quali oli essenziali per la casa?

Come usarli?

Precauzioni per l’uso

Come riconoscere un olio essenziale di qualità?

Conservazione

– – – – – – –

Quali oli essenziali scegliere per la casa?

Ecco una selezione di oli essenziali per mantenere la tua casa. Non devi mescolarli tutti. Si può scegliere l’uno o l’altro in base alle proprie proprietà e all’odore desiderato.

Nome della pianta

Nome latino

Proprietà della famiglia

Parte della pianta utilizzata

Principali costituenti chimici

Limone

Citrus limon

  • Antisettico +++
  • Antibatterico +++
  • Antivirale
  • Buon odore di pulito

Zest

 

Limonene, terpineni, aldeidi, ecc.

Pino silvestre

Pinus sylvestris

  • Antisettico +++
  • Buon odore di pulito

Aghi

Alfa e beta pineni, limonene, ecc.

Eucalipto

Eucalyptus radiata o Eucalyptus globulus

  • Antisettico
  • Antibatterico ++
  • Antivirale +++
  • Buon odore di pulito

Foglie, ramoscelli

Pineni alfa e beta. Ossidi di terpene (1,8 cineolo), ecc.

Abete

Abies balsamea

  • Antisettico ++
  • Buon odore di pulito

Aghi

Alfa e beta pineni, canfene, 3-carene, limonene, ecc.

Menta Pepe

Mentha piperita

  • Antisettico
  • Antibatterico
  • Antivirale
  • Fungicida
  • Vermicida
  • Buon odore di pulito

Cime fiorite

Mentolo, alfa e beta pineni, limonene, ecc.

Lavanda aspica

Lavandula spica o Latifolia cineolifera

  • Antisettico
  • Battericida
  • Antivirale
  • Fungicida
  • Repellente per le tarme
  • Buon odore di pulito

Cime fiorite

Ossidi terpenici (1,8 cineolo), alcoli (linalolo), chetoni (canfora), ecc.

Citronella

Cymbopogon nardus

  • Antisettico
  • Antibatterico
  • Repellente per insetti

Erbe aromatiche

Geraniolo, citronellolo, ecc.

Pompelmo

Citrus paradisii

  • Antisettico per via aerea

Zest

Limonene, ecc.

Artiglieria pesante (la più potente)

Albero del tè

Melaleuca alternifolia

  • Potente antibatterico con ampio spettro d’azione +++
  • Fungicida ++
  • Parassiticida ++
  • Antivirale ++

Le foglie

Paracymene terpinene 1 ol 4, terpinene

Cannella

Cinnamomum cassia o Cinnamomum verum

  • Antisettico
  • Antibatterico molto potente con uno spettro d’azione molto ampio ++++
  • Antivirale +++
  • Fungicida +++
  • Parassiticida ++++
  • Non metterne molto, odore molto forte!

Abbaiare

Aldeide cinnamica

Timo 

Thymus vulgaris

  • Maggiore antibatterico ad ampio spettro d’azione +++
  • Antivirale +++
  • Parassiticida (per la varietà di timo linalolo)

Cime fiorite

Fenoli (timolo, carvacrolo …), monoterpeni, ecc.

Chiodi di garofano

Eugenia caryophyllus

  • Antibatterico molto potente con un ampio spettro d’azione +++
  • Fungicida +++
  • Parassiticida +++
  • Antivirale +++

Bottone (chiodo)

Eugenol

 (Fonte: Raffa, la grande famiglia, con licenza CC-BY-NC-ND)
 

Come usarli?

Preferiamo limitare l’uso degli oli essenziali perché sono risorse preziose . E soprattutto evitiamo di mettere gli oli essenziali ovunque, pena il sovradosaggio. Ma puoi scegliere di usarli per determinati usi specifici o aggiungerli a prodotti per la pulizia fatti in casa. In questo caso, viene aggiunto per l’odore perché al ritmo di poche gocce in 1 litro, l’EO è troppo diluito per mantenere le sue proprietà battericide e fungicide. È particolarmente utile se si è alle prime armi con i prodotti per la pulizia. , mentre il nostro naso si abitua ai profumi naturali di sapone nero, aceto …:

  1. Nel suo detergente multiuso interno .
     
  2. Nel suo detersivo per piatti .
     
  3. Nel prodotto WC .
     
  4. Nel suo prodotto per bucato ecologico.
     
  5. Nei bagni  : per diffondere un odore gradevole e per detergere . Puoi mettere qualche goccia di lavanda o olio essenziale di pino su un piccolo ciottolo. Rinnoviamo il gesto ogni settimana. Ma si può piuttosto pensare anche al pot pourri o all’aerazione.
     
  6. Per deodorare la spazzatura . Versiamo 1 goccia di olio essenziale di lavanda e 1 goccia di olio essenziale di limone su una pietra porosa o un batuffolo di cotone sul fondo del bidone della spazzatura. Ma possiamo anche pensare piuttosto al bicarbonato di sodio.
     
  7. Per profumare il bucato . Versiamo qualche goccia di EO di lavanda, menta piperita o eucalipto nell’ammorbidente se viene utilizzato e se non è profumato. Gli oli essenziali non ungono quindi non preoccuparti di vestiti, asciugamani, lenzuola … Ma possiamo anche pensare di spruzzare acqua del bucato sui vestiti stesi durante l’asciugatura o bustine profumate nell’armadio.
     

Precauzioni per l’uso

Anche se sono naturali, bisogna stare attenti con gli oli essenziali. Sono molto potenti ed è imperativo rispettare queste 6 regole di sicurezza  :

  1. Trattiamo gli oli essenziali con cautela. Puri o leggermente diluiti, alcuni sono fotosensibilizzanti (come il limone, il pompelmo … che lasciano macchie indelebili sulla pelle dopo l’esposizione al sole) o dermocaustici (come la cannella, i chiodi di garofano … che provocano ustioni sulla pelle).
     
  2. Anche se gli oli essenziali sono meno problematici per la casa che per uso cutaneo o interno 2 , le persone sensibili dovrebbero evitarli o chiedere il parere di uno specialista (medico, aromaterapista, farmacista, ecc.). Ciò riguarda in particolare:
  • persone allergiche ai componenti;
  • donne incinte ;
  • donne che allattano;
  • bambini sotto i 6 anni;
  • pazienti in trattamento;
  • persone con epilessia e asma.

Anche i proprietari di gatti dovrebbero essere cauti. Molti oli essenziali sono tossici per i loro compagni, specialmente sull’applicazione e la diffusione della pelle.

  1. Abbiamo diluire oli essenziali per la pulizia. Non si mescolano con acqua ma con aceto, alcool e sostanze grasse (come il sapone).
     
  2. Rispettiamo le piccole dosi . Gli oli essenziali sono molto concentrati, bastano poche gocce per goderne i benefici.
     
  3. Ne limitiamo l’uso . Ad esempio, evitiamo di metterlo in tutti i nostri prodotti e di distribuirlo in ogni stanza. Sovraccaricheremmo l’aria.
     
  4. Manteniamo gli oli essenziali fuori dalla portata dei bambini , rinchiusi.

In caso di dubbi sui dosaggi o sulle precauzioni, consultare un negozio specializzato, la farmacia o il medico.
 

Come riconoscere un olio essenziale di qualità?

Scegliamo oli essenziali naturali , non sintetici. Preferiamo i cosiddetti EO chemiotipati  : questo significa che il produttore ha stabilito la propria “carta d’identità”. Sulla bottiglia, dobbiamo trovare, come nella tabella sopra:

  • il nome della pianta in latino,
  • la parte utilizzata e spesso i principali costituenti chimici.

La bottiglia è in vetro colorato per proteggere l’olio dalla luce.

Il prezzo dipende dall’olio essenziale. Nella stessa marca, il prezzo può variare da 3 € a diverse decine di euro per una bottiglia da 5 a 10 ml. Alcune piante sono più rare, costano di più, contengono meno olio essenziale di altre… Tutto questo influenza il prezzo finale.

Prediligiamo inoltre oli essenziali da agricoltura biologica. Portano l’etichetta biologica europea:

Piuttosto, gli oli essenziali si trovano nei negozi ecologici, nelle erboristerie e nelle farmacie.
 

Conservazione

Gli oli essenziali vengono conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. Ogni bottiglia menziona una data di scadenza.

Dopo ogni utilizzo, il tappo viene chiuso ermeticamente perché gli oli essenziali evaporano.
 


– – – – – – – – –

[1] http: //www.centreantipoisons.be/autre/les-huiles-essentielles-sont-elles …

[2] http: //raffa.grandmenage.info/post/2007/05/14/Huiles_essentielles_et_fem …

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Articolo inutile del mese: il perizoma che fa merda

Dettol Healthy Touch … non così salutare!