in

“Può essere utilizzato in agricoltura biologica”: una nota da prendere con cautela!

Cuprex Garden di Aveve è consigliato per combattere varie malattie fungine (causate da funghi) delle piante. Questo include peronospora, crosta, ruggine marrone e molti altri. Secondo la confezione, questo pesticida è “eco” e “Può essere utilizzato in agricoltura biologica”. Dovremmo affrettarci?

Come la – ben nota – miscela bordolese , è un prodotto a base di rame. Il rame è utilizzato da tempo per combattere le malattie della vite, delle patate e dei pomodori e contro le malattie causate dai batteri. Previene la germinazione delle spore e quindi agisce preventivamente.

Tuttavia, l’uso di sali di rame è molto diffuso in agricoltura e giardinaggio amatoriale: solfato di rame per poltiglia bordolese, ossicloruro di rame per Cuprex Garden e altri sali di rame in vari prodotti fitosanitari …

Ed è qui che sta il problema: il rame si accumula nel terreno, che sterilizza a poco a poco. Può anche contaminare le acque sotterranee e i corsi d’acqua. È tossico da determinate concentrazioni per gli organismi acquatici, quelli che vivono in terreni come i lombrichi e potrebbe causare problemi alle popolazioni di uccelli e insetti. Infine, ci sono ancora molte incertezze sui rischi a lungo termine per i mammiferi, compreso l’uomo. Si dice che i lavoratori che usano la miscela bordolese nelle vigne siano più suscettibili ad alcune malattie del fegato e dei polmoni. L’esposizione al rame è anche un fattore di rischio nelle malattie degenerative come l’Alzheimer o il Parkinson.

Usato regolarmente, provoca resistenza che rende meno efficaci i prodotti a base di rame. Grande quindi la tentazione di overdose, e quindi di aumentare ancora di più le resistenze e gli impatti. Infine, è un fungicida non selettivo, ma non tutti i funghi sono dannosi per le colture, alcuni sono addirittura essenziali.

Per questo il rame è effettivamente tollerato solo in agricoltura biologica, in caso di minaccia accertata e come ultima risorsa, dopo aver messo in atto tutte le tecniche preventive specifiche dell’agricoltura biologica. L’Unione Europea ne ha inoltre regolamentato l’utilizzo e attuato una graduale riduzione dei dosaggi utilizzati in agricoltura in vista del divieto assoluto. Alcuni paesi lo hanno persino vietato. Molti gruppi di ricerca agronomica stanno lavorando sull’argomento, poiché i fungicidi alternativi non chimici ed efficaci sono piuttosto rari.

Promuovere questo prodotto come prodotto ecologico autorizzato per l’agricoltura biologica è quindi, se non fuorviante, per lo meno impreciso. I fungicidi a base di rame possono essere utili nelle colture da campo in cui la redditività è fondamentale, ma in un orto domestico i metodi di controllo possono essere più misurati e inventivi. Tuttavia, questa menzione si sta diffondendo nei garden center, in particolare sui pesticidi. Rafforza l’impressione fallace che i rischi siano minimi e non incoraggia un uso parsimonioso. Quindi attenzione.

Criteri in base ai quali questo prodotto può essere implicato:

  • uso di dichiarazioni vaghe;

  • mancanza di informazioni sull’esatto campo di applicazione della dichiarazione.

Maggiori informazioni sui pesticidi e sulle loro alternative tramite la nostra campagna Non ci facciamo ingannare! Pesticidi al microscopio e su www.sante-environnement.be

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Mangiare sano è una lotta quotidiana

Eco-driving: risparmio finanziario