in

Quale colla per quale utilizzo?

Sul mercato troviamo colle specializzate per ogni utilizzo. Troppo spesso ci dimentichiamo che possiamo aggiustare, inchiodare, avvitare, cucire o pinzare senza ricorrere a colle. Tuttavia, l’uso della maggior parte delle colle comporta rischi per la salute e l’ambiente. Contengono infatti solventi organici volatili che contribuiscono alla formazione di “smog” fotochimico e alla degradazione dello strato di ozono. Possono contaminare le riserve idriche sotterranee. Persistenti, si accumulano nelle catene alimentari. Alcuni sono cancerogeni e / o mutageni. La loro inalazione provoca irritazione, mal di testa, vertigini e disturbi nervosi. Inoltre, i solventi organici sgrassano la pelle e la rendono permeabile ad altri contaminanti (sostanze chimiche, microbi, ecc.).

Principali tipi di colla

In generale, gli adesivi sono costituiti da un agente di base (resina, polimeri, ecc.), Solventi e additivi.

Gli adesivi universali sono adesivi multiuso casalinghe. La maggior parte di essi è basata su resina o polimeri vinilici. Il loro utilizzo è semplice ma il tempo di asciugatura è lungo.

Gli adesivi a contatto rimangono flessibili dopo l’asciugatura e sono adatti per pelle, gomma, ma anche per legno e ceramica. La maggior parte contiene gomma sintetica in un solvente. Ci sono anche quelli a base d’acqua. Ciascuna superficie deve essere rivestita di colla e quindi pressata insieme.

Una sola goccia di colla istantanea ( colla cianoacrilica) è sufficiente per legare in modo permanente e in pochi secondi vetro, ceramica, metallo e gomma. Fai attenzione quando lo usi perché si attacca alla pelle e ad altri materiali!

Gli adesivi “epossidici” sono costituiti da due componenti (resina e indurente) da miscelare al momento dell’utilizzo. Sono utilizzati per molti materiali e sono resistenti all’acqua e alle alte temperature.

Gli adesivi naturali sono realizzati con prodotti vegetali (gomme, lattice, gomma, amido o resine) o animali (estratti di ossa o gelatina di pesce). Sono destinati all’incollaggio di legno, carta, cartone, tessuti, ecc. Sono venduti pronti all’uso in piccoli barattoli di plastica o sotto forma di polvere o granuli da diluire in acqua.

Scegliere una colla

La colla non è sempre essenziale: un martello e un chiodo, una vite, una graffetta, un filo e un ago possono fare il trucco.

La scelta di un adesivo deve tener conto della particolare applicazione: non è necessario utilizzare un adesivo cianoacrilato per incollare carta o cartone!

Quando esiste un’alternativa a base d’acqua, dovrebbe essere preferita: i test comparativi dimostrano che sono efficaci quanto quelli contenenti solventi organici.
Usiamo colle naturali (colla di caseina, colla di ossa o di pesce) per piastrelle, carta, carta da parati, legno, tessuto, …

Le colle in polvere da preparare non contengono conservanti. Sono quindi preferibili alle colle pronte all’uso ma la loro manipolazione richiede alcune precauzioni: l’inalazione di polveri può essere irritante e lo stoccaggio di queste colle può essere limitato.

Per carta, cartone, tessuto, pelle, c’è una colla molto semplice: un cucchiaio di farina in un bicchiere d’acqua.

Scegliamo una colla innocua per l’artigianato dei bambini (colla bianca in un barattolo o un bastoncino, colla di farina naturale). Da portare a scuola, ci sono stick di colla ricaricabili.

Per lavori di grandi dimensioni o all’aperto, gli adesivi hot-melt da applicare con una pistola sono preferibili agli adesivi poliuretanici o agli adesivi bicomponenti, più pericolosi per la salute e l’ambiente.

Le colle utilizzate per appendere carta da parati o fissare un rivestimento per pavimenti vengono applicate su grandi superfici. Se contengono solventi pericolosi, questi, evaporando, avveleneranno a lungo l’aria della casa. Per la carta da parati, scegli una colla a base di amido o cellulosa. I tappeti semplici e i vinili possono essere fissati con strisce adesive. I professionisti eseguono anche pose senza colla o adesivi.

Ci sono anche colle a base di dammar e resina di copale, lattice naturale e trementina che saranno perfette per i lavori in casa.

Suggerimenti per l’uso

Se è necessario l’uso di colla sintetica, usarla con cura, in dosi minime e in un locale ben ventilato.

Evita di fumare, bere e mangiare quando lo usi. La colla deve essere conservata e maneggiata lontano da qualsiasi fonte di calore (pericolo di esplosione e incendio).

La pelle può essere protetta con guanti o una crema. Se la colla entra in contatto con la pelle, deve essere rimossa immediatamente.

L’utilizzo della colla comporta rischi per gli utenti ma anche per chi li circonda e soprattutto per i bambini. Le colle vengono conservate e gestite fuori dalla loro portata.

Alcuni solventi sono usati come farmaci: vigiliamo con i nostri figli.

I resti delle colle e dei loro imballaggi devono essere consegnati alle raccolte “piccoli rifiuti chimici”.

Verificare con il servizio regionale competente:

  • Regione vallona: 1718 
  • Regione di Bruxelles: 0800 / 981.81 (pulizia di Bruxelles) o 02 / 775.75.75 (ambiente di Bruxelles).

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Anche il prosciutto cotto ha il diritto di viaggiare

Come realizzare un’asta per porte? (FAI DA TE)