in

Oggetto inutile del mese: lo spazzolino da denti Bioman

Il tempo è glorioso questa mattina nella tranquilla foresta di Sherwood [c’era una calma insolita lì da quando Robin Hood non rubava più ai ricchi per dare ai poveri – aveva infatti fatto uno speciale accordo di solidarietà nazionale ritirando automaticamente il 3% dei la borsa dei ricchi della regione, monetizzando così la pace sociale].

All’improvviso, la graziosa canzone di un bambino vestito di rosso risuona nella foresta.
“Eh oh, eh oh, sono tornata da McDonald’s”, ha cantato, il suo cuore pieno di gioia e ingenuità chaperoniana. Stava per andare a trovare la nonna, col cesto pieno di uno stuzzicante maxi-menù.

Patatras! All’improvviso, appare il lupo, bloccando la strada di Cappuccetto.
“Oh, carino,” gridò, “dammi il tuo cestino o all’improvviso ti metterò fuori combattimento.
– Ma vediamo, disse Cappuccetto Rosso, come mai hai ancora fame? Tra i tuoi grossi denti vedo ancora i resti della capra del signor Seguin che hai divorato ieri.
– Ovviamente! disse il lupo. Eppure mi sono lavato i denti! ”

In questo preciso momento, chiamato da questa formula magica, qu’apparu Bioman in un lampo e tuono di polvere, il suo pennello magico in mano i denti.
Esclamò: “Lupo! Ecco il modo perfetto per pulire i tuoi denti! Approfitta delle sue setole rivoluzionarie per una pulizia efficace e una straordinaria esperienza sensoriale! * ”

Né uno né due, il lupo afferra il pennello.

Così affascinato da così tanto progresso tecnologico concentrato in un oggetto così piccolo, non si accorse che Bioman aveva colto l’occasione per scomparire così velocemente come era arrivato, portando con sé il cesto di Cappuccetto Rosso. Imbarazzata, la piccola non ha aspettato il suo riposo ed è corsa da sola a braccia vuote [ma ha dovuto fermarsi 100 m più avanti per riprendere fiato, per mancanza di sufficiente esercizio e troppo frequenti fast food].

Una volta guarito dalle sue emozioni, il lupo si ritrovò di buon umore quando tornò il bacio della chiaroveggenza. Aveva in mano uno spazzolino da denti molto classico in cui Bioman, l’ingannevole, aveva installato una batteria usa e getta per far oscillare e ruotare le setole.

“Ventrebleu! Sono stato beccato da questo (gu) gusse in calzamaglia gialla: non è nemmeno uno spazzolino elettrico questo brol! “[Perché il lupo è nato a Bruxelles, un’altra celebrità la cui belga è sconosciuta.]

” La batteria non è nemmeno sostituibile, ha continuato, e dovrò rompere il pennello una volta che la batteria sarà esaurita ** per estrarla se non voglio inquinare la mia bella foresta. Non sono sicuro che tutti ci penseranno purtroppo! »[Perché è un lupo, certo, ma un lupo consapevole della causa ambientale.]

Il lupo era stato scambiato per un piccione, questo è davvero un peccato! Disgustato, giurò, ma un po ‘tardi, che non sarebbe stato più preso e andò a raccogliere delle bacche per placare la fame che lo attanagliava.

Morale della favola: ascoltando troppo le trombe della pubblicità, ci lasciamo ingannare …
[Morale alternativa: Bioman è subdolo. Un mito sta crollando.]

* I termini “capelli rivoluzionari” e “straordinaria esperienza sensoriale” derivano dalla descrizione ufficiale del sito. Si si !
** dopo 2-6 settimane di utilizzo in base alle recensioni degli utenti.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Obiettivo zero rifiuti in bagno

Quando la musica vola via