in

Tassi di elettricità per stato

Confronta i tassi di energia elettrica per stato


Quando si tratta di capire la tariffa dell’elettricità, può essere facile diventare compiacenti se hai vissuto nella stessa casa e hai utilizzato la stessa società di servizi per un po ‘. Ma il compiacimento può portarci a non ricevere l’affare migliore o a vivere nel modo migliore per il nostro pianeta.

Tu, come molti altri, potresti avere domande su come ottenere il massimo dal tuo fornitore di energia e se vivi in ​​uno stato con tariffe energetiche particolarmente costose. Continua a leggere per trovare le risposte a queste domande e conoscere i tassi di energia in tutto il paese.

Il luogo in cui vivi influisce sulle tariffe dell’elettricità?

L’importo che paghi per la bolletta dell’elettricità può dipendere da diversi fattori come la domanda di energia, la quantità di energia che usi, il luogo in cui vivi, il periodo dell’anno e qualsiasi interruzione del mercato come la variazione dei prezzi del carbone o del petrolio.

La tua posizione può avere un impatto particolare sulla bolletta dell’elettricità e non nel modo in cui ti aspetteresti. Ad esempio, mentre gli stati del nord come il Wisconsin possono essere soggetti a forti nevicate, in realtà è la Louisiana con il più alto consumo di energia. Questo perché non solo i Louisiani hanno bisogno di usare l’aria condizionata per una parte significativa dell’anno per stare comodi, ma le loro case sono in genere più vecchie e quindi non sono così efficienti dal punto di vista energetico.

Tuttavia, le tariffe in ogni stato non riflettono la quantità di energia effettivamente utilizzata dai residenti. Ad esempio, le Hawaii, che hanno un basso consumo energetico, hanno il tasso medio più alto a 30,55 centesimi per kWh. Nel frattempo, la Louisiana, di cui abbiamo appena parlato di un elevato consumo energetico, ha il costo più basso, a soli 7,01 centesimi per kWh.

Perché le tariffe elettriche variano a seconda dello stato?

I tassi di energia possono variare da stato a stato e anche all’interno degli stati stessi. Possono anche differire di mese in mese e durante le ore di punta e non di punta della giornata. Se usi la maggior parte della tua energia alla stessa ora del giorno degli altri, probabilmente dovrai pagare di più. Ma se sei più un nottambulo e usi la maggior parte della tua energia tra le 23:00 e le 6:00, diciamo, il tuo tasso medio sarà probabilmente inferiore poiché ci sarà meno richiesta di energia stessa.

Stati regolamentati vs. stati deregolamentati

La deregolamentazione è stata introdotta per rendere il mercato dell’energia più competitivo e dare ai consumatori la possibilità di scegliere quanto pagare per la loro energia. Se vivi in ​​uno stato deregolamentato, puoi guardarti intorno e scegliere la tariffa a cui desideri applicare.

Ad esempio, il Texas offre alcune delle tariffe più basse del paese, in gran parte perché è deregolamentato e c’è molta concorrenza che fa scendere i prezzi. Tuttavia, molti stati del nord-est non hanno visto molti miglioramenti dalla deregolamentazione e continuano a pagare alcune delle tariffe più alte del paese.

In definitiva, il tasso nel tuo stato sarà diverso da un altro a causa del tuo stile personale di consumo di energia (quando ne usi di più), del periodo dell’anno, delle condizioni meteorologiche e se vivi in ​​un mercato deregolamentato e quanto è competitivo quel mercato .

Quali stati offrono le tariffe elettriche residenziali più basse?

Le persone che vivono in Louisiana stanno attualmente pagando il minimo per le bollette dell’elettricità. Una casa media in Louisiana paga solo 9,41 centesimi per chilowattora. Questo tasso è molto inferiore alla media nazionale, che è di 13,19 centesimi per chilowattora.

Sorprendentemente, Washington segue a 9,92 centesimi a novembre 2020, poi Oklahoma a 10,29 centesimi per kWh. Idaho (10,39 centesimi) e l’Arkansas (10,51 centesimi) sono al 4 ° e 5 ° posto, anche se questo cambia di mese in mese.

Quali stati fanno pagare di più per le tariffe elettriche residenziali?

A novembre 2020, i residenti hawaiani pagano la tariffa elettrica più alta, con un prezzo medio di 28,87 centesimi per kWh. Il secondo più alto è l’Alaska, a 23,75 centesimi. Seguono Connecticut (22,13 centesimi), Rhode Island (22,13 centesimi) e Massachusetts (21,68 centesimi).

Tassi di elettricità residenziale per Stato

Di seguito, troverai una tabella di ogni stato degli Stati Uniti, in ordine alfabetico, che mostra il tasso medio ad agosto 2020.

Stato Tariffa agosto 2020 (centesimi per kWh)
Alabama 12.76
Alaska 23.75
Arizona 12.37
Arkansas 10.51
California 20.77
Colorado 12.84
Connecticut 22.13
Delaware 12.15
Florida 11.61
Georgia 12.89
Hawaii 28.87
Idaho 10.39
Illinois 12.33
Indiana 12.32
Iowa 14.62
Kansas 12.98
Kentucky 10.67
Louisiana 9.41
Maine 16.82
Maryland 12.48
Massachusetts 21.68
Michigan 16.60
Minnesota 14.16
Mississippi 10.78
Missouri 12.40
Montana 11.94
Nebraska 11.94
Nevada 10.79
New Hampshire 18.28
New Jersey 16.48
Nuovo Messico 13.97
New York 18.41
Carolina del Nord 11.56
Nord Dakota 11.91
Ohio 12.06
Oklahoma 10.29
Oregon 11.29
Pennsylvania 13.25
Rhode Island 22.13
Carolina del Sud 12.53
Sud Dakota 12.71
Tennessee 10.51
Texas 11.74
Utah 11.32
Vermont 19.17
Virginia 12.34
Washington 9.92
Virginia dell’ovest 11.73
Wisconsin 14.72
Wyoming 11.72

Come viene generata l’energia?

L’energia viene generata e sfruttata tramite diversi metodi. Alcuni sono disponibili all’infinito e non si esauriranno mai; le risorse naturali come il vento e il sole non si esauriranno mai. Queste sono note come fonti di energia rinnovabile e sono in genere meno dannose per l’ambiente.

Vento

Le moderne turbine eoliche catturano l’energia cinetica dal vento, generando elettricità. Possiamo sfruttare l’energia eolica su scala industriale, che viene inviata alla rete e acquistata dalle società di servizi. L’eolico “piccolo” alimenta le singole abitazioni e i parchi eolici offshore vengono utilizzati per alimentare qualsiasi edificio industriale o pubblico più grande. Questi si trovano tipicamente sulla piattaforma continentale e possono essere più grandi a causa della loro distanza dalla terra e dalle persone. Un altro vantaggio dei parchi eolici offshore è che essenzialmente non c’è fauna selvatica con cui le turbine possono interferire.

Solare

L’energia solare è l’energia che sfruttiamo dalla luce solare. Attraverso un processo chiamato effetto fotovoltaico, convertiamo l’energia dei raggi del sole in elettricità. Questa energia può alimentare le nostre case, automobili e edifici locali. L’energia solare è diventata molto più accessibile negli ultimi anni, con molti residenti che installano pannelli solari sui propri tetti per alimentare le proprie case in modo indipendente.

Combustibili fossili

I combustibili fossili sono antichi e si sono formati nel corso di milioni di anni. Questi combustibili provengono dagli antichi resti di piante e animali che hanno vagato sulla terra milioni di anni fa. I combustibili fossili includono gas naturale, carbone, petrolio, scisti bituminosi, sabbie bituminose e oli pesanti. Attualmente, facciamo molto affidamento sui combustibili fossili per alimentare le nostre attività, automobili, case ed edifici pubblici.

Il petrolio rappresenta circa il 37% del consumo energetico americano, ma questo deve cambiare presto poiché i combustibili fossili sono responsabili di quantità devastanti di inquinamento, degrado del suolo, inquinamento dell’acqua e habitat di fauna selvatica frammentati. Inoltre, un giorno queste risorse si esauriranno, quindi dobbiamo passare a una dipendenza più equilibrata da fonti rinnovabili e non rinnovabili il prima possibile.

I combustibili fossili creano energia bruciandoli per riscaldare l’acqua e creare vapore che fa girare i generatori. In un veicolo, ad esempio, l’energia viene creata attraverso minuscole “esplosioni”, che costringono un pistone a muoversi.

Nucleare

L’energia nucleare sfrutta il calore fornito dalla fissione nucleare per produrre vapore, che fa girare i generatori.

Biomassa

Allo stesso modo, la biomassa viene bruciata per produrre calore per creare vapore e quindi attivare un generatore.

Come capire la tua bolletta elettrica

La maggior parte dei fornitori di energia prevede la domanda durante il giorno e l’anno. Se usi più energia quando c’è una forte domanda, la tua elettricità costerà di più al tuo fornitore. Il tuo fornitore di energia aggiusterà la tua bolletta di conseguenza e probabilmente ti addebiterà un po ‘di più. Essere consapevoli di ciò può aiutare a chiarire perché i prezzi possono variare leggermente ogni mese.

La bolletta dell’elettricità viene calcolata in base alla tariffa e al consumo di elettricità. Ad esempio, se hai una tariffa fissa a 10 centesimi per kWh e utilizzi la media statunitense di 909 kWh per un mese, la bolletta dovrebbe essere di circa $ 90,90.

Per ulteriore assistenza sulla comprensione della bolletta dell’elettricità e sulla provenienza del tuo utilizzo, consulta i nostri altri articoli:

  • Come comprendere l’utilizzo dell’elettricità degli apparecchi
  • Costo medio delle utenze per una casa
  • Bolletta elettrica media dell’appartamento

Le bollette dell’elettricità possono creare confusione: ecco perché cerchiamo non solo di offrire ai nostri clienti l’accesso al 100% di energia pulita, ma di fornire loro gli strumenti per gestire il loro consumo di elettricità.

In Inspire Clean Energy, stiamo guidando la domanda di fonti di energia pulite, verdi e sostenibili in tutto il paese. Da quando abbiamo iniziato il nostro viaggio nel 2014, abbiamo impedito che quasi due milioni di tonnellate di emissioni di CO2E venissero bruciate nell’atmosfera! Siamo appassionati di fornire ai nostri clienti diligenti e che fanno risparmiare al mondo piani energetici adatti alle loro esigenze e ai loro stili di vita.

Puoi registrarti in pochi minuti e noi ci occuperemo del resto.

Clicca qui per iniziare a fare la differenza oggi.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Futuro delle tecnologie energetiche rinnovabili

LED vs luci normali