in

A cosa dovresti prestare attenzione quando usi i pesticidi?

Evita di usare pesticidi, anche se sono ecologici! Sono infatti pericolosi per la salute e l’ambiente. Sono vere fonti di inquinamento , in giardino come negli spazi ristretti che sono le nostre case. Esistono molte alternative ecologiche efficaci per sostituirle. Un elenco può essere trovato in qualsiasi negozio che vende pesticidi.

Nessuna soluzione naturale si è dimostrata efficace? Non riesci a trovare un’alternativa ai prodotti tossici? Veramente ? Se decidi comunque di rivolgerti all’uso di un pesticida, ecco alcuni consigli per agire nel modo più ecologico e salutare possibile.

Usare bene i pesticidi 

Il nome “pesticidi” include:

  • prodotti fitosanitari (PPP) destinati al trattamento delle piante : malattie delle piante  e parassiti, piante indesiderate, ecc.

  • biocidi compresi i pesticidi per uso domestico  : insetticidi per uso interno, disinfettanti, prodotti per il trattamento del legno, ecc.

Non puoi scaricare i pesticidi come preferisci. Il loro uso è vietato in alcune zone (dal 2014 secondo il Programma di riduzione dei pesticidi valloni). Tutti sono interessati: individui o autorità pubbliche, aree agricole o meno, ecc. Ciò consente la migliore protezione delle acque sotterranee e superficiali.

È vietato applicare prodotti fitofarmaceutici su Terreni Rivestiti Non Coltivabili collegati a una rete di raccolta dell’acqua piovana (gocciolatoio, griglia, ingresso, fognatura, ecc.) O direttamente alle acque superficiali (corsi d’acqua, stagno …). Con Non-Cultivable Coated Land (TRNC), si intendono superfici pavimentate, in cemento, stabilizzate ricoperte di dolomiti, ghiaia o massicciata come strade, marciapiedi, cortili, banchine, binari ferroviari, ecc.

Non è quindi consentito utilizzare questo tipo di prodotto su un marciapiede posto in prossimità di un rivolo d’acqua o su una lapide posta in prossimità di un fosso.

È inoltre vietato utilizzare o conservare prodotti fitosanitari in zone cuscinetto minime (per i terreni non agricoli e con alcune eccezioni), ovvero:

  1. Meno di 1 metro lungo un terreno rivestito non coltivabile collegato a una rete di raccolta dell’acqua piovana (gocciolatoio, griglia, canalone, fognatura …) e lungo i fossi stradali.

  1. Minimo meno di 6 metri lungo le acque superficiali (stagni, ruscelli, anche rettificati e / o canalizzati …) dalla cresta dell’argine.

 

  1. A meno di 1 metro dall’interruzione del versante a monte di terreno sciolto non permanentemente coltivato (terreno libero, terrapieno, ecc.) Soggetto a ruscellamento (con pendenza maggiore o uguale al 10%) e contiguo ad un Terreno Rivestito n. Coltivabile collegato a una rete di raccolta dell’acqua piovana.

     

Ad esempio: se un marciapiede (che è un Terreno Coperto Non Coltivabile) è delimitato da un lato da un rivolo d’acqua (è quindi collegato a una rete di raccolta dell’acqua) e dall’altro da un terrapieno (è un terreno non permanentemente coltivato) con pendenza del 12% (che è quindi maggiore del 10%), non è possibile versare o spruzzare prodotti fitofarmaceutici sul marciapiede, sul terrapieno, né su una larghezza di 1 metro in sommità dell’argine.

Avvertimento :

  • Ogni prodotto può imporre la propria zona cuscinetto . È quindi possibile dover rispettare un’area più ampia delle zone di rispetto minime. Per conoscere la larghezza della zona definita per il prodotto che stai utilizzando, devi consultare la sua etichetta!

  • È necessario prestare attenzione affinché i prodotti fitosanitari utilizzati non possano raggiungere o andare alla deriva in luoghi e stabilimenti che accolgono o ospitano neonati, bambini, malati, anziani, ecc.

Il divieto si estende anche a bacini idrografici, aree agricole, spazi pubblici o privati, professionisti, ecc. Inoltre è diverso a seconda della regione.

Scegliere i pesticidi giusti 

  • Scopri i rischi e i pericoli associati all’uso dei pesticidi. Come promemoria, ci sono una moltitudine di alternative efficaci ai pesticidi!

  • Identifica il problema specifico. Le piante possono essere testate per la malattia . Ecoconso può fornirti un elenco di indirizzi.

  • Chiedi la consulenza di un consulente qualificato (presente in ogni punto vendita di pesticidi) o disponibile tramite un call center in negozio.

  • Scegli un prodotto specifico che risolverà un problema specifico.

  • Acquista un prodotto ecologico a base di componenti di origine naturale e acqua  (insetticida a base di piretro naturale, zolfo in soluzione contro l’oidio …) limitato in composti organici volatili.

  • Seleziona un prodotto con bassa mobilità e persistenza .

  • Preferisci prodotti senza pittogrammi di pericolo e autorizzati in agricoltura biologica.

     

  • Scegli un prodotto pronto all’uso . Per evitare manipolazioni, il rischio di dosaggi sbagliati e, ciliegina sulla torta, risparmiare tempo.

  • Calcola la quantità necessaria per non acquistare il prodotto in eccesso.

  • Evitare spray , diffusori elettrici e fumigazioni perché le piccole particelle che emettono possono entrare nei polmoni.

Come usare correttamente i pesticidi?

  • Seguire le istruzioni per l’uso: l’etichetta fornisce le informazioni sulla dose da utilizzare, le misure precauzionali, il periodo dell’anno favorevole al trattamento, le condizioni d’uso, ecc.

  • Utilizzare solo la quantità consigliata  : il sovradosaggio è pericoloso prima di essere più efficace.

  • Dotarsi dell’attrezzatura adeguata (guanti in nitrile o neoprene, indumenti di copertura, stivali, ecc.) In buone condizioni, ben regolati, limitanti la deriva e riservati a questo utilizzo.

  • Evitare di mangiare, bere, fumare e mettere le mani in bocca o sulla pelle durante l’uso.

  • Trattare in assenza di persone fragili  : donne incinte, bambini … e animali.

  • Tenere apparecchiature e prodotti sotto sorveglianza , in vista.

  • All’esterno utilizzare i prodotti quando il clima è favorevole  : poco vento, né troppo caldo (tra 5 ° C e 25 ° C), né troppo secco (l’umidità deve essere superiore al 60%) e fuori dai periodi di fioritura (che protegge il insetti foraggeri da qualsiasi esposizione). L’etichetta fornisce informazioni sulle migliori condizioni per l’utilizzo di un pesticida.

  • In casa, aerare l’area diverse ore dopo il trattamento ed evitare l’area durante l’azione.

  • In giardino evitare l’area trattata per almeno 12 ore, o anche di più se l’etichetta del prodotto lo specifica.

  • Lavarsi le mani , il viso e indossare indumenti puliti dopo aver usato i pesticidi. Sciacquare accuratamente l’attrezzatura utente.

  • Sii paziente se i risultati desiderati non sono immediatamente visibili. Alcuni pesticidi possono impiegare diverse settimane per dimostrare la loro efficacia. Resisti all’impulso di riprendere il trattamento subito dopo.

  • Memorizza o salva nei tuoi contatti il ​​numero di telefono del Centro Antipoison  : 070 / 245.245

Come conservare i pesticidi in modo sicuro?

  • Conserva i prodotti nella loro confezione originale .

  • Chiudi bene la confezione.

  • Assicurati che l’etichetta rimanga chiaramente leggibile.

  • Conservare i prodotti e le attrezzature per l’applicazione in un luogo asciutto e ventilato, al riparo dal gelo e dal calore.

  • Tenere fuori dalla portata dei bambini e della zona giorno, idealmente chiuso a chiave.

Come gestire i rifiuti di pesticidi?

  • Smaltire i contenitori e i resti del prodotto nel piazzale dei container . I resti o il fondo delle fiale non devono essere gettati nel lavandino o nell’ambiente.

  • Non gettare le bottiglie di pesticidi nelle PMC anche se sono contenute in una bottiglia di plastica: i pesticidi rientrano nella categoria “Rifiuti domestici speciali” e richiedono cure e trattamenti specifici per limitare ogni rischio per la salute umana e l’ambiente.

 

Per saperne di più

  • Brochure “Sono sempre i piccoli che gridiamo!” »Ecoconso

  • Scheda informativa: controllo delle infestanti in giardino

  • Foglio: ho le formiche in casa mia … cosa devo fare?

  • Scheda informativa: controllo ecologico degli scarafaggi

  • www.info-pesticide.be/

  • http://www.gestiondifferenciee.be

  • Informazioni sul programma vallone di riduzione dei pesticidi sul portale vallone dell’agricoltura

  • Guida “Devo comprare un pesticida o no?” »Dall’FPS Salute pubblica, sicurezza della catena alimentare e ambiente.

  • www.adalia.be

  • La brochure DGO3 “Proteggere la nostra acqua dai pesticidi”

  • Le raccomandazioni per il controllo ragionato redatte dalle autorità

  • Il sito Printemps senza pesticidi

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Una finanza etica, solidale, alternativa, è possibile!

Commercio equo e solidale fino alle tue orecchie