in

Cos’è l’agricoltura biologica?

Definizione ed esempi di agricoltura biologica

L’agricoltura biologica è un insieme di pratiche agricole che si concentrano sulla coltivazione di cibo attraverso la gestione naturale dell’ecosistema invece di input esterni sintetici.

Sebbene sia spesso definita “agricoltura alternativa”, l’agricoltura biologica è in realtà una forma di agricoltura più tradizionale rispetto a gran parte dell’agricoltura moderna. Scopri di più sulle caratteristiche che definiscono l’agricoltura biologica, su come viene praticata e cosa significa essere “biologico certificato”.

Cos’è l’agricoltura biologica?

Non esiste una definizione universalmente accettata di  agricoltura biologica , ma la maggior parte delle principali organizzazioni agricole lo considera un sistema di produzione specifico che mira a evitare l’uso di pesticidi sintetici e nocivi  , fertilizzanti, regolatori della crescita e additivi per mangimi per bestiame.  2  Le linee guida del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) affermano che gli agricoltori utilizzano metodi agricoli che preservano l’ambiente ed evitano l’agricoltura sintetica e i materiali agricoli. 3

Come funziona l’agricoltura biologica

Quasi tutti i sistemi di agricoltura biologica si basano su quelli che alcuni chiamano metodi di coltivazione alternativi, come la rotazione delle colture, la coltivazione meccanica , il letame animale, il concime verde e la gestione integrata dei parassiti per mantenere un suolo sano, far crescere piante sane e controllare parassiti ed erbacce.

Come sistema generale, l’agricoltura biologica si basa sulla premessa che un ecosistema sano sia costituito da parti sane e interdipendenti. Evita di utilizzare sostanze o metodi che potrebbero danneggiare una parte dell’ecosistema a scapito di un’altra.

Stranamente, questi metodi di coltivazione “alternativi” sono più vecchi, da una prospettiva storica, rispetto ai metodi di coltivazione più recenti che includono l’uso di pesticidi e altre applicazioni di agricoltura sintetica per controllare le condizioni di crescita. Questi metodi moderni sono stati in gran parte costruiti per supportare il sistema agricolo moderno, che è spesso criticato perché progettato per produrre enormi quantità di cibo il più rapidamente possibile.

Come diventare biologico certificato

Un agricoltore non ha bisogno di essere ufficialmente certificato dall’USDA per coltivare alimenti biologici o implementare pratiche di agricoltura biologica. Tuttavia, se vogliono essere in grado di etichettare e commercializzare i loro prodotti come “biologici”, nella maggior parte dei casi, avranno bisogno della certificazione ufficiale USDA.

Tutti gli agricoltori che commercializzano prodotti per un valore superiore a $ 5.000 all’anno devono essere certificati per etichettare i propri prodotti come biologici. Sebbene coloro che commercializzano prodotti per un valore inferiore a $ 5.000 all’anno non debbano richiedere la certificazione, devono comunque attenersi agli standard di etichettatura. 4

Gli agricoltori possono avere i loro prodotti agricoli certificati biologici tramite l’USDA. Ciò comporta la presentazione di una domanda e le tariffe richieste a un agente di certificazione accreditato dall’USDA, nonché l’invio a un’ispezione in loco. La terra usata per coltivare queste merci non può essere stata coltivata con sostanze proibitive per almeno tre anni. 5  Il National Resources Conservation Service si offre di assistere gli agricoltori che richiedono la certificazione nella valutazione delle loro operazioni correnti e nello sviluppo di un piano di conservazione.

Il sito web dell’USDA elenca diversi tipi di etichette biologiche che possono essere utilizzate sugli alimenti. Escludendo il sale e l’acqua, il 95% degli ingredienti di un prodotto deve essere biologico affinché un prodotto sia etichettato come “biologico”. Se il 100% degli ingredienti è biologico, un prodotto può essere etichettato come “100% biologico”. Le etichette possono anche indicare che un prodotto è “realizzato con biologico” se almeno il 70% degli ingredienti è biologico. 6

I vantaggi e le sfide dell’agricoltura biologica

Benefici

  • Incoraggia la vitalità del suolo e previene l’erosione
  • Riduce l’inquinamento dell’acqua
  • Mitiga il cambiamento climatico
  • Incoraggia una maggiore biodiversità
  • Limita l’utilizzo di OGM

Sfide

  • Elevati costi di implementazione
  • Ad alta intensità di istruzione
  • Ritorni incoerenti
  • Vulnerabilità a gravi perdite
  • Lunga transizione per la certificazione

Benefici spiegati

  • Incoraggia la vitalità del suolo e previene l’erosione : centrali per l’agricoltura biologica sono le pratiche per incoraggiare lo sviluppo del suolo, comprese le colture di copertura, le rotazioni delle colture e la lavorazione minima. Questi metodi rafforzano la naturale vitalità del suolo e lo aiutano a rimanere più compatto, riducendo al minimo l’erosione.
  • Riduce l’inquinamento dell’acqua : i fertilizzanti sintetici e i pesticidi contribuiscono in modo significativo all’inquinamento delle acque sotterranee. Questi prodotti sono vietati nell’agricoltura biologica.
  • Mitiga il cambiamento climatico : la produzione agrochimica dipende fortemente dai combustibili fossili e il fatto che l’agricoltura biologica li eviti riduce il consumo di combustibili fossili. Le pratiche biologiche aiutano anche a ridurre le emissioni di gas serra trattenendo il carbonio nel suolo.
  • Incoraggia una maggiore biodiversità : l’agricoltura biologica aiuta a mantenere la diversità della flora e della fauna biologiche, degli impollinatori e dei predatori di parassiti.
  • Limita l’utilizzo di OGM : resta ancora molto da imparare sull’impatto dell’utilizzo di ingredienti geneticamente modificati. L’agricoltura biologica le evita come precauzione fino a quando non si possono raccogliere più informazioni. 7

Spiegazione delle sfide

  • Elevati costi di implementazione : sebbene gli agricoltori biologici evitino i costi di input esterni, il processo dell’agricoltura biologica è ad alta intensità di manodopera e include molti altri costi di implementazione che possono essere difficili da sostenere per un agricoltore.
  • Ad alta intensità di istruzione : molte pratiche di agricoltura biologica non sono familiari agli agricoltori moderni, e richiedono un’istruzione approfondita per apprendere metodi adeguati e migliori pratiche.
  • Rendimenti incoerenti : poiché l’agricoltura biologica si basa sulla rotazione delle colture, non tutte le colture portano gli stessi rendimenti per gli agricoltori. Il sistema tradizionale incentiva la dipendenza da uno o pochi raccolti.
  • Vulnerabilità a perdite importanti : senza fare affidamento su fertilizzanti sintetici e pesticidi, gli agricoltori potrebbero essere a rischio di perdere parti significative del loro raccolto. L’istruzione e il sostegno sono essenziali per costruire un sistema sostenibile che produca raccolti sufficienti per gli agricoltori.
  • Lunga transizione per la certificazione : le colture devono essere coltivate su terreni coltivati ​​biologicamente per tre anni prima di poter essere etichettate come biologiche e con un prezzo di conseguenza. Ciò significa che gli agricoltori sostengono i costi di transizione durante questi tre anni senza poter applicare prezzi proporzionati. 8

Sostenibilità e agricoltura biologica

La sostenibilità è un termine spesso associato all’agricoltura biologica, ma è un concetto distinto. Il National Organic Program (NOP) , parte dell’USDA, sviluppa standard per l’agricoltura biologica, ma questi standard non coprono la massima estensione delle  pratiche agricole sostenibili . Non c’è consenso sul fatto che le pratiche sostenibili siano o meno una componente necessaria dell’agricoltura biologica, contribuendo ulteriormente alla mancanza di una definizione universale.

Il sito web dell’USDA afferma che l’agricoltura sostenibile è un termine che sfugge alla definizione, notando anche che ha acceso il “pensiero innovativo” nel settore. Il Farm Bill del 1990, come riportato dall’USDA, afferma che la sostenibilità dovrebbe avere un obiettivo a lungo termine di:

  • Soddisfa tutti i bisogni umani di cibo e fibre
  • Migliorare l’ambiente e rafforzare le risorse naturali che sono fondamentali per la nostra economia agricola
  • Utilizzare risorse non rinnovabili e risorse agricole in modo efficiente, integrando i cicli biologici naturali e controlli ove possibile
  • Sostenere e mantenere la redditività economica delle operazioni agricole
  • Migliorare la qualità della vita degli agricoltori, delle loro famiglie e della società 9

Numerosi stati, regioni e agricoltori locali degli Stati Uniti hanno standard di agricoltura biologica aggiuntivi che superano gli standard NOP di base. Inoltre, altri paesi hanno stabilito standard di agricoltura biologica che differiscono dagli standard statunitensi.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Dati e fatti sul riciclaggio della plastica

Cos’è la sostenibilità ambientale?