in

Quale asciugatrice acquistare per risparmiare energia?

Un’asciugatrice consuma molta energia. Con un consumo medio di 560 kWh / anno, il suo utilizzo costa 1.400 € in 10 anni. [1] Un budget infernale … che supera il suo nuovo prezzo di acquisto!

L’ideale è farne a meno. Puoi asciugare facilmente il bucato all’aperto o in una stanza ben ventilata. Ma l’asciugatrice può ancora tornare utile quando hai poco spazio e fai molto bucato.

Quindi scegliamo bene il nostro modello per ridurre l’impatto sull’ambiente e sul portafoglio.
 

Sommario:

  • Nuovo o usato?
  • Ventilato o condensato?
  • Leggi l’etichetta energetica

– – – – – – – – – – – – – – – – –
 

Nuovo o usato?

Questa è in genere una macchina che puoi avere a casa senza farne un uso pesante. Può essere utilizzato per facilitare l’asciugatura di lenzuola o asciugamani. Ma preferisci asciugare all’aria in estate o per conservare i vestiti più delicati.

Per un uso occasionale, l’acquisto di seconda mano ha perfettamente senso, anche se il dispositivo è più goloso di uno nuovo che funziona con una pompa di calore.

Se acquisti di seconda mano, opti per un dispositivo etichettato ElectroREV . Offre una garanzia di un anno e la certezza che l’elettronica è stata revisionata secondo le regole dell’arte. Tutto questo per un terzo del nuovo prezzo.

> Vedi i punti vendita su www.electrorev.be

 

Ventilato o condensato?

Esistono 3 tipi di asciugabiancheria:

  • evacuazione  : l’aria umida proveniente dall’asciugatura della biancheria viene scaricata tramite un condotto verso l’esterno dell’edificio.
  • con condensa  : l’umidità della biancheria viene condensata in forma liquida e raccolta in un serbatoio o evacuata in fognatura.
  • condensazione con pompa di calore  : l’asciugatrice utilizza il calore dell’aria ambiente per rimuovere l’umidità dalla biancheria.

I modelli con pompa di calore sono notevolmente più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ad altri. Ecco un esempio delle etichette energetiche di 3 asciugatrici a tamburo. Il consumo delle prime due tipologie è molto vicino, mentre l’essiccatoio con pompa di calore ne consuma la metà.

Etichetta energetica per un’asciugatrice a
gas di scarico

Etichetta energetica per un essiccatore a
condensatore

Etichetta energetica per un essiccatore a
condensatore
dotato di pompa di calore

L’ ideale è quindi un essiccatore a condensazione con pompa di calore . Questi modelli sono più costosi da acquistare, ma fanno risparmiare un sacco di soldi in uso, il che compensa il costo aggiuntivo .

Di seguito è riportato un confronto di 3 essiccatori:

Confronto di 3 asciugatrici a tamburo
con una capacità di 7 kg
utilizzate 3 volte a settimana

 

Evacuazione

Condensazione

Pompa di calore

Prezzo d’acquisto

€ 349

€ 479

€ 549

Classe energetica

VS

B

A +

Consumo di energia elettrica, in kWh / anno

512 kWh

504 kWh

260 kWh

Costo dell’elettricità, in € / anno

€ 128

126 €

64.5 €

Costo globale in 10 anni (acquisto + elettricità), in €

€ 1.729

€ 1.739

€ 1.194

I risparmi realizzati ogni anno per un dispositivo utilizzato per 10 anni

€ 54

 

Leggi l’etichetta energetica

L’etichetta energetica ti consente di confrontare 2 modelli a colpo d’occhio, grazie alla sua scala colorata e alle sue informazioni chiave.

Fornisce diverse informazioni utili:

  • la classe energetica . Va da A +++ in verde scuro (il più efficiente dal punto di vista energetico ) a D in rosso (il più goloso). In realtà, gli apparecchi di classe C o D non possono più essere immessi sul mercato, quindi le asciugatrici più esigenti sono di classe B.
  • consumo di energia elettrica in kWh / anno . Viene calcolato sulla base di 160 cicli all’anno, ovvero 3 utilizzi a settimana. All’interno della stessa classe energetica possono esserci grandi variazioni quindi vale la pena verificare il consumo in kWh / anno.
  • il tipo di asciugatrice . Il simbolo varia a seconda del tipo:
Essiccatore elettrico a
condensatore
Essiccatore elettrico di
scarico

Sfiato del gas dell’essiccatore

  • la durata del programma per un ciclo cotone standard.
  • la capacità in chili per il programma cotone.
  • il livello sonoro , in decibel.
  • l’efficienza di condensazione , su una scala da A (migliore condensa) a G (peggiore). Questa informazione è ovviamente assente per i modelli di scarico.

 

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

[1] Secondo l’osservatorio dei prezzi APERe, 1 kWh di elettricità costa in media 0,25 € (tutto compreso) in Vallonia, 0,20 € a Bruxelles e 0,25 € nelle Fiandre.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Segnalibro e adesivi

Un po ‘di gelatina di violetta nella tua doccia?