in

Quale bouquet di fiori biologici e responsabili scegliere?

Compleanni, matrimoni, festa della mamma o San Valentino… I fiori sono un grande classico da regalare o quando ti manca tempo o ispirazione.

Ma un bouquet non è un altro. Molti fiori arrivano in aereo, dopo essere stati coltivati ​​in condizioni sociali precarie e con molti pesticidi. 

Quindi potresti anche scegliere un bouquet responsabile!

Sommario:

  • Prediligi i fiori locali e di stagione
  • Acquista un bouquet
  • Scegli te stesso
  • Coltiva i tuoi fiori
  • Il compromesso: fiori etici ed ecologici
  • Evita i bouquet classici
  • Prima di acquistare il tuo bouquet

– – – – – – – – –

Prediligi i fiori locali e di stagione

I fiori delle nostre regioni sono i più ecologici. Crescono all’esterno di serre riscaldate, all’aria aperta o sotto un tunnel protettivo.  

I fiori vengono acquistati o raccolti durante il loro periodo di fioritura naturale , quando le piante sono al loro apice.

Fiori gennaio febbraio marzo aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
Amaryllis                        
Tulipano                        
Croco                        
Muscari                        
Narciso                        
Fresia                        
Giacinto                        
Iris                        
Gigli                        
Peonia                        
Alstroemere
(Lily of the Incas)
                       
Preoccupazione                        
Gladiolo                        
Phlox                        
Rosa                        
Solidage
( Verga d’oro )
                       
Dalia                        
Girasole                        
Margherite                        
Gypsophila                        
Aster estivo                        
Crisantemo                        
Dianthus                        

Fonte: Netwerk Bewust Verbruiken

Acquista un bouquet

Puoi chiedere al tuo fiorista fiori locali e stagionali . Spesso sa da dove vengono i suoi fiori. Troviamo buoni indirizzi sul sito web belga di Slow Flowers.

I fiori locali e stagionali vengono coltivati al di fuori delle serre riscaldate per evitare l’inquinamento. In stagione troviamo tulipani, giacinti, gigli … (vedi tabella sopra)

L’ideale è scegliere fiori biologici . Sono riconosciuti dall’etichetta biologica europea. A volte è accompagnato da un’etichetta nazionale, come l’olandese EKO:

     

Scegli te stesso

Puoi andare in un campo di fiori per tagliarli da solo . Il principio è semplice: vengono raccolti tulipani, girasoli e altri fiori self-service. Prima di partire, infiliamo un po ‘di soldi in un’urna designata a questo scopo.

Oggi ci sono una quindicina di campi di raccolta in Vallonia. Elenco sul sito Web di Be Flowers.

Evitiamo soprattutto di raccogliere fiori in natura. Molte specie selvatiche sono minacciate e protette (vedi elenco in pdf sul sito della Vallonia). È meglio lasciarli nel loro ambiente naturale.

Coltiva i tuoi fiori

Questo è l’ideale. Quindi raccogliamo i mazzi di fiori in giardino secondo i nostri desideri.

Quando acquisti semi, bulbi o piante, segui alcune linee guida:

  • Preferisci le varietà autoctone . Crescono naturalmente nelle nostre regioni e la fauna locale ne beneficia.
  • Controlla il nome latino delle piante autoctone poiché alcune varietà sono straniere. Ad esempio, la viola belga si chiama Viola odorata.
  • Optare per organico, ottenuto senza prodotti chimici di sintesi.
  • Evita i fiori doppi come i pon pon. Non offrono né nettare né polline agli insetti.
  • Astenersi dall’acquistare piante invasive dannose per l’ambiente. Per ulteriori informazioni, consultare la piattaforma della biodiversità belga.

Possiamo mescolare  :

  • fiori annuali , come il girasole, il cosmo, il fiordaliso… La pianta vive un anno, produce fiori e poi muore. Se resistiamo a raccogliere tutto, i fiori lasciati nel giardino forniranno semi da raccogliere e seminare l’anno prossimo.
  • piante perenni , come peonie, narcisi … Vivono per diversi anni. A volte aspettiamo un po ‘i primi fiori prima di godere di un’abbondante fioritura ogni anno.
  • alberi, arbusti e “erbacce” , come il sambuco, il corniolo o l’achillea. Possono essere molto decorativi.

Il compromesso: fiori etici ed ecologici

Le belle rose per San Valentino provengono probabilmente dal Kenya.

L’Europa importa molti fiori, soprattutto durante i mesi invernali. I paesi del sud hanno seri vantaggi: tanto sole, un grado di umidità ideale, temperature miti… e manodopera a basso costo. Ma anche in Europa la coltivazione dei fiori non è rispettosa dell’ambiente. Lontano da lì.

Per scegliere un bouquet ecologico e / o etico ci affidiamo alle etichette . Ma i fiori etichettati sono piuttosto rari. Alcune certificazioni riguardano le aziende e non il prodotto stesso, come MPS o GLOBALGAP. Potresti anche chiedere direttamente al fioraio. E forse questa è anche un’opportunità per istruirlo sulle alternative e fargli sapere che c’è una richiesta di fiori etici. Ovviamente è più difficile ottenere queste informazioni quando acquisti il ​​tuo bouquet in un supermercato o online …

              

Maggiori info e punti vendita nel nostro articolo sulle etichette dei fiori.

Contrariamente alla credenza popolare, i prezzi dei fiori classici ed etichettati sono spesso simili. Alcuni costano un po ‘di più, come le rose Fairtrade, perché l’organizzazione investe parte del denaro in progetti sociali.

Evita i bouquet classici

Bellissimi mazzi di fiori a volte nascondono una triste realtà  : condizioni di lavoro indecenti, pesticidi, coltivazione in serre riscaldate o trasporto in aereo … Che provengano da qui o altrove, i fiori possono avere impatti ambientali o sociali dannosi.

Prima di acquistare il tuo bouquet

Alcuni riflessi:

  • Preferisci fiori che durano a lungo, come amarilli, anthurium o crisantemi.
  • Non c’è bisogno di offrire un cespuglio per accontentare: un bel bouquet può essere piccolo. Un unico fiore, ben presentato, ha il suo effetto.
  • Accanto ai bouquet, ci sono le piante in vaso. Possono essere conservati a lungo e talvolta possono essere installati in giardino, come le ortensie.
  • I mazzi di fiori sono molto carini. Ma ci sono altri regali molto apprezzati per San Valentino, festa della mamma …
     
  • Fonti:

    • Il rapporto “Tendenze CBI: fiori e fogliame in Europa” del Ministero degli affari esteri, 2016
    • Il rapporto “Tendenze CBI: fiori recisi e fogliame” del Ministero degli affari esteri, 2016
    • Il sito web della International Association of Horticultural Producers (AIPH),
    • Il sito web del Portale Ambiente-Salute della Vallonia
    • Studio della Cranfield University “Studio comparativo delle rose recise per il mercato britannico prodotte in Kenya e nei Paesi Bassi”
    • Presentazione “Piante vive e prodotti del settore floricolo nell’UE” a cura della Commissione Europea, ottobre 2016.
    • Studio “Prodotti orticoli – Fiori e piante ornamentali – Statistiche 2006-2015” della Commissione Europea, 2016
    • Il sito web per l’agricoltura e lo sviluppo sostenibile della Commissione europea
    • I file tematici di Blije bloemen di Netwerk Bewust Verbruiken
    • Il rapporto “Il mercato europeo di fiori e piante equi e sostenibili”, redatto dall’Agenzia belga per lo sviluppo, 2010.
    • Il focus sui fiori prodotto da Fairtrade Belgium

     

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Organizza un evento ecologico

Consumatori in crisi … di coscienza?