in

8 consigli per scegliere i giusti elettrodomestici di grandi dimensioni

Frigorifero, congelatore, lavastoviglie, lavatrice e asciugatrice … A casa utilizziamo diversi grandi elettrodomestici per alleggerire le faccende quotidiane.

Ma sono costosi da acquistare (facilmente poche centinaia di euro) e possono consumare ciascuno da 150 a 500 kWh / anno, il che costa da 37 a 125 € di elettricità all’anno [1 ], senza contare il consumo di acqua.

La loro produzione richiede anche molte materie prime ed energia.

È quindi importante scegliere i giusti elettrodomestici di grandi dimensioni per avere elettrodomestici economici e duraturi nel tempo. Ecco i nostri consigli per l’acquisto.
 

Sommario:

  1. Chiediti prima di acquistare un elettrodomestico di grandi dimensioni
  • Ne abbiamo bisogno?
  • Dovresti sostituire il tuo dispositivo?
  1. Scegli un dispositivo adatto alle dimensioni della famiglia
     
  2. Acquista nuovo o usato a seconda dell’uso
     
  3. Leggi l’etichetta energetica
     
  4. Riduci il rischio di obsolescenza pianificata
  • Quali marchi preferire?
  • Devo richiedere un’estensione di garanzia?
  1. Evita i dispositivi collegati
     
  2. Controlla i punti chiave per ogni dispositivo
  • Frigo e / o congelatore
  • Lavatrice
  • Lavastoviglie
  • Asciugatrice
  1. Per risparmiare di più: usa bene i tuoi dispositivi

– – – – – – – – – – – – – – – – – –

 

1. Chiediti prima di acquistare un elettrodomestico di grandi dimensioni

Ne abbiamo bisogno?

Certo, gli elettrodomestici sono spesso molto utili. Ma una volta che hai un dispositivo, tendi a usarlo molto, senza fare troppe domande. Che aumenta il consumo di energia. Quindi, prima di precipitarci nel negozio e spendere centinaia di dollari, ci poniamo la domanda sui loro bisogni .

Ad esempio, un frigorifero è (quasi) essenziale. Ma è discutibile se sia utile avere un congelatore separato . Se prepari spesso i pasti in anticipo o hai un grande orto, questo può essere interessante. Tuttavia, esistono altre tecniche di conservazione, senza congelamento.

Chiunque abbia mai fatto il bucato a mano apprezza la comodità di una lavatrice. Ma se vivi in ​​un edificio o in un habitat raggruppato, perché non considerare di condividerne uno o più invece di averne uno proprio?

Se la lavatrice è utile ed efficiente, l’ asciugatrice è un ghiotto di energia. Consuma da due a tre volte più energia della lavatrice. Possiamo però benissimo lasciare asciugare il bucato all’aria aperta, sia all’aperto nella stagione giusta, sia in una stanza facilmente ventilata per evitare la preoccupazione dell’umidità.

Insomma, l’elettronica più economica ed ecologica è quella… che non compriamo.

Dovresti sostituire il tuo dispositivo?

Se è inattivo

Una macchina rotta? Prima di acquistarne uno nuovo, proviamo prima a (farlo) riparare. Se il dispositivo è in garanzia tanto meglio, sarà gratuito. Se la garanzia viene superata, questa è un’altra storia. A seconda dell’età del dispositivo, controlliamo quanto vale la riparazione.

Ad esempio, per una lavatrice o un congelatore di 8-10 anni, la riparazione non deve superare il 10% del prezzo di acquisto per valerne la pena. Fonte: opuscolo Efficienza energetica nelle famiglie, OFEN, 2018
 

> Vedi Come (fare) riparare un oggetto rotto o rotto?

Se funziona ma ce ne sono di più economici

I grandi elettrodomestici beneficiano di miglioramenti tecnici che li rendono molto più efficienti dal punto di vista energetico (e idrico). Alcuni dispositivi recenti consumano da due a tre volte meno rispetto ai dispositivi di 20 anni fa.

 
Consumo di abbinamenti frigo-congelatore in base all’anno di produzione.
Fonte: brochure Efficienza energetica nelle famiglie, OFEN, 2018

Tuttavia, non è sempre interessante sostituire un dispositivo che sta ancora funzionando con uno nuovo:

  • Dal punto di vista ambientale , realizzare un dispositivo consuma risorse ed energia (la chiamiamo energia grigia). Ciò genera impatti in termini di acidificazione, esaurimento delle risorse e cambiamento climatico, nonché effetti respiratori.

    Uno studio di ADEME [2] dettaglia gli impatti in base alle fasi di produzione, utilizzo e smaltimento. È l’estrazione dei materiali, la produzione e la distribuzione dei dispositivi che causano la maggior parte degli effetti negativi. Per i grandi elettrodomestici, la fase di utilizzo ha un impatto minore rispetto ad altre in termini di acidificazione, effetti respiratori e, ovviamente, esaurimento delle risorse. D’altra parte, consuma da 4 a 5 volte più energia rispetto alla produzione ma, con energia a basse emissioni di carbonio (come in Francia e in misura minore in Belgio), i relativi impatti sono ridotti nella valutazione ecologica.

    In breve, il risparmio energetico reso possibile dal nuovo dispositivo compensa l’energia necessaria per la sua fabbricazione. Ad esempio: se un frigorifero nuovo fa risparmiare 150 kWh / anno rispetto a uno vecchio, il guadagno in 10 anni è di 1.500 kWh, il calcolo è favorevole.
     

  • Sul lato del portafoglio , sostituire un dispositivo che funziona correttamente con uno nuovo non è interessante. Anche se l’elettricità è costosa in Vallonia, è difficile recuperare il tuo investimento . Per questo ci vuole davvero una riduzione dei consumi molto significativa: 100 kWh in meno all’anno si traducono in un risparmio di 25 € / anno. Tuttavia, con la piaga dell’obsolescenza programmata, alcuni dispositivi non durano nemmeno 5 anni. A questo ritmo, l’investimento in una nuova elettronica non viene mai ammortizzato. Pertanto, è meglio ottimizzare l’utilizzo (programmi economici, utilizzo nelle ore non di punta, manutenzione) piuttosto che considerare la sostituzione.

2. Scegli un dispositivo adatto alle dimensioni della famiglia

Non basta scegliere un dispositivo di classe A +++ per risparmiare. Innanzitutto, il dispositivo deve essere adeguatamente dimensionato per le esigenze della famiglia.

Ad esempio, una lavatrice di grande capacità (9 kg) consumerà meno energia e acqua per chilogrammo di bucato rispetto a un elettrodomestico più piccolo (6 kg). Ma in totale, il suo consumo è ancora più importante. Quindi, se opti per una lavatrice di grandi dimensioni, devi assicurarti di riempirla.

capacità

6 kg

7 kg

8 kg

9 kg

kWh / anno

137

157

135

152

kWh / anno / kg

23

22

17

17

litri / anno

8580

9020

9680

11220

litri / anno / kg

1430

1289

1210

1247

Consumo delle lavatrici Bosch A +++ in base alla loro capacità

Lo stesso vale per la lavastoviglie: se prendi una macchina grande (15 coperti) e vivi solo con tre persone, dovrai aspettare molto tempo prima che la macchina sia piena. Tenderemo quindi a farla funzionare a metà, il che consuma in proporzione più di una macchina riempita correttamente.
 

3. Acquista nuovo o usato a seconda dell’uso

Considerando i progressi compiuti nel consumo di grandi elettrodomestici, si potrebbe pensare che l’acquisto di un elettrodomestico usato non sia una buona idea. Ma dipende dalla situazione.

Per un uso occasionale (ad es. Un bucato a settimana), un apparecchio di seconda mano può funzionare molto bene, anche se consuma poco più di un apparecchio nuovo.

Tipo di dispositivo

Utilizzo medio (su cui si basa l’etichetta energetica)

Lavatrice

220 cicli / anno (da 4 a 5 lavaggi / settimana)

Asciugatrice

160 cicli / anno (3 utilizzi / settimana)

Lavastoviglie

280 cicli / anno (da 5 a 6 utilizzi / settimana)

Frigo freezer

Funziona tutto l’anno

 

Se opti per l’elettronica di seconda mano, preferisci quelle con l’etichetta ElectroREV , disponibile in alcuni negozi dell’economia sociale. Questa etichetta garantisce che il dispositivo è stato sottoposto a manutenzione, che viene venduto con una garanzia di un anno e ad un terzo del nuovo prezzo.

Se hai un uso intensivo del dispositivo, è meglio optare per un dispositivo nuovo ed efficiente . Ciò consente di risparmiare ogni volta che lo si utilizza, il che può ammortizzare il costo di acquisto aggiuntivo.

Buon piano se acquisti nuovi: dispositivi risparmio. Alcune marche propongono dispositivi con lievi difetti estetici (un graffio o una piccola ammaccatura che spesso non si vede), modelli da esposizione o fine serie a prezzi imbattibili! Le vendite possono anche offrire opportunità di risparmio, ma ci prendiamo il tempo per confrontare attentamente prima di trovarci a prendere una decisione rapida.

> Due esempi di vendita di elettrodomestici illegali: Vandenborre Outlet online e IHPO.
 

4. Leggere l’etichetta energetica

⚠️ Si prega di notare che una nuova etichetta energetica diventerà obbligatoria a marzo 2021 per alcuni dispositivi (lavatrice, lavastoviglie, frigorifero, TV, ecc.). Ma potremmo già trovarlo su questi elettrodomestici da novembre 2020 , durante una fase di transizione.

> Guarda cosa cambia con questa nuova etichetta energetica.

Le seguenti informazioni riguardano la vecchia etichetta energetica (che potrebbe quindi essere utilizzata fino a marzo 2021).

L’etichetta energetica permette di confrontare i consumi dei dispositivi per fare scelte migliori. Lei menziona:

  • La classe energetica . Questa scala da A +++ (in verde) a D (in rosso) consente di vedere a colpo d’occhio se un dispositivo è economico o avido di energia. Preferiamo dispositivi di classe A +++ adattati alle dimensioni della loro famiglia .
  • Il consumo di elettricità (kWh all’anno).
  • Altre informazioni come il consumo di acqua (in litri all’anno) per lavatrici e lavastoviglie o il livello di rumorosità (interessante se si prevede di utilizzare l’apparecchio di notte per esempio).

L’etichetta energetica è obbligatoria sui nuovi grandi elettrodomestici (frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie) e su tutta una serie di altri elettrodomestici.

> Per comprendere appieno tutte le informazioni, vedere Come leggere un’etichetta energetica?

Perché è utile? Perché non basta confrontare il costo con l’acquisto. Anche il consumo deve essere preso in considerazione durante l’uso. In 10 anni, la maggior parte degli elettrodomestici costa di più in elettricità e acqua rispetto all’acquisto stesso  :

 

Lavatrice

Asciugatrice

Lavastoviglie

Frigo

Prezzo d’acquisto

600 €

600 €

600 €

600 €

Costo operativo in 10 anni

€ 1.037

€ 1.232

€ 727

€ 539

compreso il costo dell’elettricità in 10 anni

€ 487

€ 1.232

€ 562

€ 539

compreso il costo dell’acqua in 10 anni [3]

€ 550

/

€ 165

/

Consumo di elettricità (kWh / anno)

195

560

225

245

Consumo di acqua (litri / anno)

10.000

/

3000

/

Costi indicativi di acquisto e utilizzo, sulla base delle schede prodotto fornite dai distributori.

 

5. Ridurre il rischio di obsolescenza pianificata

Produttori che progettano deliberatamente macchine destinate a rompersi o diventare obsolete più velocemente di prima? Questa si chiama obsolescenza pianificata. Le lavatrici sono tra i dispositivi più sospettati di obsolescenza programmata, dietro smartphone e televisori. È un flagello ma scegliendo bene possiamo limitare il rischio di esserne vittime.

Quali marchi preferire?

Test-Achats ha condotto un ampio sondaggio [4] , in collaborazione con altre tre organizzazioni di consumatori. I risultati mostrano i marchi più affidabili a seconda del tipo di dispositivo:

 

Lavatrice

Asciugatrice

Lavastoviglie

Frigo freezer

Vita media

11 anni

11 anni

11 anni

11 anni

Sopra la media

miele

miele

miele

Miele
Zanussi
Siemens

Nella media

AEG
Siemens
Zanussi
Bosh

 

Bauknecht
Siemens
AEG
Bosh

 

Siemens
Bauknecht
Bosh
AEG
Zanussi

AEG
Bosh
Liebherr

Sotto la media

Whirpool
LG
Samsung
Haier

Electrolux
Candy
Beko

Beko

LG
Samsung
Beko

Fonte: rivista Test-Achats, aprile 2018

Prima dell’acquisto, chiediamo anche la disponibilità dei pezzi di ricambio .

In Francia, GIFAM [5] fornisce queste informazioni sia per i grandi che per i piccoli elettrodomestici. È anche una buona indicazione di ciò che si può trovare in Belgio.

Fonte: GIFAM. Vedi anche la classificazione per i piccoli elettrodomestici.

  • Come si acquistano prodotti solidi che durano a lungo?
  • Cosa fare contro l’obsolescenza programmata?
     

Devo richiedere un’estensione di garanzia?

I dispositivi sono garantiti per 2 anni per impostazione predefinita. Quando si verifica un guasto durante questo periodo, il dispositivo può essere riparato gratuitamente. Ma una serie di guasti si verificano dopo questi 2 anni e il costo della riparazione può essere proibitivo.

Di conseguenza, i distributori offrono una garanzia estesa a 5 anni. Ma può rappresentare dal 15 al 20% del prezzo per un grande elettro! Non è normale dover pagare così tanto per stare tranquilli. Uno studio dell’associazione dei consumatori “Que Choisir” [6] mostra che estendere il periodo di garanzia legale per i grandi elettrodomestici a 5 anni avrebbe un impatto moderato sul loro prezzo di vendita, molto inferiore a quello di una garanzia estesa.

Illustrazione: Que Choisir, maggio 2016.

Nel frattempo possiamo solo:

  • orientarsi verso i marchi più affidabili, sperando che la qualità persista nel tempo;
  • assicurare la corretta manutenzione dei propri dispositivi affinché durino il più a lungo possibile.
     

6. Evita i dispositivi collegati 

Alcune macchine possono essere collegate a uno smartphone o tablet tramite un’app. Potrai così vedere il contenuto del tuo frigorifero da remoto, ricevere una notifica quando la lavatrice ha finito di funzionare o anche avviare la lavastoviglie quando il vento sta producendo a tutta velocità. Come bonus, risparmierebbe energia.

È il nuovo El Dorado per i produttori di elettrodomestici che cercano di attrarre famiglie già ben attrezzate .

Ma questo non aggiunge molto utile a questo punto . La maggior parte delle lavatrici dispone già di un pulsante di avvio o fine ritardato che consente di programmare la macchina in modo che funzioni al momento giusto. Le uniche caratteristiche potenzialmente interessanti sono:

  • Diagnosi remota: si viene avvisati della presenza di un’anomalia prima che un dispositivo rilevi il guasto.
  • Statistiche sui consumi, per identificare i gap di consumo.

Gli svantaggi, invece, sono numerosi:

  • Questi oggetti connessi, raramente ben protetti, sono tutte vulnerabilità di sicurezza del computer che possono essere sfruttate dagli hacker [7] . Ad esempio: connessioni Bluetooth o Wi-Fi non protette che visualizzano la password.
  • Vista l’ obsolescenza del software che colpisce gli smartphone (problemi di compatibilità tra versioni di app e versioni di sistemi operativi), come possiamo essere sicuri che tra 5 anni saremo ancora in grado di comunicare con la nostra macchina?
  • In generale, il loro prezzo è alto , anche se dovrebbe diminuire man mano che vengono adottati.
  • Per essere controllati all’esterno della casa, i dispositivi collegati utilizzano il wifi che va quindi lasciato acceso anche quando si è fuori casa.
  • Si tratta di elementi più complessi che rischiano di rendere più fragili le macchine . Un frigorifero con un grande schermo per poter navigare su internet mentre si cucina, tra 7 anni sarà ancora funzionante?
     

7. Controllare i punti chiave per ogni dispositivo

Ecco le cose importanti da cercare quando si sceglie un elettrodomestico.

Frigo e / o congelatore

Quando acquisti un frigorifero, un congelatore o una combinazione frigo / congelatore, controlli:

  • il volume (ed eventualmente la distribuzione del volume tra frigo e congelatore) per sceglierlo adatto alle esigenze del proprio nucleo familiare;
  • consumo energetico ;
  • il livello di rumore;
  • la classe climatica (indica gli intervalli di temperatura ambiente ideali per il funzionamento del dispositivo), soprattutto quando il dispositivo è collocato in un ambiente scarsamente riscaldato.

Tutti questi elementi sono inclusi nell’etichetta energetica, obbligatoria su tutti questi nuovi dispositivi.

Lavatrice

Prima di cadere per una lavatrice, controlliamo:

  • la capacità (nel numero di chili di cotone che può lavare contemporaneamente). I dispositivi variano generalmente da 6 a 10 kg;
  • consumo energetico ;
  • consumo d’acqua;
  • efficienza di rotazione;
  • livelli di rumorosità durante il lavaggio e durante la centrifuga.

Queste informazioni sono tutte presenti sull’etichetta energetica.

> Per ulteriori suggerimenti su come scegliere quella giusta, vedere: Quale lavatrice scegliere per risparmiare acqua ed energia?

Lavastoviglie

Le lavastoviglie sono disponibili nelle versioni freestanding o completamente integrate. Se possono essere integrati, possono essere rivestiti con pannelli in tinta con i mobili della cucina.

A parte questa scelta estetica, guardiamo a:

  • la capacità (in numero di coperti che la macchina può lavare);
  • consumo energetico ;
  • consumo d’acqua;
  •  il livello di rumore.

Queste informazioni sono riassunte sull’etichetta energetica in modo che tu possa scegliere a colpo d’occhio.

Asciugatrice

Le asciugatrici convenzionali (ventilate oa condensazione) consumano molta elettricità: circa 500 kWh / anno. Dovrebbero essere evitati il ​​più possibile, anche se stendere il bucato può sembrare noioso.

Quando un’asciugatrice è essenziale e viene utilizzata più volte alla settimana, potresti anche optare per un elettrodomestico parsimonioso. È il caso delle asciugatrici con pompa di calore. Si tratta di asciugatrici a condensatore che utilizzano le calorie della stanza per rimuovere l’umidità dal bucato. Riducono i consumi di due o addirittura di tre.

8. Per risparmiare di più: usa bene i tuoi dispositivi

Che tu abbia un dispositivo nuovo o usato, il modo in cui lo usi influenza notevolmente i tuoi consumi. Se facciamo spesso il bucato a 60 o 90 ° C, il consumo sarà enorme, anche se si tratta di una lavatrice “parsimoniosa”.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – –

[1] In Vallonia 1 kWh di elettricità costa in media 0,25 € (a Bruxelles è piuttosto 0,20 € e nelle Fiandre 0,25 €, vedi l’osservatorio dei prezzi, APERe).

[2] Modellazione e valutazione degli impatti ambientali dei prodotti di consumo e dei beni capitali, ADEME, settembre 2018

[3] Con un costo medio per m³ di acqua di 5,5 € in Vallonia (a Bruxelles è di 3,5 €)

[4] Indagine su 35.000 consumatori in 5 paesi (Belgio, Portogallo, Italia e Spagna), rivista Test-Achats, aprile 2018.

[5] GIFAM: Gruppo di marche di elettrodomestici.

[6] Estensione della garanzia legale a 2 anni – Informazioni per i consumatori lungi dall’essere garantite, Que Choisir, maggio 2016

[7] Test-Achats, maggio 2018 Casa connessa, casa in pericolo!

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Quando la pubblicità dei prodotti per la pulizia diventa più verde

Prodotti per il trattamento del legno