in

8 consigli per utilizzare correttamente i pannolini lavabili

Pannolini difficili da gestire, lavabili? Non necessariamente. Il principio è lo stesso dei pannolini usa e getta. E sono la soluzione ecologica per un piccolo sedere pulito.

Ci prendiamo cura di usarli e mantenerli in modo ecologico che li mantenga in buone condizioni per lungo tempo. Ed è ancora più facile se seguiamo i nostri 8 consigli.

Sommario:

  1. Immergere e lavare i pannolini prima del primo utilizzo
  2. Cambia il bambino non appena il pannolino si sporca
  3. Semplifica la pulizia dei glutei
  4. Cambia solo la parte sporca del pannolino
  5. Regola correttamente la fascia
  6. Convinci i tuoi fornitori di servizi per l’infanzia
  7. Organizzati quando non sei a casa
  8. Dai ai pannolini una seconda vita quando il bambino si pulisce

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
 

1. Immergere e lavare i pannolini prima del primo utilizzo

I nuovi pannolini per neonati sono appena arrivati? Prima di indossarlo, alcuni semplici passaggi per evitare problemi futuri:

  • Immergere i pannolini per 12 ore in acqua fredda: questo aumenta la loro capacità di assorbimento e previene il restringimento durante il primo lavaggio.
  • Effettuare un primo lavaggio in lavatrice. E siamo pazienti: bastano pochi lavaggi prima di raggiungere la massima capacità di assorbimento.
     

2. Cambia il bambino non appena il pannolino si sporca

Cambiamo bambino non appena si sporca il pannolino. In un pannolino lavabile, il bambino si sentirà a disagio più rapidamente e potrà gridare più rapidamente di quanto non venga cambiato.

È anche più igienico. Se i pannolini usa e getta sono orgogliosi di mantenere asciutte le natiche, è grazie a materiali molto assorbenti. Ma lasciano ancora la pelle a contatto con l’acidità delle urine. C’è quindi il rischio di infiammazione della pelle, chiamata dermatite da pannolino.
 

3. Semplifica la pulizia dei glutei

Cambio dei guanti e salviettine lavabili

Con i pannolini lavabili, abbiamo optato per una soluzione sana ed ecologica. Continuiamo il nostro slancio per pulire le natiche del bambino:

  • Puliamo i glutei semplicemente con acqua . Latte e creme sono grassi e rendono i pannolini meno assorbenti. Se necessario, usa un sapone delicato o una lozione etichettata, con ingredienti naturali. Poi li asciugiamo bene picchiettando delicatamente. Puoi anche usare del linimento “fatto in casa”. Il sedere del bambino sarà solo migliore per questo.
  • Usiamo salviette lavabili o un panno morbido. Riducono la quantità di rifiuti e si lavano facilmente con i pannolini.

E se usi un pannolino in più parti, puoi montarli in anticipo prima di metterli via. Ciò consente di risparmiare tempo quando si cambia.
 

4. Cambia solo la parte sporca del pannolino

Cosa fare con le diverse parti del pannolino quando si cambia bambino?

  • Se è un modello “tutto in uno”, è semplice: mettiamo tutti i pannolini nel cestino dei pannolini sporchi.
  • Se si tratta di un modello in cui possiamo separare le parti del pannolino (il classico lavabile, il pannolino da annodare, il TE2, il TE3), possiamo riutilizzare ciò che è pulito.

Cosa fare con il telo protettivo?

Rotolo di fogli protettivi

Un foglio di cellulosa, spesso posto all’interno dei pannolini, contro i glutei, sembra carta igienica resistente e raccoglie urina e feci.

  • Solo una pipì? Il foglio viene risciacquato o lavato fino a 3 volte. [1] Si asciuga bene prima di essere riutilizzato.
  • Se ci sono sgabelli , li evacuiamo nel water (solo lo sgabello, non il volantino!) Ma aspettiamo il passaggio successivo per tirare lo sciacquone. In questo modo risparmiamo un risciacquo, ovvero circa 6 litri.
  • Quando il lenzuolo è troppo vecchio o sporco (nel caso delle feci per esempio), viene gettato nella spazzatura . Evitiamo soprattutto di evacuare gli scivoli dei wc perché possono intasare le tubazioni e creare problemi agli impianti di depurazione o alle fosse settiche. Evitiamo anche di avvolgere i volantini in un contenitore aggiuntivo, come un sacchetto di plastica.

Cosa fare con le parti pulite?

Se l’inserto e i pantaloni sono puliti e asciutti, puoi mettere il bambino.

Lo stesso vale per i pantaloni protettivi. Se è privo di sporco, puoi fare a meno di lavarlo ad ogni cambio. Puoi semplicemente sciacquarlo con acqua pulita.

Cosa fare con le parti sporche?

Seguiamo alcune regole per mantenere correttamente i pannolini lavabili.

> Consulta i nostri consigli per lavare e asciugare i pannolini lavabili.
 

5. Regolare correttamente la fascia elastica

Corpo di estensione

Quando indossi il pannolino pulito, assicurati che
nulla sporga dalle mutandine protettive (lenzuolo, inserto, ecc.).

La fascia dovrebbe essere aderente, ma non troppo stretta . I graffi o velcro del pannolino si adattano bene alla taglia del bambino, stringendo quel tanto che basta per garantire il comfort del bambino.

I pannolini lavabili (specialmente i modelli con taglia regolabile) sono talvolta più voluminosi degli usa e getta. Se il corpo è troppo piccolo, puoi usare un’estensione del corpo o scegliere vestiti di taglia più grande.
 

6. Convinci le tue babysitter

Se vuoi che tuo figlio indossi pannolini lavabili, sani ed ecologici, resta da convincere le altre persone che si prendono cura di loro regolarmente: l’asilo nido, i nonni, la baby sitter… Non sempre condividono lo stesso entusiasmo per i pannolini lavabili.

Se ci sono refrattari, la soluzione migliore resta il dialogo  : spieghiamo, mostriamo, ascoltiamo le paure e troviamo soluzioni e compromessi. Alcuni suggerimenti:

  • Ci prendiamo il tempo per mostrare come funzionano i pannolini lavabili , con una piccola sessione dimostrativa.
  • Cominciamo con una fase di test . Spesso permette di rassicurare e di non imporre la scelta fin dall’inizio. Questa fase permette anche di far emergere domande pratiche e di dare loro risposta.
  • Facilitiamo il lavoro. Non si tratta di portare in nursery pannolini, mutandine e inserti in pile: assembliamo le diverse parti in anticipo per facilitarne la movimentazione.
  • Sono preferiti i sistemi più semplici , come il pannolino all-in-one (TE1).
  • Pianifichiamo sempre bene il materiale: nella borsa per neonati, mettiamo abbastanza pannolini, salviettine lavabili … e soprattutto la borsa per pannolini impermeabile.
     

7. Organizzati quando non sei a casa

Dal nonno e dalla nonna, all’asilo o in una gita in famiglia, i pannolini sporchi devono essere “conservati” in attesa del loro ritorno a casa. Di borse impermeabili e lavabili disponibili per il trasporto. Possono contenere più strati e hanno una chiusura impermeabile. Quindi nessun rischio di perdite!

Un’altra soluzione è l’inserto assorbente e usa e getta. Sembra uno spesso assorbente igienico da mettere nel pannolino. Una volta sporco, gettiamo questo pezzo nella spazzatura, come un classico pannolino. Poiché genera rifiuti, riserviamo questa alternativa in rare occasioni.
 

8. Dai ai pannolini una seconda vita quando il bambino si pulisce

Quando i più piccoli scoprono il vasino e iniziano a mettersi le mutandine lavabili, non c’è bisogno di pannolini.

  • Se sono ancora in buone condizioni :
    • li conserviamo per un futuro figlio (il suo, quello di una persona cara, ecc.);
    • li vendiamo o li diamo di seconda mano.
       
  • Se sono troppo vecchie e danneggiate , non vengono gettate immediatamente nella spazzatura, alcune parti (gli inserti ad esempio) possono comunque essere utilizzate:
    • come uno straccio;
    • come protezione da indossare durante il rutto del bambino dopo il pasto, dopo diversi lavaggi per pulirli bene.
       

Fonti

  • “Acquisizione di conoscenze (attraverso un’analisi del ciclo di vita) sulle pratiche da promuovere per limitare gli impatti ambientali dei pannolini lavabili”, novembre 2015, ADEME.
  • “Pulizia dei pannolini lavabili: test batteriologici”, luglio 2015, studio condotto dai Laboratoires des Pyrénées et des Landes
  • “Uno studio di valutazione del ciclo di vita aggiornato per i pannolini usa e getta e riutilizzabili”, Agenzia per l’ambiente, Regno Unito, 2008.
     
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

[1] L’utilizzo di un telo protettivo 3 volte (lavaggio in lavatrice) riduce l’impatto ambientale dal 10 al 25% rispetto al monouso.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Una pentola a pressione distrugge i nutrienti?

Risparmia l’acqua in casa