in

Come gestire correttamente il tuo compost in cumuli?

Hai scelto di compostare i rifiuti della tua cucina e del tuo giardino in pile? Buona scelta se si dispone di un lotto di grandi dimensioni (più di 1000 m²) . Consente il trattamento gratuito di grandi quantità di rifiuti. Non c’è bisogno di materiale da compostare in cumuli!

Ora devi scegliere la posizione giusta per il tuo compost nel mucchio. Quindi inizia, compost e infine raccogli bene il tuo compost.

> Se il tuo giardino è compreso tra 300 e 1000 m², opta per un silo o una compostiera a traliccio.

> Se hai un piccolo giardino (meno di 300 m²), opta per una compostiera a botte.
 

Sommario:

  • Scegli la posizione del compost
  • Crea un cumulo di compost
  • Compost
  • Gira il compost
  • Raccogli e usa il compost

– – – – – – – – – – – – – – – – – – –
 

Scegli la posizione del compost

Costruiamo il mucchio a terra.

Metti il ​​compost in una pila in un luogo:

  • ombreggiato a semi ombreggiato;
  • al riparo da forti venti per evitare che si secchi;
  • dove sarà facile restituirlo.
     

Crea un cumulo di compost

Prima di iniziare (idealmente in primavera o estate), disponiamo di alcuni materiali grossolani (rami tagliati o frantumati) a terra su circa 2 mq e circa dieci centimetri di altezza. Questo strato di base garantirà una buona ventilazione del palo “dal basso”.

Il compost in pile deve avere una superficie di almeno 2-3 m³. Questa dimensione assicura che la temperatura aumenti bene nel mucchio e che resista alle condizioni esterne. Di solito (e abbastanza naturalmente) avrà una forma trapezoidale.
 

Compost

Incorporiamo regolarmente i rifiuti della cucina, dell’orto e del giardino, avendo cura di rispettare la mescolanza dei materiali.

Gira il compost

Una volta che la pila ha raggiunto un’altezza compresa tra 1,2 e 1,5 m , smettiamo di alimentarla. Si ritorna poi il compost. Questo aiuta a mescolare i materiali, arieggiare il compost e ad accelerare il processo di decomposizione dei rifiuti.

Per eseguire questa inversione, prendiamo gli strati periferici dell’heap e li mettiamo al centro di un nuovo heap accanto al primo. Se si scopre che il compost è troppo secco, viene annaffiato.

Per permettere ai materiali di completare la loro decomposizione, il mucchio capovolto viene ricoperto di paglia, foglie morte o un velo tessile traforato che impedisce al composto di seccarsi.

Iniziamo un nuovo mucchio procedendo come per il primo, mentre questo termina la sua maturazione.
 

Raccogli e usa il compost

Il compost può essere raccolto tra 9 e 12 mesi dopo l’avvio .

Per raccogliere il compost, le parti esterne meno decomposte vengono rimosse e rimesse nel mucchio di lavoro. Questo dà accesso al centro del compost dove si trova il compost semimaturo o maturo.

Se il composto risultante è troppo umido, viene lasciato asciugare. Viene quindi coperto con un telone per evitare che venga lavato via dalla pioggia. Una volta rimossa l’acqua in eccesso, può essere setacciata. Ma non tutti gli usi richiedono una vagliatura.

Per sapere se un compost ha la giusta umidità, puoi eventualmente fare il test del manico .

Se il compost raccolto non viene utilizzato direttamente, può essere conservato . In questo caso, viene prestata attenzione a proteggerlo dalla pioggia in modo che i nutrienti non vengano lisciviati e lavati inutilmente nel terreno o defluire. Conserviamo il compost per meno di un anno per evitare che perda alcuni dei suoi effetti benefici.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

l’etichetta biologica europea

Sapone schiumogeno per le mani fai da te