in

Quali forniture scolastiche e per ufficio sono ricaricabili?

La penna a sfera (“bic”), il correttore (“Tipp Ex”) o il fluo (“Stabilo”) non sono disponibili solo in versione usa e getta. E non dobbiamo acquistare il taccuino laminato con l’effigie di Cars o della regina delle nevi. È possibile trovare materiale scolastico ricaricabile e riutilizzabile. Riducono gli sprechi e sono più economici nelle materie prime.

Ecco il materiale scolastico ricaricabile e quindi zero rifiuti (o quasi).

Sommario:

  • La penna stilografica o la penna a inchiostro 
  • La penna a sfera o bic
  • Il portamine (o portamine)
  • Colla
  • Il correttore
  • Il quaderno
  • L’illuminante fluorescente

– – – – – – – – – – – – – – – – – – –
 

La penna stilografica o la penna a inchiostro 

Conosciamo la classica penna stilografica o penna a inchiostro. Oggi ha gareggiato con le versioni usa e getta (dove la cartuccia non può essere sostituita), rimane un classico. Le cartucce d’inchiostro sono disponibili in qualsiasi supermercato. Tuttavia, le cartucce (solitamente di plastica) sono ancora rifiuti.

Penna convertitore.

C’è di meglio: le penne da riempire . I sistemi sono molteplici: pistone , pistone vuoto, serbatoio pinza e leva per i modelli vintage. È anche facile trovare ”  convertitori  ” che si adattano alle penne convenzionali e sostituiscono le cartucce con un meccanismo ricaricabile.

Per riempire la penna, la tecnica dipende dal sistema: alza lo stantuffo, aziona un pulsante, fai scorrere una linguetta per aspirare l’inchiostro nel serbatoio … Un tutorial dal blog Styloplume spiega come ricaricare il tuo stile di inchiostro in base al modello .

Dal punto di vista ambientale, la penna ricaricabile è più ecologica di quella con cartucce usa e getta. Dal punto di vista del prezzo, è interessante anche a patto che l’utente si prenda cura dei suoi effetti personali e non perda la penna (attenzione ai bambini distratti…). Un convertitore costa tra i 5 e gli 8,5 € (a seconda della marca) e un calamaio da 30 ml parte da 4,5 euro. È quindi economico in uso .

Diversi marchi offrono penne stilografiche ricaricabili (tra cui Staedler, Parker, Lamy, Cross, ecc.). Si trovano più facilmente nei negozi specializzati che nei supermercati.
 

La penna a sfera o bic

Puoi trovare facilmente penne a sfera ricaricabili. Dai bellissimi modelli in legno o metallo alle versioni base in plastica o cartone riciclato, ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche.

Per ottenere le ricariche, di solito devi andare nei buoni articoli di cartoleria o nei negozi online.
 

Il portamine (o portamine)

Le matite meccaniche ricaricabili sono facili da trovare sul mercato e sono un’ottima alternativa agli usa e getta. Il corpo delle matite meccaniche è spesso realizzato in plastica. Per un modello più resistente, optiamo per un portamine con corpo in acciaio. Ma questa opzione è più costosa.
 

Colla

È disponibile una colla a nastro ricaricabile . È un’alternativa alla colla a nastro non ricaricabile che finisce per finire su tutto il corpo nella spazzatura.

Tuttavia, dal punto di vista ambientale, è meglio optare per la colla in stick . Con ogni ricarica di colla a nastro, vengono gettate le strisce di colla vuote (non riciclabili) e il corpo in plastica della ricarica (riciclabile ma non riciclata infatti perché non viene raccolta in nessuna raccolta selettiva in Belgio).
 

Il correttore

Il correttore del nastro – o mouse correttivo – esiste in una versione ricaricabile . Per quanto riguarda la colla, sostituiamo solo il nastro (e il suo supporto) ma riutilizziamo il corpo del correttore.

Perché preferire il nastro di correzione? I correttori liquidi contengono solventi tossici che possono essere respirati durante l’asciugatura. I correttori del nastro sono asciutti al momento dell’applicazione e sono quindi più salutari . Sono anche più pratici poiché puoi sovrascriverli immediatamente.
 

Il quaderno

Alcuni taccuini sono dotati di anelli in plastica (del tipo “Atoma”) che consentono di rimuovere o spostare facilmente i fogli. Quando il notebook è pieno, i fogli vengono sostituiti da una ricarica e gli anelli vengono riutilizzati. Optiamo per questa versione infinitamente personalizzabile.
 

L’illuminante fluorescente

Alcuni evidenziatori fluorescenti sono ricaricabili (“ricaricabili”). Le ricariche, difficili da trovare nei supermercati, possono essere ordinate in cartoleria, acquistate in negozi specializzati o su siti dedicati alla scuola e alle forniture per ufficio.

Matite illuminanti, anche meglio di quelle fluorescenti ricaricabili.

Nonostante il lato ricaricabile – e il corpo in plastica riciclata di alcuni modelli – l’alternativa più ecologica rimane la matita. Le
matite illuminanti al neon sono asciutte, quindi non si sforzano di testo o mani e vestiti. Sono inoltre privi di alcune sostanze nocive per l’ambiente o per la salute contenute negli evidenziatori convenzionali (ad esempio metiltiazolinone, un conservante).

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Azione per il clima: mangiare biologico, locale e di stagione

E se consumare meglio facesse la differenza?