in

Come fare il sapone a freddo

Man mano che gli effetti a lungo termine dei saponi antibatterici diventano più ampiamente noti, le persone si rivolgono a alternative più naturali. Questo movimento ha resuscitato l’arte della produzione del sapone. Se sei nuovo nel fare il sapone, ti aspetta una vera sorpresa! All’inizio può sembrare un’impresa scoraggiante, ma è un processo così gratificante.

Nessun mercato agricolo sarebbe completo senza la splendida gamma di saponi fatti in casa. È meraviglioso supportare questi fornitori locali, ma se il prezzo non è alla tua portata, non disperare. Puoi ancora eliminare i saponi antibatterici creando il tuo sapone fatto in casa a freddo!

Come viene prodotto il sapone?

Il sapone è una reazione chimica che si verifica a seguito della miscelazione di un grasso animale o vegetale con una base (idrossido di sodio). Questa reazione chimica è chiamata saponificazione.

Merriam-Webster definisce la saponificazione come “l’idrolisi di un grasso da parte di un alcali con la formazione di un sapone e glicerolo”. OK, quindi cosa significa?

Ogni grasso ha una combinazione unica di trigliceridi. I trigliceridi sono composti costituiti da una singola molecola di glicerolo e 3 acidi grassi. Ogni combinazione richiede una quantità diversa di alcali per completare il processo di saponificazione. L’alcali nella produzione del sapone è l’idrossido di sodio, chiamato anche liscivia.

La liscivia viene mescolata con acqua per creare una soluzione di base. Questa soluzione viene poi mescolata ai tuoi grassi. Man mano che si combinano e iniziano a reagire, la molecola di glicerolo viene separata dagli acidi grassi. Gli acidi grassi reagiscono quindi con gli ioni idrossido nella soluzione di liscivia. Questa è la saponificazione.

I due prodotti risultanti del processo di saponificazione sono la glicerina, che è meravigliosamente idratante per la pelle, e il sapone. Non rimane alcuna liscivia poiché ha reagito con i grassi per creare una sostanza completamente nuova.

Preoccupato per la liscivia?

Come ho spiegato in modo approfondito in questo post , non è veramente possibile fare sapone senza liscivia in qualche parte del processo. La liscivia è l’agente necessario per la saponificazione e qualsiasi vero sapone, anche quello acquistato, è fatto con esso. Puoi acquistare una base di sapone prefabbricata ma è molto meno economica.

Sapone da processo a freddo vs. sapone da processo a caldo

Il metodo che scegli è una questione di preferenze personali. Questo post ha lo scopo di insegnarti il ​​sapone da processo a freddo, ma puoi prendere la stessa ricetta e utilizzare  invece il metodo di processo a caldo .

Entrambi questi metodi iniziano nello stesso modo. Fai una soluzione di liscivia / acqua e mescolala con gli oli per iniziare la saponificazione. Per fare un sapone da processo a freddo dovresti incorporare eventuali additivi e versarlo nello stampo non appena ha raggiunto la traccia (maggiori informazioni sulla traccia più avanti).

Per il sapone da processo caldo faresti “cuocere” la pastella di sapone in una pentola a cottura lenta sulla fiamma più bassa per accelerare e completare la saponificazione. Quindi mescolerai i tuoi additivi e lo modellerai.

Il sapone trattato a freddo impiega 4-6 settimane per saponificarsi completamente ed essere pronto per l’uso. In teoria, il processo a caldo è pronto per l’uso immediatamente. Tuttavia, è consigliabile lasciarlo riposare una settimana circa per indurire un po ‘. Questo lo farà durare molto più a lungo.

Ho fatto il sapone in entrambi i modi e mi piace ogni metodo per motivi diversi. Il sapone a freddo è più facile da versare negli stampi, quindi se stai cercando di utilizzare uno stampo con un disegno o un motivo, ti consiglio il processo a freddo.

Mi piace il processo caldo per i miei saponi di tutti i giorni (soprattutto perché non li faccio sempre in tempo, * ehm *), quindi è fantastico se sono in difficoltà e ho bisogno di sapone, tipo ieri.

Entrambi i metodi sono ottimi e alla fine ottieni lo stesso risultato, il sapone! Se desideri provare il processo a caldo, puoi provare la mia ricetta per il sapone base per pentola a cottura lenta .

Ingredienti per fare il sapone

Gli ingredienti più basilari di cui avrai bisogno sono acqua (distillata è la cosa migliore), liscivia (idrossido di sodio) e qualche tipo di grasso animale o vegetale (come olio d’oliva o sego). Questi tre ingredienti sono essenziali ed è consigliabile utilizzare un calcolatore di liscivia per determinare con precisione i rapporti necessari per una corretta saponificazione.

Ci sono innumerevoli combinazioni di oli che puoi inventare per una ricetta di sapone. Ogni grasso o olio ha il proprio impatto sul prodotto finito. Alcuni sono ottimi detergenti mentre altri sono più delicati e idratanti. Alcuni fanno grandi bolle rispetto ad altri che creano una schiuma bassa.

Puoi usare tutto un tipo di olio o una miscela di più oli diversi. Un sapone di olio d’oliva puro, chiamato anche sapone di Castiglia dal nome di una regione della Spagna, fa una saponetta molto delicata. Un sapone di sego puro ha un’elevata capacità detergente ed è un’ottima barretta per il bucato.

Personalmente mi piace usare almeno due oli diversi per dare al sapone un po ‘più di carattere. Con una miscela di oli è molto più facile ottenere le qualità che desideri in un sapone.

Alcuni degli oli saponosi più popolari sono:

  • olio di cocco
  • olio d’oliva
  • olio di ricino
  • burro di cacao
  • burro di mango
  • olio di semi di girasole
  • olio di mandorle dolci
  • olio di jojoba

Se è la prima volta che fai il sapone, un buon punto di partenza sarebbe usare olio d’oliva, olio di cocco e olio di ricino. Questa combinazione ti darà un sapone delicato con una buona schiuma e questi oli sono facili da trovare. Useremo questi oli nelle istruzioni seguenti.

È possibile aggiungere ingredienti opzionali per personalizzare la ricetta del sapone. Gli oli essenziali aggiunti dopo la traccia sono un’opzione naturale per dare al tuo sapone un profumo delizioso. Le argille aggiungono una setosità al sapone particolarmente indicata per la rasatura. Il sapone al sale marino (non usare sale del mar morto) è esfoliante e disintossicante.

Caffè macinato, farina d’avena e prodotti botanici come fiori di lavanda essiccati o erbe danno una bella consistenza al sapone. Per un colorante naturale puoi provare ad aggiungere polveri di mica , cacao in polvere, curcuma o spirulina.

Man mano che impari di più sulla produzione del sapone, puoi persino sperimentare liquidi alternativi come latte di capra, tisane o persino birra.

Lavorare con la liscivia

La liscivia è usata per fare tutto il sapone. Anche fondere e versare le basi del sapone erano originariamente fatte con la liscivia. C’è un malinteso comune secondo cui il sapone non è naturale o salutare se è fatto con la liscivia. Questo semplicemente non è vero. È necessario utilizzare la liscivia per ottenere la reazione chimica, ma si può essere certi che, se eseguita correttamente, non rimane alcuna soluzione.

In effetti, la maggior parte del sapone è “super grasso”. Ciò significa che c’è del grasso extra lavorato nella ricetta in modo che non vi sia alcuna possibilità che rimanga della liscivia. Questo rende anche la barretta più idratante. Una buona regola è quella di supergrassare del 5%.

Immagino che lavorare con la liscivia sia il più grande deterrente per le persone che stanno pensando di fare il sapone. Posso capire come questo sia un ostacolo, ma se conosci e segui le misure di sicurezza adeguate, non dovresti avere problemi a lavorarci.

Liscivia misure di sicurezza

  • Aspetta che i bambini siano a letto. Fare il sapone non è un’attività da fare con i bambini. Fai attenzione anche agli animali domestici. I bambini e gli animali domestici possono causare distrazioni o versamenti.
  • Indossare maniche lunghe e indumenti protettivi inclusi occhiali di sicurezza e guanti di gomma.
  • Assicurati che il tuo spazio di lavoro sia libero da disordine che potrebbe causare fuoriuscite. Inoltre, rimuovere tutto ciò che potrebbe essere rovinato in caso di fuoriuscita.
  • Quando la liscivia e l’acqua sono mescolate, creerà dei fumi. Esegui questo passaggio in un’area ben ventilata o anche all’esterno. Preferisco farlo fuori quindi non mi preoccupo dei fumi e quindi se dovessi versare (non l’ho ancora fatto) non sarebbe a casa mia.
  • Aggiungi sempre la liscivia all’acqua. NON aggiungere acqua alla liscivia. Creerà un’eruzione caustica! L’adagio nel mondo del sapone è “la neve galleggia sul lago”. DEVE essere fatto in questo ordine.

Si spera che questi suggerimenti per la sicurezza servano a farti sentire più a tuo agio a lavorare con la liscivia. La prima volta è un po ‘snervante ma una volta fatto vedrai che non è così spaventoso!

Produzione di sapone a freddo

Ora che abbiamo eliminato quei piccoli dettagli, entriamo nel nocciolo della lavorazione del sapone e, più specificamente, nel metodo del processo a freddo!

Forniture per la produzione di sapone

Ho una serie di strumenti che tengo solo per fare il sapone. Non è assolutamente necessario tenerli separati ma elimina ogni possibilità di non avere gli strumenti abbastanza puliti per la preparazione del cibo.

  • Pentola o pentola a cottura lenta non reattiva per riscaldare gli oli
  • Brocca di plastica pesante o barattolo di vetro da un quarto per mescolare liscivia / acqua
  • Secondo barattolo o tazza usa e getta per misurare la liscivia
  • Termometro a infrarossi o 2 termometri per caramelle
  • Stampo ( questo si adatterà a questa ricetta)
  • Bilancia digitale
  • Frullatore a immersione
  • Cucchiaio
  • Spatola
  • Occhiali di sicurezza e guanti di gomma
  • Liscivia – Ho acquistato la liscivia online e anche in un negozio di ferramenta locale. (Prova un negozio più piccolo poiché le grandi catene di negozi in genere non lo portano.) Dovrai chiederlo a un dipendente.
  • Aceto bianco per la pulizia finale

Ricetta di base del sapone di processo a freddo

Elimina il sapone antibatterico e prepara il tuo bellissimo sapone a freddo a casa. Tempo di cucinare1 ora Tempo di riposo e stagionatura29 giorni Porzioni 12 bar AutoreKatie WellsI link degli ingredienti di seguito sono link di affiliazione.

Attrezzature

  • bilancia digitale

ingredienti

  • 30 once di olio d’oliva
  • 6 oz olio di cocco
  • 2 once di olio di ricino
  • 5,09 once di liscivia
  • 12,54 once di acqua distillata
  • 1 oz di oli essenziali (come menta piperita o arancia, facoltativo)

Istruzioni

  • Prepara lo stampo. Gli stampi in legno dovranno essere rivestiti con carta da freezer o carta oleata. Gli stampi in silicone sono pronti per l’uso così come sono. Puoi anche usare qualsiasi scatola se la allinei con carta da freezer, carta oleata o un sacco della spazzatura.
  • Indossare l’equipaggiamento protettivo, posizionare un barattolo di vetro sulla bilancia e tarare la bilancia.
  • Versare l’acqua distillata nel barattolo fino a quando non legge 12,54 once.
  • Accantonare.
  • Metti un secondo barattolo sulla bilancia e tarala.
  • Versare con attenzione la liscivia nel secondo barattolo fino a quando la scala non indica 5,09 once.
  • In un’area ben ventilata o all’esterno, versare lentamente la liscivia nell’acqua.
  • Mescola la miscela fino a quando la liscivia non si è sciolta. Diventerà piuttosto caldo, quindi fai attenzione se devi spostarlo.
  • Lascia che questa miscela sieda e si raffreddi a una temperatura compresa tra 100 e 120 ° F.
  • Mentre la liscivia si raffredda, misura tutti gli altri ingredienti TRANNE gli oli essenziali e scaldali insieme in una pentola o in una pentola a cottura lenta.
  • Una volta sciolte, toglile dal fuoco e lasciale raffreddare a una temperatura di 100-120 gradi. Uso il termometro a infrarossi circa ogni 5-10 minuti per testare la temperatura. Funziona molto bene, ma funziona anche un termometro per caramelle posizionato in ogni contenitore. Se uno si raffredda più velocemente dell’altro, puoi rimettere gli oli sulla fonte di calore o sulla miscela di liscivia / acqua a bagnomaria calda per rallentare un po ‘il processo di raffreddamento. Idealmente, vuoi che la liscivia / acqua e gli oli siano entrambi tra 100-120 gradi e entro 10 gradi l’uno dall’altro.
  • Quando le temperature corrispondono, versare lentamente la liscivia / acqua negli oli.
  • PRIMA di accendere il frullatore a immersione, assicurati che la lama sia completamente sotto la miscela o la schizzi ovunque. Usa il frullatore a immersione per portare la pastella a una traccia leggera. Dovrebbe essere leggermente denso e assomigliare a una pastella per dolci.
  • Se lo usi, aggiungi ora gli oli essenziali.
  • Mescolare gli oli essenziali pulsando alcune volte il frullatore a immersione. Questo dovrebbe portare la miscela a una traccia media. Puoi capire quando hai raggiunto una traccia media sollevando il frullatore fuori dalla miscela (in posizione OFF) e osservando come si comportano le gocce. Dovrebbero lasciare una traccia o “traccia” sulla superficie. Se non usi oli essenziali, aziona il frullatore ancora un paio di volte per portarlo a una traccia media.
  • Versare la pastella di sapone nello stampo preparato, usando una spatola per ottenere il tutto. Ricorda che il sapone non è ancora completamente “cotto” a questo punto e potrebbe comunque irritare la tua pelle, quindi dovresti ancora indossare la tua attrezzatura.
  • Metti lo stampo da qualche parte in cui possa riposare per 24 ore.
  • Metti una scatola di cartone capovolta sopra il sapone e copri con un asciugamano. Se la tua casa è calda, l’asciugamano potrebbe non essere necessario.
  • Lascia riposare per 24 ore.
  • Ora puoi rimuovere il sapone e tagliarlo. Questa ricetta nello stampo per pagnotta in silicone produce circa 12 barrette del peso di circa 4,5 once ciascuna, ma puoi tagliarle qualunque sia la dimensione che preferisci.
  • Posiziona le barre in una zona asciutta con circa un pollice di spazio in mezzo per consentire la circolazione dell’aria e lasciale riposare per 4-6 settimane. Ciò consentirà al sapone di completare il processo di saponificazione. Il sapone perderà anche parte della sua acqua durante questo periodo, rendendo la barra più dura. Più dura è la barra, più a lungo durerà.

Appunti

Pulizia con sapone: 
risciacqua bene i barattoli e tutti i prodotti contenenti liscivia o pastella di sapone, con acqua corrente. Ho lavato gli strumenti in due modi diversi. Puoi versare un po ‘di aceto in un lavandino pieno di acqua calda e sapone e lavarli lì, oppure puoi lavare i tuoi piatti ben risciacquati in lavastoviglie.

Una nota su “Trace”

La maggior parte delle ricette di sapone ti dice di mescolare la liscivia / acqua e gli oli insieme fino a raggiungere la traccia. Ciò significa che dovrai frullare fino a quando non sarà rimasta alcuna separazione nella miscela. Se la liscivia / acqua e gli oli non sono completamente miscelati, l’olio si separerà nello stampo e lascerà sacche di liscivia.

Quando la miscela avrà raggiunto una traccia leggera, assomiglierà alla pastella per dolci. Una traccia media è più simile al budino ma ancora versabile, e una traccia spessa mantiene la sua forma. Quando sei arrivato a una traccia spessa, probabilmente il tuo sapone dovrà essere versato nello stampo.

Hai fatto il tuo sapone? Condividi la tua ricetta preferita!

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Idee per confezioni regalo ecologiche e riutilizzabili

Il rumore