in

Come trovare fiori e piante biologici e del commercio equo e solidale?

I fiori sono così belli. Ma spesso provengono dai paesi del sud e la loro produzione è raramente ecologica e rispettosa dei lavoratori.

Anche qui coltivare fiori e piante in vaso è un problema: il 79% delle piante ornamentali (lavanda, campanula, ecc.) Vendute in Europa contengono pesticidi dannosi per le api. [1]

Per scegliere mazzi di fiori e piante sostenibili, guardiamo preferibilmente a varietà locali e stagionali. Il sito belga Slow Flowers raggruppa diversi indirizzi di produttori “lenti” per regione.

Etichette per fiori equi e / o ecologici

E prediligiamo le etichette. Ce ne sono diversi, che forniscono diverse garanzie sociali, ambientali e di qualità. Tra i criteri principali ci sono:

  • condizioni di lavoro dignitose;
  • l’assenza di trattamenti chimici;
  • buona gestione dell’acqua (risparmio e non contaminazione);
  • buona gestione dei rifiuti;
  • riduzione delle emissioni di CO 2  (soprattutto durante il trasporto);
  • rispetto per la biodiversità in azienda;
  • taglio in una fase di fioritura ideale …

Confronto di etichette per fiori e piante
Tavolo ispirato a befair.be

 

Etichette accessibili ai consumatori

Esistono diverse etichette per fiori e piante sostenibili. Le loro specifiche includono protezione ambientale, rigidi criteri sociali o entrambi.

Etichetta Fairtrade

Fairtrade è una delle principali etichette del commercio equo e solidale .

In Belgio, si trova principalmente su rose e garofani recisi.

L’etichetta Fairtrade:

  • vieta il lavoro forzato e l’occupazione di bambini sotto i 15 anni se la loro salute e istruzione sono in pericolo;
  • dà diritto alla libera riunione dei lavoratori e ai contratti collettivi;
  • garantisce salari uguali o superiori al salario minimo nella regione di produzione;
  • impone misure di salute e sicurezza;
  • limita l’uso di prodotti chimici e vieta l’uso di pesticidi tossici;

Il prezzo dei fiori Fairtrade può essere leggermente più alto. Include il “Fairtrade Premium”, un costo aggiuntivo che un comitato investe nello sviluppo delle comunità di produttori.

Dove acquistare fiori etichettati Fairtrade?

  • Si possono trovare in alcuni supermercati: Alvo C&B, Carrefour, Delhaize e Spar. Controlla l’elenco per vedere se il negozio vicino a te li ha.
  • Puoi acquistare rose Fairtrade online su aquarelle.be.

Etichette biologiche europee, EKO e Biogarantie

Un’etichetta biologica garantisce fiori da agricoltura biologica. I produttori non utilizzano OGM, fertilizzanti artificiali o prodotti chimici.

Individuiamo:

  • l’etichetta biologica europea;
  • l’etichetta olandese EKO:
  • l’etichetta Belgian Biogarantie (per i fiori commestibili).

   

I fiori biologici sono i più rispettosi dell’ambiente. Ma i criteri delle etichette riguardano solo il lato ecologico della produzione e abbandonano gli aspetti sociali.

La maggior parte dei fiori biologici venduti in Belgio proviene dai Paesi Bassi, dove vengono coltivati ​​al di fuori della serra. Questo garantisce anche fiori di stagione.

Dove acquistare fiori e bulbi biologici?

  • In Belgio troviamo principalmente tulipani biologici provenienti dai Paesi Bassi. Sono per lo più acquistati nei negozi biologici.
  • I garden center ecologici offrono fiori o piante biologici. Ad esempio, écoflora vende rose biologiche di un vivaio olandese.
  • Le lampadine EKO possono essere acquistate anche da un produttore olandese su: www.ecobulbs.nl/Biologisch.htm

Etichetta Milieukeur

Milieukeur è un’etichetta ambientale olandese. Si trova in particolare sui bulbi da fiore venduti nei garden center.

Alcuni criteri di questa etichetta:

  • una coltura con meno pesticidi (soprattutto senza neonicotinoidi, un tipo di insetticida dannoso per le api e la salute umana). I coltivatori preferiscono invece mezzi di controllo biologici e meccanici;
  • prevenzione dell’inquinamento acquatico e riduzione del consumo di acqua;
  • riduzione delle emissioni di gas serra;

Chiedi al tuo fiorista

Non esitiamo a interrogare il nostro fiorista. Forse offre già fiori etichettati? In caso contrario, possiamo dargli l’idea …  

Per i professionisti, i prodotti etichettati sono ad esempio disponibili tramite Bioflora per i fiori biologici. Informazioni contattando info@biofloraflowers.nl

Certificazioni per aziende

I consumatori hanno accesso solo a determinate etichette. Ma ci sono anche certificazioni per le aziende, che sono poco visibili ai consumatori. Forse il tuo fiorista lavora con coltivatori certificati. Fagli la domanda.

MPS (Middle Project Sierteelt)

MPS è un’organizzazione olandese creata da e per i coltivatori di fiori. È attivo in più di 50 paesi. Diversi produttori belgi sono certificati. Indirizzi disponibili sul sito MPS.

Il sistema MPS ha diversi livelli di certificazione:

  • MPS-ABC è il più severo quando si tratta di ambiente. È disponibile in diversi livelli (dal più rigoroso al meno rigoroso): MPS-A, MPS-B quindi MPS-C. Gli aspetti controllati sono l’uso di fertilizzanti, il consumo di energia e la produzione di rifiuti. Esiste una lista nera di sostanze attive vietate.
  • MPS-Socially Qualified (SQ) riguarda buone condizioni di lavoro. Si interessa di salute e sicurezza dei lavoratori, nonché di contratti di lavoro equi.
  • MPS-GAP si concentra sulla qualità del prodotto. Ai criteri qualitativi, aggiunge l’obbligo di tracciabilità e criteri ambientali abbastanza simili a quelli di GLOBALGAP (vedi sotto).
  • La produzione MPS-florimark è la più completa perché include le tre certificazioni sopra.

Per garantire l’imparzialità della certificazione, l’MPS convoca un consiglio di esperti indipendenti.

Duurzaamheidsfonds Sierteelt

Il Duurzaamheidsfonds Sierteelt, ex VMS (Vlaams Milieuplan Sierteelt) è il piano ambientale fiammingo per l’orticoltura ornamentale. Fornisce assistenza ai produttori per ottenere i loro certificati MPS.

Maggiori informazioni sul sito web.

GLOBALGAP

GLOBALGAP è un’organizzazione che riunisce agricoltori e marchi. La certificazione riguarda piuttosto i grandi marchi. Comprende pratiche agricole sostenibili per:

  • gestione di suoli e substrati;
  • l’uso di fertilizzanti;
  • generazione di rifiuti;
  • trattamenti;
  • salute e sicurezza dei lavoratori.

Oltre 1.100 coltivatori di fiori e piante ornamentali sono certificati in 30 paesi. In Belgio, diversi produttori offrono piante in vaso, piante verdi coltivate nei campi, ecc. L’elenco belga è disponibile sul sito web GLOBALGAP.

Iniziative locali

Alcuni paesi produttori stanno sviluppando iniziative locali.

In Vallonia

La Vallonia produce principalmente crisantemi in vaso, piante per aiuole e fioriere, piante perenni per aiuole e alberi e arbusti.

Se gli orticoltori lavorano fuori dalla serra, le piante sono resistenti. Resistono alle nostre condizioni climatiche spesso rigide, si ammalano meno, sono più vigorose. Quindi usiamo meno pesticidi, trattamenti, fertilizzanti …

Etichetta “Agriculture de Wallonie”

Il marchio “Agriculture de Wallonie” è un’iniziativa dell’APAQ-W. Lei :

  • assicura la produzione e la lavorazione della Vallonia;
  • informa il consumatore sull’origine dei prodotti;
  • promuove il know-how degli artigiani valloni.

Questa etichetta non garantisce in alcun modo una cultura o un modo di produzione ecologici. Piuttosto, è un modo per i consumatori di trovare prodotti locali adatti alla regione.

Dove acquistare i prodotti “Agriculture de Wallonie”?

I punti vendita possono essere trovati tramite lo strumento di ricerca sul sito web APAQ-W.

Etichetta “Artigiani della pianta”

Questa private label riunisce 23 orticoltori e vivaisti della Vallonia. La certificazione viene effettuata internamente, dall’ASBL. La loro carta specifica il loro impegno:

  • un ancoraggio nel terreno. Almeno il 70% della produzione vegetale avviene in loco. La vendita riguarda piante, alberi e arbusti adattati al clima e al suolo della regione;
  • tecniche di coltivazione rispettose dell’ambiente e della biodiversità;
  • un servizio con consulenza personalizzata.

Dove acquistare “Artisans du Plant”?

  • L’elenco degli artigiani certificati è disponibile sul loro sito. Il loro logo è visibile in vetrina.

All’estero

Alcune iniziative integrano standard ambientali e sociali. Queste iniziative offrono fiori e piante in Belgio:

  • EHPEA riunisce produttori ed esportatori etiopi;
  • Il Kenya Flower Council associa i coltivatori di fiori in Kenya.

Nel futuro

Il settore orticolo sviluppa la Floriculture Sustainability Initiative (FSI) dal 2013. Si sta espandendo sempre di più.

Il suo scopo è creare uno strumento per raccogliere etichette per fiori e piante. Per fare questo, questa iniziativa internazionale riunisce produttori, commercianti, ONG, governi ed enti di certificazione.

L’FSI offre un canale trasparente ai consumatori. La sua attenzione è in gran parte focalizzata sullo sviluppo sostenibile. Sviluppa progetti per:

  • migliorare le condizioni dei lavoratori;
  • regolare l’uso di prodotti agrochimici;
  • ridurre l’impatto sul clima e gestire le risorse naturali;
  • includere i piccoli produttori.

I membri mirano a offrire il 90% di fiori sostenibili entro il 2020. La maggior parte delle etichette e degli organismi di certificazione stanno partecipando all’iniziativa. Una volta coinvolti, visualizzano il logo FSI sul loro sito.

Esistono altre etichette per fiori sostenibili ma non sono disponibili in Belgio: Blauer Engel in Germania, Nordic Swan in Scandinavia, Rainforest Alliance in America Latina, Veriflora in America …

– – – – – – – –

[1] Studio “Un eden tossico: veleni nel tuo giardino. Un’analisi dei pesticidi dannosi per le api nelle piante ornamentali vendute in Europa ”edita da Greenpeace nel 2014.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Come prenderti cura delle tue piante contro le malattie in giardino?

Abitazioni di gruppo, una forma di resilienza?