in

PEFC ET FSC – Etichette in legno rispettose delle foreste

Per acquistare legno che non partecipa alla deforestazione, puoi fare affidamento sull’etichetta FSC (Forest Stewardship Council) e sull’etichetta PEFC (Program for the Endorsment of Forest Certification Schemes). A livello globale, queste due etichette principali sottopongono la gestione forestale a requisiti di gestione “sostenibile”.

Per un terrazzo in legno, come per un pavimento, carta, carbone per barbecue, piccole attrezzature per ufficio o anche infissi in legno, è quindi meglio privilegiare prodotti etichettati FSC o PEFC. E ovviamente continuiamo a guardare ad altri criteri di acquisto come l’origine geografica, la durabilità della specie scelta, la qualità dell’implementazione, ecc.

Qual è la gestione sostenibile di una foresta?

L’Unione Europea ha definito il concetto di gestione forestale “sostenibile” in una conferenza tenutasi a Helsinki nel 1993: è “la gestione e l’uso dei boschi, in un modo e in un modo. Intensità tale da mantenere la loro diversità biologica, la loro produttività, la loro capacità di rigenerazione, la loro vitalità e la loro capacità di soddisfare, ora e in futuro, le funzioni ecologiche, economiche, sociali rilevanti, a livello locale, nazionale e internazionale, e che non danneggino altri ecosistemi. “

La questione è quindi sapere come questi splendidi principi si applicano a livello di gestore del legname. Questo è il motivo per cui il processo di certificazione inizia con la definizione di criteri di gestione adeguati al contesto geografico, socio-culturale ed economico.

Queste due etichette hanno le seguenti caratteristiche:

  • che questo è un passo volontario del produttore forestale;
  • che si riferiscono ai principi della gestione forestale sostenibile come il rispetto delle risorse, la multifunzionalità o la gestione a lungo termine;
  • che integrano una progressione nel tempo verso questa gestione sostenibile, poiché una foresta non cambia dall’oggi al domani;
  • di aver predisposto un sistema di controllo esterno e la partecipazione delle comunità interessate dalla foresta al processo di certificazione.

Nel 2017, 313 milioni di ettari in tutto il mondo sono stati certificati PEFC e 198 milioni di ettari sono stati certificati FSC.

In Belgio, più di 24.000 ettari di foresta sono stati certificati FSC e 299.357 ettari hanno ottenuto la certificazione PEFC.

Cosa garantisce un’etichetta su un oggetto in legno?

Le etichette in questione qui garantiscono solo le condizioni di gestione forestale, e non la qualità intrinseca del materiale, né i processi di trasformazione e lavorazione dei prodotti finiti.

L’etichettatura pone due difficoltà essenziali: tracciabilità e controllo.

Tracciabilità

La difficoltà che si pone è quella di seguire il legno dal suo sfruttamento nel bosco fino alla fase del prodotto finito messo in vendita. Per fare ciò, le aziende hanno due metodi: o separano fisicamente il legname a seconda che provenga o meno da foreste certificate; oppure applicano un sistema di parità che consiste nel fatto che i flussi in uscita di legname certificato sono equivalenti ai flussi in entrata. Questo principio è accettabile poiché non si tiene conto della qualità intrinseca del legno. È utilizzato sia dal sistema FSC che dal PEFC. Ma la perfetta tracciabilità si acquisirà solo quando i lotti di legno certificati avranno raggiunto una massa critica tale da giustificare specifiche filiere produttive.

Controllo

Le pratiche di gestione forestale devono essere soggette a controllo esterno, che viene regolarmente rinnovato. Questo controllo può essere costoso e talvolta difficile da esercitare. I proprietari forestali certificati dalle due etichette sono soggetti a regolari controlli esterni.

In Belgio, il marchio FSC è stato adottato dall’amministrazione fiamminga e da Bruxelles.

A livello vallone, l’etichetta PEFC è stata scelta dall’amministrazione forestale e adottata sia dai proprietari privati ​​che dai gestori pubblici. Oggi, più della metà della foresta vallona è certificata PEFC. Pertanto, la Forêt de Soignes, sebbene gestita allo stesso modo, è certificata FSC per i suoi appezzamenti fiamminghi e di Bruxelles e certificato PEFC per gli appezzamenti situati in Vallonia.

E per il consumatore?

Sempre più prodotti certificati sono offerti da supermercati, commercianti, importatori e distributori di prodotti in legno o carta. Per aiutarti a trovare un’azienda certificata vicino a te, sia PEFC che FSC ti offrono i servizi dei loro siti di ricerca di aziende certificate: www.jecherchedupefc.be per le aziende PEFC e www.jecherchedufsc.be per le aziende certificate FSC. Lì troverete gli elenchi degli importatori di legno, dei rivenditori e dei produttori di mobili o di qualsiasi altro legno o prodotto in legno (carta) certificato da queste due organizzazioni.

Sei anche libero di contattare le organizzazioni direttamente tramite i loro indirizzi email info@pefc.be e info@fsc.be

Possiamo anche inviarti queste informazioni se contatti il ​​nostro servizio di consulenza.

I principi fondamentali della gestione forestale sostenibile

Per gestione forestale sostenibile, intendiamo un sano equilibrio tra economia, ecologia e funzione sociale. Tra le altre cose, ciò corrisponde a:

  • Rispetta il quadro giuridico
  • Non raccogliere più di quanto produce la foresta
  • Dopo la raccolta: optare per la rigenerazione naturale o la piantumazione di alberi
  • Proteggi e migliora la diversità biologica
  • Conserva ampie aree di aree boschive
  • Conservazione delle foreste di elevato interesse biologico
  • Proibire l’uso di sostanze chimiche pericolose
  • Divieto di alberi geneticamente modificati
  • Incoraggia il lavoro locale
  • Consulta la popolazione locale
  • Rispetta i diritti tradizionali locali e le usanze locali

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Consumo e viaggio collaborativi: buoni indirizzi

Come risparmiare acqua ed energia nella tua lavatrice?