in

Comprendere i simboli sull’etichetta di lavaggio del bucato

Per mantenere i tuoi vestiti in buone condizioni per lungo tempo, è importante averne cura. E per questo, ci sono informazioni utili sull’etichetta della lavanderia. Ma è ancora necessario capire tutti i simboli …

Ogni capo ha sulla propria etichetta cinque pittogrammi relativi alla sua manutenzione: lavaggio, candeggio, stiratura, asciugatura e pulizia professionale. Rispettarli garantisce che il bucato non venga danneggiato. Ecco il loro significato.

Riepilogo :

  • Lavaggio
  • Riciclaggio
  • Essiccazione
    • Essiccazione naturale
    • Asciugare in asciugatrice
  • Stirare
  • Manutenzione da parte di professionisti

– – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Lavaggio

Il pittogramma di lavaggio è simboleggiato da un serbatoio. Fornisce informazioni sul tipo di lavaggio, sul programma consigliato e sulla temperatura di lavaggio.

Non supporta il lavaggio ed è particolarmente sensibile all’acqua.

Deve essere lavato a mano, ad una temperatura compresa tra 30 e 40 ° C massimo.

Il numero indica sempre la temperatura MASSIMA alla quale la biancheria può essere lavata, in ° C. Qui il capo può quindi essere lavato a una temperatura massima di 30 ° C. È del tutto possibile lavare meno caldo rispetto alla temperatura indicata.

Una barra sotto la vasca consiglia un lavaggio delicato con un programma adatto: programma ad azione meccanica (piuttosto “sintetico” o “colore” che sono più morbidi del programma “cotone”) e centrifuga ridotta.

Due barre sotto la vasca indicano che si tratta di un tessuto molto fragile: si sceglie un programma per biancheria delicata e si riduce la quantità di biancheria per macchina.

Naturalmente, questi simboli si combinano. Ciò significa ad esempio che il capo può essere lavato in lavatrice a 40 ° C massimo ma utilizzando un programma delicato, ad esempio “sintetico” o “colore”.

Riciclaggio

Il simbolo per lo sbiancamento è il triangolo. Indica se il tessuto può essere sbiancato e, in tal caso, con quale prodotto.

Non candeggiare, né con un prodotto a base di cloro (candeggina) né con acqua ossigenata. Verificare inoltre che il detersivo non ne contenga.

È consentito lo sbiancamento, indipendentemente dal prodotto (candeggina al cloro o all’ossigeno).

Decolorazione autorizzata solo a base di candeggina ossigenata. Il cloro (candeggina) è quindi vietato.

Fai attenzione, anche se l’etichetta consiglia la candeggina, ovviamente preferiamo evitarla. Questo prodotto è pericoloso, sia per l’ambiente che per la salute.
 

Essiccazione

L’asciugatura ha un simbolo quadrato. Esistono due categorie di essiccazione:

  • naturale: le linee sono presenti nel simbolo del quadrato.
  • nell’asciugatrice: all’interno del quadrato compare un cerchio con dei puntini.

Essiccazione naturale

Le barre sono verticali o orizzontali a seconda del tipo di essiccazione all’aria. Possono anche essere singoli o doppi a seconda della necessità di una filatura preventiva.

Asciugatura in linea dopo la centrifuga della macchina.

Asciugatura in linea senza centrifuga in macchina

Asciugare in piano dopo la centrifuga a macchina

Asciugare in piano senza centrifugare nella macchina

La piccola barra simboleggia che si consiglia di asciugare la biancheria all’ombra. Per i tessuti che temono il sole, ad esempio.

Anche qui i simboli possono essere combinati. Ad esempio, questo significa che il capo deve essere asciugato in piano e all’ombra, senza prima centrifuga a macchina.

Asciugare in asciugatrice

Il cerchio all’interno del quadrato ha dei punti che rappresentano la temperatura di essiccazione.

L’asciugatrice è vietata.

Asciugatura a tamburo consentita a temperatura ridotta (60 ° C).

Asciugatura a tamburo consentita a temperatura normale.

Anche se l’asciugatrice è consentita, non è in alcun modo obbligatoria. Preferiamo sempre asciugare la biancheria all’aria aperta (su filo, stendibiancheria, ecc.) Perché in questo modo si risparmia energia.
 

Stirare

Il simbolo per la stiratura è un ferro da stiro. I punti indicano la temperatura da rispettare, che spesso è la stessa informazione del ferro.

Non stirare.

Stirare a bassa temperatura (massimo 110 ° C) e preferibilmente senza vapore.

Stirare a temperatura moderata (massimo 150 ° C).

Stirare ad alta temperatura (massimo 200 ° C).

Anche la stiratura non è obbligatoria. Per risparmiare energia (ed evitare parte del lavoro faticoso), stendi il bucato ancora umido o lascialo asciugare appeso a una gruccia …
 

Manutenzione da parte di professionisti

Un cerchio indica che è necessario che i suoi vestiti vengano mantenuti da professionisti. Evitiamo se possibile l’acquisto di questo tipo di abbigliamento che richiede trattamenti spesso inquinanti.

Nessun lavaggio a secco.

Nessuna manutenzione professionale dell’acqua.

Richiede un trattamento professionale con acqua.

Lavaggio a secco professionale solo con idrocarburi (benzine pesanti).

Lavaggio a secco professionale con qualsiasi tipo di solvente (percloroetilene, idrocarburi, ecc.).

Colloquio professionale moderato.

E questi simboli possono anche essere combinati. Ad esempio, questo simbolo significa che l’indumento richiede un lavaggio a secco professionale con un ciclo moderato, senza restrizioni sul tipo di solvente.

Seguiamo anche alcuni semplici consigli per fare un bucato ecologico, oltre alle istruzioni in etichetta.

> Vedi 9 consigli per fare il bucato ecologico
 

Fonti:

  • The Cleanup Ledger, Lannoo, 2017
  • Simboli di manutenzione, Ginetex
  • Lavatrice e asciugatrice, capire le etichette dei vestiti, cosa scegliere, 2019
  • Cofreet, Press kit, Comitato francese per l’etichettatura per la cura dei tessuti.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Articoli inutili del mese: accessori per le uova

Perché acquistare di seconda mano?