in

Miscela di terriccio fai da te per piante da interno e da vaso

Per anni ho pensato di essere pessimo nel mantenere in vita le piante d’appartamento. Dimentica un pollice verde, il mio pollice apparentemente era bravo a uccidere le piante e non così bravo a renderle felici. Potevo mantenere vivo il mio giardino esterno senza problemi, ma non riuscivo a capire perché ho lottato così tanto con le piante da interno!

Mancanza di pollice verde o no, ho anche questa ossessione per la costruzione di muri vegetali , quindi ho dovuto capire come impedire alle mie decorazioni viventi una morte lenta e certa. Insomma, dopo tante fatiche, ho trovato la chiave ed è stato più facile di quanto pensassi!

Se questo post fosse un episodio di Friends, sarebbe “The One Where I Stopped Murdering Plants”. 🙂

È tutto su quella base (suolo)

Un viaggio in biblioteca, conversazioni con un maestro giardiniere e una ricerca approfondita sul web mi hanno portato a rendermi conto che ero solo una parte del problema. Certamente avevo bisogno di migliorare sul sapere quando e quanto irrigare, ma dovevo anche trovare un terreno migliore.

Si scopre che il motivo per cui ho avuto così tanto successo con le piante da esterno era lo stesso motivo per cui le mie piante da interno hanno avuto difficoltà: il terreno.

Ora che lo so, la soluzione è così logica! Le piante da interno e da esterno hanno requisiti molto diversi per ciò in cui le piantiamo!

Il mio giardino all’aperto era fiorente con un’abbondanza di compost fatto in casa e piantine da compagnia per mantenere le piante forti. Le mie povere piante d’appartamento, d’altra parte, avevano solo il terreno nel loro vaso per vivere. E si scopre che la qualità del suolo (anche il terriccio organico) può variare notevolmente e i nutrienti devono essere reintegrati regolarmente.

Comprensione che ha aperto la porta a un mondo di ricerca su sporcizia, terra e miscele per vasi. E ha portato a piante molto più felici! Se hai ucciso più della tua giusta quota di piante d’appartamento innocenti come me, continua a leggere per trovare una soluzione!

Terriccio per invasatura vs miscela per invasatura

Il mio amico maestro giardiniere mi ha sistemato subito. Il terriccio e il terriccio non sono la stessa cosa.

Confuso, vero?

Ma c’è una grande differenza e questa è la distinzione:

  • Miscela per invasatura: la miscela per invasatura di alta qualità di solito non contiene terra o sporcizia. Di solito una miscela di torba, materiali organici e qualche tipo di miscela di nutrienti, questi vengono spesso confusi con il terriccio perché sono un mezzo in cui crescono le piante.
  • Terriccio : può variare ampiamente in base alla marca. Potrebbe effettivamente essere solo terreno. Alcuni contengono fertilizzante ma a livelli che possono danneggiare le giovani piante. Altri non contengono abbastanza nutrienti e possono far morire di fame le piante (quello che stavo facendo).

In breve, il mio errore da principiante è stato acquistare un terriccio organico e pensare che le mie piante avessero tutto ciò di cui avevano bisogno. Non l’hanno fatto.

Realisticamente, i due termini possono essere usati in modo intercambiabile e sto dividendo i capelli. La lezione importante è che qualunque cosa tu pianta le tue piante da interno, deve avere alcuni fattori chiave affinché le piante prosperino.

Di cosa hanno bisogno le piante portacontainer

Più che semplice terra, a quanto pare!

Per prosperare, le piante da interno e da contenitore devono essere piantate in una miscela con alcune qualità importanti:

  1. Drenaggio – Le piante necessitano di un contenitore e di un terriccio che consenta all’acqua in eccesso di defluire facilmente.
  2. Trattiene l’acqua,  ma hanno anche bisogno del mezzo di impregnazione per trattenere abbastanza acqua da non seccarsi.
  3. Non si compatta rapidamente – La miscela dovrebbe anche essere soffice e leggera in modo che non si compatti troppo rapidamente e le piante possano facilmente diffondere le radici.
  4. Fornisce nutrienti – E la miscela dovrebbe avere abbastanza del giusto tipo di nutrienti per iniziare in modo che le piante possano prosperare.

Come fare il terriccio

Se sei stato qui molto spesso, probabilmente non ti sorprenderà che tutta questa ricerca mi abbia portato alla conclusione che avevo bisogno di fare il mio sporco. (O miscela per invasatura … ti ha detto che quei termini potrebbero essere facilmente confusi).

L’aspetto fai-da-te non è troppo sorprendente dato che sono già il tipo che mi fa il dentifricio e costruisco un bar per un capriccio . Ma la sporcizia era una nuova avventura per me e mio marito pensava che fosse un po ‘bizzarro quando ho iniziato a mescolare una gigantesca ciotola di terra nel garage. Ma sto divagando.

Ma prima, sicurezza

Non sono il tipo iperprotettivo. Incoraggio i miei figli a correre a piedi nudi e arrampicarsi sugli alberi. Non penso che tutto sia pronto per prenderci, ma ci sono alcune importanti precauzioni di sicurezza da seguire quando si tratta di ingredienti per impasti.

La legionellosi , una forma grave di polmonite, è rara ma può essere contratta da un tipo di batterio che può vivere nel suolo, nel compost e negli ingredienti delle miscele per vasi. Si contrae respirando i batteri nell’aria, quindi vale la pena indossare una maschera per il particolato e guanti quando si mescola il proprio impasto. Lavare bene le mani e gli indumenti dopo aver mescolato e cercare di non mescolare ingredienti secchi in una zona ventosa.

Ora che sappiamo come giocare in sicurezza nella sporcizia … alla ricetta.

Ingredienti della miscela di impregnazione

Questa ricetta è per un impasto generico. Piante diverse hanno requisiti diversi per la loro miscela di invasatura, quindi fai una ricerca rapida per il tuo tipo specifico di piante e modifica se necessario. Un buon mix multiuso contiene:

  • Torba di cocco bio – Una fibra naturale e sostenibile ricavata dal guscio esterno delle noci di cocco. È un sottoprodotto dell’industria del cocco ed è ecologico. La torba aiuta a mantenere il terreno a trattenere l’acqua e rimanere leggero e soffice.
  • Vermiculite organica – Tecnicamente un minerale fillosilicato idrato o minerale vulcanico che si espande quando viene riscaldato. La vermiculite aiuta ad allentare il terreno, prevenire la compattazione e incoraggiare la crescita delle radici.
  • Compost organico – Un compost fatto in casa di alta qualità o prefabbricato biologico fornisce alla miscela i nutrienti per nutrire le piante. Fai solo attenzione perché alcuni tipi di compost che non sono completamente scomposti possono bruciare le piante giovani ed essere troppo duri per le piante in contenitore.
  • Fusioni di vermi organici – Non lasciarti ingannare dal nome di fantasia … questa è essenzialmente cacca di verme. È anche un fantastico fertilizzante naturale creato quando i vermi lavorano nel terreno. Questo aggiunge nutrienti alla miscela.
  • Sabbia – Opzionale ma ottima anche per il drenaggio.
  • Lime da giardino biologico  – Il pH del suolo influisce sulle piante da appartamento e potrebbe essere necessaria la calce per alcalinizzarla al livello corretto.
  • Acidificante organico del suolo – Se il terreno è troppo alcalino, un acidificante a base di zolfo può aiutare a raggiungere il pH corretto.

Mescolando il terriccio

Questa parte è facile!

Avrai solo bisogno della tua attrezzatura di sicurezza e di un contenitore abbastanza grande da mescolare abbastanza per tutto ciò che devi piantare. Ho elencato la ricetta in “parti” in modo che tu possa facilmente regolare la quantità di cui hai bisogno. Se hai bisogno di una piccola quantità, una “parte” potrebbe essere solo una o due tazze. Per i grandi progetti, una “parte” potrebbe essere un gallone, un secchio o qualsiasi altro grande contenitore.

Ho usato questa formula per creare il mio terriccio:

  • Inizia con 1 parte di cocco reidratato (istruzioni sotto), 1 parte di vermiculite, 2 parti di compost;
  • Quindi aggiungere 1 tazza di sabbia e 2 TBSP getti di vite senza fine per gallone di impasto finito;
  • Infine, misurare e bilanciare il pH con calce e zolfo.

Ecco esattamente come l’ho fatto:

Passaggio 1: reidratare la fibra di cocco

Il rapporto tra l’acqua per reidratare la fibra di cocco è di 8: 1 in peso. Ciò significa che un chilo di fibra di cocco ha bisogno di 8 libbre di acqua (circa un gallone) per reidratarsi e 10 libbre avrebbero bisogno di circa 10 galloni. L’acqua calda accelera il processo (ma non riscaldare l’acqua oltre i 110 gradi circa).

La fibra di cocco costituisce circa un quarto della miscela finita in volume, quindi a seconda di quanto ne fai, potresti non aver bisogno di idratare l’intero blocco.

In un grande contenitore, versare l’acqua tiepida sulla fibra di cocco e lasciare idratare. Potrebbero essere necessarie un paio d’ore per idratarsi completamente. Man mano che si idrata, diventerà facile rompersi. È pronto per l’uso quando è facile da sbriciolare ed è costantemente leggero, arioso e umido.

Passaggio 2: aggiungere la vermiculite

Usa parti uguali di fibra di cocco e vermiculite e questo costituirà circa la metà della miscela finita.

In un grande contenitore, mescolare la fibra di cocco reidratata con una quantità uguale di vermiculite e mescolare per unire.

Passaggio 3: aggiungi compost

Sei a metà strada! Hai preparato circa la metà della miscela in volume. Se hai due litri di fibra di cocco + vermiculite combinati, ti ritroverai con poco più di quattro litri di miscela per invasatura finita e così via.

Qualunque misura tu abbia usato come “parte”, ora aggiungerai due di questa misura di compost. Oppure, se è più semplice, aggiungi del composto per eguagliare la quantità di fibra di cocco + vermiculite che hai appena mescolato.

Mescolare bene a mano per amalgamare.

Passaggio 4: aggiungere sabbia e colate di vermi

Per ogni gallone di miscela, ora aggiungerai 1 tazza di sabbia e 2 cucchiai di getti di vermi. Mescolare bene per amalgamare e fino a ottenere una consistenza omogenea.

Passaggio 5: controllare e regolare il pH

Ora per un po ‘di chimica!

Il tuo mix di invasatura è quasi pronto, ma è ora di ricontrollare il pH. È importante testare e eseguire correttamente questo passaggio. Un pH errato può anche uccidere una pianta abbastanza rapidamente (e sono sicuro di averne uccise accidentalmente alcune anche in questo modo!).

Uso un misuratore 3 in 1 per assicurarmi di avere il pH corretto. Come bonus, controlla anche l’umidità nel terreno in modo che tu possa usarlo per sapere quando devi annaffiare anche le tue piante! In generale, le piante necessitano di un pH compreso tra 6-7 (da leggermente acido a neutro).

A seconda del compost che hai usato, il pH potrebbe essere troppo basso. In questo caso, aggiungi piccole quantità di lime fino a raggiungere il pH desiderato. Se il pH è superiore a 7, dovrai utilizzare un acidificante del terreno per ridurlo. Questo grafico mostra il pH desiderato per molte piante comuni. Punto 6,5 per tutte le piante d’appartamento.

Per assicurarmi di avere il pH corretto, mescolo alcuni giorni prima di averne bisogno e ricontrollo il pH per diversi giorni, aggiustando secondo necessità.

Come conservare il terriccio extra

Lo so, lo so … in realtà non è suolo. Suona meglio che ripetere ripetutamente il mix di invasatura!

Se ne hai di extra, conservali in un contenitore ermetico fino a quando non ne hai bisogno.

Mantenimento della qualità della miscela di terriccio

Un ultimo importantissimo passaggio!

Hai appena creato un ottimo mix di invasatura che dovrebbe durare per un po ‘, forse anche un anno o più. Ma la tua pianta consumerà i nutrienti in quel terreno e avrà bisogno di cibo nel tempo. Questo è stato un altro grosso errore che continuavo a fare. All’inizio stavo dando alle mie piante “terreno” e mi aspettavo che avessero abbastanza nutrienti per vivere per sempre.

Ora aggiungo un fertilizzante organico diluito in acqua ogni due settimane quando innaffio le piante. Le mie piante sembrano molto più felici ora che non stanno morendo di fame!

Quando cambiare la miscela di terriccio

Anche con il terreno migliore, le piante in vaso non possono vivere per sempre. Il mio amico maestro giardiniere consiglia di rinvasare le piante ogni anno per ottenere i migliori risultati. Lo so, sembra un sacco di lavoro, ma probabilmente le piante avranno comunque bisogno di un vaso più grande a quel punto, e questo aiuta a garantire che le tue piante rimangano felici e continuino a crescere.

Quando non fare il mix di impregnazione

Se anche tu soffri di PWCD (disturbo della creazione della parete vegetale, autodiagnosi) come me, probabilmente avrai bisogno di molte di queste cose. Realizzarlo da solo fa risparmiare tempo e denaro e ti consente di assicurarti che le tue piante ottengano ciò di cui hanno bisogno.

Se stai solo invasando una o due piante per la tua casa, probabilmente non hai bisogno di crearne una tua. Invece, cerca un terriccio di alta qualità (non solo terreno), controlla il pH come menzionato sopra e aggiungi fertilizzante secondo necessità.

Ecco qua! Duemila parole sul mix di terriccio. Spero che questo ti aiuti a mantenere in vita le tue piante come ha aiutato me.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

La mia lista di controllo per la pulizia della casa naturale (per le pulizie di primavera!)

Come creare un muro di piante da interno fai-da-te (e perché)