in

Il copriwater che ti accoglie con tutta la sua luce

Quindi ecco la lunetta luminosa. Che non è assolutamente un paio di occhiali per aiutare le persone miopi a vedere al buio. Ma un copriwater dotato di led per fare pipì al buio (o più se per affinità, non sono affari nostri).

Avevamo già gentilmente broccato qui diversi oggetti di pipì [1] ma ovviamente la “fonte” non si esaurisce.

L’idea di base: un LED, integrato nell’aletta della lunetta (il coperchio), si accende non appena si passa davanti – grazie ad un sensore – per “un comodo e discreto utilizzo notturno”.

Ma, mi dirai, i nostri angolini non sono già dotati di sorgenti luminose? E una porta, per evitare che la luce svegli gli altri abitanti? Perché, a meno che tu non abbia il trono al centro della stanza dei bambini, che potrebbe benissimo voler usare i servizi in modo “comodo e discreto”, fermo restando che qui stiamo parlando di luce, dato che la suddetta lunetta è solo luminosa .? Nessun isolamento acustico profondo a base di schiuma antirumore per smorzare i suoni sgradevoli delle nostre (d) eiezioni naturali. Niente per nascondere lo splash, quindi. Niente più sistema idrico silenzioso per non svegliare nessuno quando sciacqui.

No, serve solo per illuminare la ciotola, niente di più. Una luce così non devi accenderla, è brillante come un’idea! Che sbattiamo la faccia nel corridoio, quello, il produttore di occhiali non si preoccupa (tranne l’ottico, se gli rompiamo gli occhiali nel processo). Aiuta solo nel momento cruciale, quando ci stiamo avvicinando alla cosa. 55 € comunque.

Oh, a proposito, la cornice LED è utile solo per le persone che fanno pipì stando in piedi. Perché ovviamente, una volta seduto, nascondi la luce della copertina. All’improvviso, per l’illuminazione, torneremo. Mi dirai, una volta seduti, dobbiamo ancora vedere qualcosa per fare quello che dobbiamo fare?

Tutto funziona con le batterie, ovviamente, altrimenti non è divertente. Anche tre batterie, per essere precisi. Questo renderà tutti coloro che acquistano le batterie per quattro, o il cui caricabatterie non accetta di caricare batterie se non in coppia. [2]

Si noti che, per una volta, le batterie potrebbero essere più saggia di dover collegare il bitogno alla 220V. Perché lì rischieremmo il barbecue.

 


[1] Non esitate a rileggere il nostro articolo sul rotolo di carta igienica che voleva vedere il mare, il gel detergente che cambia colore quando agisce o il WC intelligente (sì!).

[2] I buoni caricabatterie ricaricabili sono in grado di caricare le batterie in numeri pari o dispari. Indispensabile quando vuoi ricaricare una o tre batterie.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Tutti vegetariani?

Ristrutturare a basso consumo