in

Detergenti e sbloccanti sanitari

Non è necessario essere in grado di riflettersi nelle piastrelle del bagno. Una regolare manutenzione sanitaria è più che sufficiente per una perfetta igiene. Spesso però è necessario lottare contro le incrostazioni calcaree che danneggiano gli arredi e conferiscono un aspetto poco “simpatico” ai water.

Detergenti sanitari

Sono destinati alla manutenzione di impianti sanitari quali wc, vasche da bagno, docce, lavandini e le piastrelle che li circondano. Presentati in varie formulazioni (liquido, polvere, gel), vengono utilizzati per pulire, disinfettare e rimuovere tracce di calce.

La maggior parte sono a base di tensioattivi che rimuovono lo sporco grasso (residui di sapone per esempio), acidi (cloridrico, solforico, fosforico) contro la calce e additivi (addensanti, profumi e coloranti). Gli acidi utilizzati pongono problemi ambientali e presentano pericoli per la salute umana (rischio di ustioni, irritazione delle vie respiratorie, occhi e mucose, ecc.). Inoltre contengono ancora troppo spesso Composti Organici Volatili (COV) che inquinano l’aria all’interno di questi piccoli ambienti non sempre ben ventilati. Per questo motivo è consigliabile sostituire questi prodotti con alternative più rispettose dell’ambiente e della salute.

Consigli

  • Attualmente, i produttori si stanno muovendo verso l’uso di acidi meno pericolosi, come l’acido citrico o l’acido acetico. Questi prodotti non sono meno efficaci e, con una manutenzione regolare, sono sufficienti per la maggior parte degli usi. Inoltre esistono marchi più “ecologici” di altri, la cui composizione è studiata per minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente.
  • Un detergente “multiuso” a base di tensioattivi vegetali pulisce le pareti della vasca e dei rivestimenti. La pulizia regolare con sapone nero morbido dà risultati ancora migliori (sapone molto aggressivo contro lo sporco e delicato sull’ambiente).
  • I depositi di calcare vengono semplicemente rimossi con l’aceto (caldo, è più efficace). Potrebbe essere necessario lasciarlo acceso per qualche ora per incrostazioni ostinate.
  • Non mescolare mai due detergenti per la casa con l’aspettativa che la miscela sia più efficace. Il rischio di emissioni di gas tossici è reale. Queste pericolose reazioni chimiche possono verificarsi anche se un prodotto viene utilizzato su una superficie scarsamente risciacquata su cui rimangono residui di un altro prodotto.
  • È meglio evitare la candeggina a meno che la disinfezione non sia realmente necessaria (caso eccezionale per malattie contagiose soggette a dichiarazione come epatite certa, salmonellosi, ecc.). Questo prodotto a base di cloro non è necessario in una casa che viene regolarmente mantenuta. La candeggina è dannosa per l’ambiente e pericolosa per la salute.

Vedi anche: suggerimento n ° 17: “  Perché e come fare a meno della candeggina?   

Sbloccanti

Sono utilizzati per rimuovere la materia organica che forma tappi nei tubi. Composti da soda caustica o da una soluzione di acido solforico, sono prodotti estremamente aggressivi e molto pericolosi. Sono la causa di molti incidenti domestici, soprattutto nei bambini che li maneggiano o li ingeriscono inavvertitamente.

Consigli

  • Innanzitutto è necessario prevenire la formazione di un intasamento posizionando un colino nel lavello all’uscita dell’acqua per trattenere i rifiuti.
  • Se il materiale supera la barriera del filtro, è possibile evitare l’ostruzione mediante una regolare pulizia del sifone.
  • Se si forma una spina, utilizzare prima mezzi meccanici: ventosa, furetto, filo piegato, ad esempio.
  • Se un oggetto estraneo (chiave, tappo di plastica, piccolo giocattolo) è caduto nella tazza del water o nel lavandino, è meglio chiamare un idraulico. Attenzione, alcuni idraulici si rifiutano di intervenire quando è stato utilizzato un pericoloso sbloccante come i prodotti a base di soda. Il rischio di ustioni è troppo alto. Inoltre, questi prodotti agiscono solo sulla materia organica e sono quindi inefficaci contro plastica, metallo …
  • Esistono alternative agli sbloccanti chimici: si tratta di sbloccanti a base di enzimi.

In tutti i casi, dovremmo evitare di utilizzare prodotti a base di soda caustica o acidi forti. C’è un grande rischio per bambini e adulti di mettere questo prodotto a contatto con la pelle. Può provocare ustioni molto profonde !!! Se necessario, prendiamo le nostre precauzioni:

  • il prodotto non può essere miscelato con un altro prodotto domestico; le reazioni chimiche che ne conseguirebbero possono essere molto pericolose;
  • durante l’utilizzo, tenere i bambini lontani ed evitare il contatto con la pelle e gli occhi indossando guanti e occhiali protettivi. Attenzione agli indumenti che possono subire danni irreversibili;
  • seguire attentamente le istruzioni per l’uso;
  • lo sblocco deve essere conservato in un luogo inaccessibile ai bambini;
  • non trasferire mai lo sbloccatore in un altro contenitore per evitare confusione.
  • sciacquare immediatamente con acqua ogni proiezione sulla pelle con acqua e neutralizzare immediatamente la soda caustica con un acido non pericoloso come l’aceto, una fetta di limone, la coca-cola …

In caso di incidente, chiamare il Centro antiveleni
: 070245245www.poisoncentre.be

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Azione per il clima: mantieni i tuoi dispositivi e oggetti più a lungo

6 idee per mettersi al lavoro in modo ecologico