in

Auto ibride plug-in: veramente ecologiche o greenwashing?

Un’auto ibrida plug-in è il meglio di entrambi i mondi … in teoria.

Sommario:

  • Come funziona ?
     
  • SUV ibridi plug-in … non molto ecologici
     
  • Nel 2020 la tassazione dei plugin-ibridi sarà meno allettante
     
  • Un’auto ibrida plug-in può essere rispettosa dell’ambiente?
    • Scegli un modello leggero
    • Guidare il più possibile con l’elettricità e ricaricare le batterie dalla rete
    • Ricarica con elettricità verde
    • Carpool
    • Combina con altri modi di trasporto

– – – – – – – – – – – – – – – – – –
 

Come funziona ?

Come gli ibridi convenzionali, l’auto ibrida ricaricabile ha uno o più motori elettrici e un motore termico (il più delle volte benzina, a volte diesel). Con gli ibridi ricaricabili, la capacità della batteria è maggiore, consentendo un uso prolungato della modalità elettrica:

  • In un’auto ibrida classica , il motore elettrico si avvia e spinge il veicolo a bassa velocità. Quindi il motore termico prende il sopravvento. Questo è l’ideale per ridurre le emissioni inquinanti in città , dove il guidatore deve eseguire una moltitudine di frenate e accelerazioni. La batteria si ricarica recuperando energia durante la frenata. Puoi guidare in modalità elettrica solo per 2-3 km a 50 km / h massimo.
  • Con un’auto ibrida plug-in , puoi guidare in modalità elettrica pura per 40-50 km e raggiungere 130 km / h . Le batterie si ricaricano idealmente dalla rete (presa domestica, stazione di ricarica) evitando i periodi di punta del consumo di elettricità (dalle 17:00 alle 21:00 in inverno). È anche possibile ricaricare le batterie durante la guida ma questa è la soluzione peggiore: il consumo di carburante aumenta e siamo lontani da una modalità “zero emissioni”.
     

SUV ibridi plug-in … non molto ecologici

I SUV ibridi plug-in a volte mostrano dati di consumo di carburante lusinghieri: meno di 3 litri / 100 km.

Ma con un peso allegramente superiore a 2 tonnellate per alcuni (Volvo XC90, Audi Q7, BMW X5, Porsche Cayenne …), non possiamo davvero considerare che un SUV ibrido plug-in sia “ecologico”.

Le prove di omologazione sono fuorvianti: parte della prova si svolge in modalità solo elettrica (consumi ed emissioni = 0) e parte in modalità termica. Nella configurazione di prova, l’autonomia in modalità elettrica è predominante. Tuttavia, più elettrico guidi, minore è il consumo standardizzato.

Nella vita reale, il consumo di carburante è influenzato da fattori come il dislivello, la temperatura esterna [1] e lo stile di guida. In uso, l’autonomia in modalità elettrica è quindi molto inferiore rispetto ai test.

Tuttavia, una volta che la batteria è scarica, il veicolo torna al motore termico. E il consumo supera allegramente gli 8 litri / 100 km. Siamo quindi molto lontani dai valori proposti dal catalogo. E che, però, consentono ai costruttori di proporre SUV “premium” mettendo in risalto sia l’aspetto ecologico che il lato dinamico dei loro modelli.

Esempio di un argomento pubblicitario

Peggio: presentando ibridi plug-in a 3 litri / 100 km, i produttori riducono artificialmente il consumo medio della loro flotta.
 

Nel 2020, la tassazione dei plug-in ibridi sarà meno allettante

Il governo sta attaccando i falsi ibridi attraverso la tassazione. Per poter beneficiare di un’attrattiva deducibilità fiscale, gli ibridi plug-in devono avere una batteria sufficientemente grande da consentire di spostare il veicolo in modalità puramente elettrica su una distanza sufficiente. La tariffa utilizzata è di 0,5 kWh / 100 kg. Un veicolo da 2.500 kg deve quindi trasportare una batteria di almeno 12,5 kWh. Inoltre, le emissioni standardizzate non possono superare i 50 g di CO 2 / km. [2]
 

Un’auto ibrida plug-in può essere rispettosa dell’ambiente?

Un’auto ibrida plug-in può essere attraente dal punto di vista ambientale, a determinate condizioni. Il suo consumo varia notevolmente a seconda della scelta del veicolo e del suo utilizzo.

  • Scegli un modello leggero

Questo è un paradosso ibrido. Il sovrappeso del veicolo, dovuto al motore elettrico e alle batterie, porta a consumi eccessivi. Preferiamo optare per un’auto che pesa 1600 kg piuttosto che 2400 kg.

Ad esempio, un’Audi Q7 e-tron è di 400 kg in più rispetto alla versione diesel. Per un modello come la VW Golf GTE, il sovrappeso raggiunge i 450 kg (la GTE pesa il 39% in più rispetto alla versione benzina 1.4 TSi), compresi 125 kg di batterie.

La tabella seguente mostra il peso, il consumo approvato e il consumo effettivo per alcuni modelli:

 

Peso (kg)

Consumo
in modalità elettrica
(kWh / 100 km)

Consumo normalizzato
(litri / 100km)

Emissioni di CO 2
(g / km)

 

Consumo testato
dall’Automobile Monitor
(litri / 100 km)

Golf GTE

1524

12.4

1.5

35

5.7

Toyota prius

1615

19.5

1.2

22

4.5

Audi A3 e-tron

1540

12.4

1.5

38

5.1

Volvo XC90

2324

18.2

2.1

49

8-9 

BMW X5 xDrive40e

2300

14.4

3.3

78

10.2

Mitsubishi outlander

1810

25.5

1.9

42

8

Audi Q7 e-tron

2445

19

1.8

48

9.1

BMW 740 The

2000

12.5

2.5

56

8.9

Mercedes 500e L

2250

13.5

 

2.8

65

8.5

Porsche Panamera

2170

12.5

2.5

56

9

L’elenco completo dei veicoli ibridi plug-in sul mercato europeo può essere trovato qui. 
 

  • Guidare il più possibile con l’elettricità e ricaricare le batterie dalla rete

Si consiglia di guidare il più possibile con l’elettrico e il meno possibile con il carburante.

Se guidi prevalentemente in modalità elettrica con le batterie ricaricate da rete , il consumo di gasolio o benzina sarà molto contenuto. Soprattutto se il tragitto è inferiore a 30 km e puoi ricaricare la tua auto durante il giorno.

Al contrario, in caso di guida sportiva, che unirà la potenza dei due motori, i consumi possono salire alle stelle. Inoltre, ricaricare la batteria durante la guida aumenta il consumo del motore termico, che emette CO 2 e sostanze inquinanti. 

Le diverse modalità di guida normalmente riscontrate:

E-mode : solo il motore elettrico guida l’auto. Le emissioni sono zero.

Hybrid Auto : entrambi i tipi di motori vengono utilizzati contemporaneamente. I consumi dipendono dallo stile di guida, da ragionevoli se pratichi la guida ecologica a sproporzionati se utilizzi tutta la potenza dei motori.

Battery Hold : i motori elettrici non vengono utilizzati e la batteria rimane completamente carica (ad esempio per il successivo traffico cittadino). In questa modalità inquiniamo più che con un veicolo convenzionale a causa del peso dell’auto.

Carica della batteria: la batteria viene caricata durante la guida, il che aumenta il consumo di carburante. Questa è la soluzione peggiore per caricare la batteria perché l’efficienza del motore termico è molto scarsa (circa il 40%).

  • Ricarica con elettricità verde

Dire che la guida elettrica è rispettosa dell’ambiente è un po ‘breve. Parte dell’impatto dipende da come viene prodotta l’elettricità. In Belgio, l’elettricità è prodotta principalmente da fonti nucleari (50%) e rinnovabili (20%).

Non possiamo controllare la fornitura di stazioni di ricarica. Ma puoi ricaricare a casa e optare per le energie rinnovabili (pannelli fotovoltaici o contratto con un fornitore di elettricità verde). Abbiamo quindi cura di favorire una carica lenta, al di fuori delle ore di picco di consumo che sono comprese tra le 17:00 e le 22:00.

  • Carpool

Ottimizzare il tuo viaggio in auto trasportando più persone permette un risparmio diretto sui consumi … e sulle emissioni di gas serra.

> Leggi su questo argomento: Quali siti utilizzare per il car pooling? e Condividere un’auto: quale formula scegliere?

  • Combina con altri modi di trasporto

Quando guidi elettrico, potresti essere tentato di portare la tua auto per brevi viaggi poiché hai l’impressione di non inquinare. Ma se non riduciamo il numero di veicoli, ci restano i problemi di congestione, parcheggio e sicurezza stradale. Da questo punto di vista camminare e andare in bicicletta sono ovviamente le migliori alternative. Trasporti pubblici, macchine per la micromobilità (scooter, gyroroues …), auto condivise, taxi completano utilmente l’offerta di trasporto e le possibilità di fare a meno dell’auto.
 

Più informazioni

  • Quale macchina usare per inquinare di meno?
  • Qual è l’auto più ecologica?
  • Guidare meno per preservare il clima
     

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

[1] Vedi test TCS.

[2] Informazioni complete su Automobile Monitor.

 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Loading…

0

Posso ridurre la mia esposizione ai campi elettromagnetici nella mia casa!

Illuminazione domestica